I 5 vulcani più pericolosi al mondo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In passato si credeva che le eruzioni vulcaniche fossero delle manifestazioni divine. Si hanno testimonianze di eventi catastrofici riguardanti intere città andate distrutte a causa di eruzioni vulcaniche. Al giorno d'oggi vi sono vulcani attivi che in caso di eruzione potrebbero causare non pochi problemi. Un esempio recente è l'eruzione del vulcano islandese (Eruzione dell'Eyjafjöll del 2010) che ha causato molti disagi in Gran Bretagna e nel nord europa. Molti scienziati e geologi sono costantemente al lavoro per monitorare e catalogare i vari vulcani. Ecco una lista dei 5 vulcani più pericolosi al mondo.

26

Navado del Ruiz, Colombia

Il Navado del Ruiz o monte Ruiz distrusse nel 1895 la città di Armero dove trovarono la morte oltre 26.000 cittadini colombiani. Si risvegliò dopo 150 anni causando una vera e propria strage, mettendo in allerta anche le città limitrofe. L'allora papa Giovanni Paolo II volle celebrare una messa per ricordare i morti in questa strage. Questo rende il Monte Ruiz il quinto vulcano più pericoloso al mondo.

36

La Pelee, Martinica

Famoso per l'eruzione nel 1902 causò la morte di 32.000 persone. Restò inattivo fino al 1922 dove delle piccole scosse di terremoto fecero credere alla popolazione che il vulcano fosse attivo. Una vicenda molto famosa riguardante l'ultima eruzione è l'impresa quasi eroica del vulcanologo Frank Perret che volle seguire l'eruzione da vicino mettendo a rischio anche la sua vita. Fortunatamente ne uscì incolume e pose le basi per ricerche future. Grazie a lui il vulcano resta tutt'ora sotto attento controllo anche per via della sua grandezza e portata distruttiva.

Continua la lettura
46

Krakatoa, Indonesia

Il Krakatoa è l'attuale detentore di un singolare record, durante la sua eruzione infatti provocò il boato più forte mai udito dall'uomo. Durante tale eruzione provocò la distruzione di circa 170 villaggi e la morte di circa 36.000 persone. A causa della sua violenza esplosiva il vulcano indonesiano è uno dei più pericolosi al mondo.

56

Tambora, Indonesia

A causa della sua elevata portata esplosiva e alla vastità del cratere il vulcano Tambora è uno dei più pericolosi al mondo. La sua ultima eruzione nel 1815 infatti causò vittime sia durante che dopo l'esplosione. Le polveri sollevate oscurarono di fatto il cielo compromettendo i raccolti e facendo lievitare il numero delle vittime a circa 60.000. Tutto ciò rende il vulcano Tambora il secondo tra i vulcani più pericolosi al mondo.

66

Yellowstone, Stati Uniti

Vincitore induscusso è il vulcano situato nel parco dello Yellowstone. È classificato come supervulcano a causa della sua presenza in uno dei punti caldi terresti. Tale sito infatti occupa una vastissima area che in caso di eruzione causerebbe danni incalcolabili. Fortunatamente le ultime eruzioni risalgono a miglioni di anni fà.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Le tipologie di vulcani

Le prime classificazioni dei vulcani risalgono alla fine dell'ottocento. Da quel momento in poi, si è soliti definire quattro tipologie vulcaniche differenti: hawaiano, vulcaniano, stromboliano e peleano. A queste tipologie spesso i geologi aggiungono...
Elementari e Medie

Le 7 meraviglie del mondo antico

Le sette meraviglie del mondo antico sono state costruite più di 2000 anni fa e furono visibili tra il 250 a. C. E il 226 a. C. Sono le strutture e opere architettoniche, artistiche e storiche che i Greci e i Romani ritennero i più belli artifici dell'...
Elementari e Medie

Come spiegare la creazione del mondo ai bambini

Tra le domande che prima o poi vi faranno i vostri bambini c'è senza dubbio la fatidica ''Come è nato il mondo e chi lo ha creato?'' Che siate credenti o meno, una risposta scientifica la dovrete dare. All'interno della presente guida proveremo a comprendere,...
Elementari e Medie

I laghi più grandi del mondo

I laghi sono delle massa d'acqua di varie dimensioni che vengono raccolte all'interno di cavità presenti sulla superficie terrestre. Esistono tantissimi laghi sparsi in tutto il Mondo ma nei passi successivi vedremo una lista dei laghi più grandi del...
Elementari e Medie

I deserti più grandi del mondo

Se dovessero chiederci quale sia il deserto più grande del mondo, istintivamente la nostra mente correrebbe al famosissimo deserto del Sahara, situato nel Nord Africa, nell’immaginario collettivo il deserto per antonomasia. In realtà, nella lista...
Elementari e Medie

Recensione del libro Il piccolo principe

'Il piccolo principe' è l'opera più famosa dello scrittore francese Antoine de Saint-Exupéry. Pubblicata nel 1943 in lingua inglese, a distanza di pochi giorni uscì la versione in francese. Accolta calorosamente dal pubblico sin dalla sua uscita,...
Elementari e Medie

Come verificare la divisione con la prova del nove

La prova del nove viene utilizzata in matematica per controllare l'esattezza del risultato della moltiplicazione e della divisione. Nel caso di divisione con il resto, il procedimento presenta qualche piccola variante. Questa semplicissima e pratica guida...
Elementari e Medie

La tettonica delle placche

Se siamo degli amanti della scienza della Terra e ci piacerebbe riuscire a conoscere tutti i vari fenomeni che caratterizzano il nostro pianeta, tutto quello che dovremo fare sarà effettuare una semplice ricerca su internet. Sul web, infatti, potremo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.