I concetti base di macroeconomia

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La macroeconomia è un ramo dell'economia politica che studia l'individuazione dei valori di equilibrio dei grandi aggregati (a differenza della microeconomia che si concentra sugli operatori come singoli) come il reddito nazionale o a livello più generale dei prezzi mantenendo un approccio globale. Questa guida si pone l'obiettivo di definire alcuni concetti base del mondo macroeconomico.

25

Il PIL (prodotto interno lordo) è un parametro che viene utilizzato per quantificare la ricchezza di uno Stato in quanto è il valore monetario totale dei beni e dei servizi prodotti dagli operatori residenti generalmente in un anno. Ci sono diversi sistemi per calcolarlo come ad esempio il metodo del reddito; questo sistema prevede la sommatoria di tutti i redditi generati dall'economia in un anno tenendo in considerazione il lavoro (sia i redditi dei lavoratori che i profitti delle imprese), i capitali e le imposte indirette. A partire dal PIL si potrà poi definire il reddito pro-capite facendo il rapporto tra il PIL stesso e la popolazione nazionale.

35

Il mercato del lavoro è un altro elemento di studio in cui però è necessario tenere un occhio di riguardo alla disoccupazione in quanto il PIL è direttamente proporzionale all'occupazione. Una Nazione infatti che sfrutta al massimo la forza lavoro avendo la percentuale più alta possibile di soggetti occupati riuscirà a produrre più beni e ad offrire più servizi (concetto fondamentale per il prodotto interno lordo). Quando per tre trimestri consecutivi il PIL è in negativo la Nazione viene definita in recessione (in questo caso il tasso di disoccupazione è generalmente elevato).

Continua la lettura
45

Una disoccupazione naturale che si protrae per un breve periodo viene definita buona in quanto non è causa di danni economici. La disoccupazione strutturale è purtroppo ben più problematica e caratterizzata da elementi come salario minimo, forte potere contrattuale dei sindacati e salari d'efficienza (allo scopo di portare in equilibrio il mercato). Se viene considerato un sistema di assi cartesiani posso ricavare la quantità di equilibrio di lavoro trovando punto di intersezione fra la curva di domanda (decrescente) e la curva di offerta (crescente).

55

Il bilancio pubblico è il rapporto tra deficit ed avanzi. Le entrate di uno Stato sono la somma fra le imposte dirette, quelle indirette e il contributo sociale; le uscite, diversamente, sono composte dagli interessi, dai trasferimenti e dalla spesa pubblica. Si parlerà di avanzo pubblico quando le entrate saranno superiori alle uscite, viceversa si creerà la situazione di deficit pubblico. È importante fare una distinzione fra deficit e debito pubblico in quanto il primo è dato dal rapporto tra entrate ed uscite in un dato anno della pubblica amministrazione mentre il secondo è il debito di uno Stato nei confronti di privati, banche e imprese che hanno sottoscritto obbligazioni con l'ente pubblico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come preparare un esame di macroeconomia

Quella di Economia è una delle facoltà più scelte dai giovani d'oggi, che grazie a delle conoscenze in questo campo cercano di raggiungere posizioni rilevanti in aziende importanti. Ma lo studio di questa materia non è sempre facile, ci vogliono molti...
Università e Master

Come memorizzare lunghe liste di parole o concetti

Durante il percorso studio che affrontiamo, sia esso scolastico che universitario, possiamo imbatterci in determinati studi che richiedono un buon grado di memorizzazione. A volte, a seconda della tipologia di materia che stiamo studiando, ci si deve...
Università e Master

Herbert Spencer: i concetti base del suo pensiero

Nel 1820 nasceva nel Regno Unito Herbert Spencer, destinato a diventare uno dei più importanti filosofi sostenitori dell'evoluzionismo, corrente filosofica a cui aderì già nel 1851. La prima attività di Herbert fu quella di giornalista, diventando...
Università e Master

Auguste Comte: i concetti base del suo pensiero

Il fondatore della sociologia è sicuramente Auguste Comte. Inizialmente egli chiamò questa disciplina "filosofia sociale". La sua corrente di pensiero è molto vicina a quella del positivismo a causa della sua esaltazione della scienza e del progresso...
Università e Master

Appunti di economia politica

L'economia politica rappresenta quella scienza che si occupa di studiare il funzionamento dei sistemi economici. Già nell'antichità e nel Medioevo si sono sviluppate le prime riflessioni in merito a questo argomento. Tuttavia soltanto in epoca rinascimentale,...
Università e Master

Come prepararsi all'esame di Scienza delle Finanze

Le materie presenti per conseguire la laurea, riguardano vari argomenti; nel dottorato infatti, sono molteplici i campi in cui bisogna studiare: da lettere alle lingue straniere, da arte ad economia e commercio, fino ad arrivare a giurisprudenza e a scienza...
Università e Master

Come prepararsi all'esame di economia politica

Il periodo di esami è sempre un periodo molto difficile per ogni studente, soggetto a stress continuo e a lunghe ore di studio forzato che potrebbero far perdere la concentrazione a causa della stanchezza. Trovare un medoto per affrontare certe materie...
Università e Master

Appunti di economia: La curva di Phillips

La Curva di Phillips è una delle argomentazioni principali per gli studenti che frequentano la facoltà di Economia o che, per qualsiasi motivazione, si trovano ad avere a che fare con tale materia. Il concetto su cui si basa questa "curva" non è tutto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.