Guido Cavalcanti: vita ed opere

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le opere di Guido Cavalcanti, si definiscono, in modo articolato, all'interno della nuova poesia del Dolce Stil Novo, che ha, come perno principale del movimento, il bolognese, Guido Guinizelli. Non abbiamo notizie precise sulla sua nascita, si presume intorno al 1250, ma sappiamo, che appartiene, a una delle famiglie più importanti e conosciute di Firenze. E’ figlio di un uomo dotto e partecipò, in modo molto attivo, alla vita politica del paese natale. Era un guelfo bianco e per questo suo schieramento politico, ebbe parecchi conflitti con la famosa famiglia dei Donati. In questa guida che segue, parleremo della vita e delle opere, per l'appunto, di Guido Cavalcanti.

25

Descrizione dello stile

L'interiorità forte, descritta all'interno della sua poesia, avverte in sé, tutti gli sconvolgimenti che derivano dal sentimento dell'Amore e i moti che esso provoca. Le emozioni sono talmente vaste e violente, che creano nell'innamorato, una lacerante angoscia. Il poeta, infatti, diverrà servo dell'Amore ed apparirà, addirittura "sbigottito", "impaurito", "disfatto", in preda alla paura. In seguito, l'irrazionale, si scontra con ciò che è razionale. Studioso, filosofo e poeta, è anche l’animatore riconosciuto (e per certi aspetti il fondatore) del gruppo di poeti, il cui movimento sarà poi riconosciuto come Stilnovo. Il tema fondamentale della poesia, come detto già in precedenza, è infatti, una concezione d’amore che rielabora lo stile di Guinizzelli, in direzione, però, più intellettuale e drammatica.

35

Le opere

Fra le tante opere, annoveriamo la canzone dottrinale "Donna me prega, per ch'eo voglio dire", codesta opera, infatti, è una delle più studiate e controverse, per via delle tante interpretazioni a essa date. La poesia del Cavalcanti, risente molto anche delle entità fisiche e psichiche, che popolano i suoi scritti: "spiriti" che ora si moltiplicano, ora si scindono creando confusione. La figura della donna amata, viene così rimpiazzata man mano da altre. Ciò accade, soprattutto, nella ballata "Era in penser d'amore quand'i' trovai". Infatti, in questa ballata, viene evocato l'amore per Mandetta di Tolosa, donna amata dal Cavalcanti, durante una sua sosta in Francia, a Tolosa.

Continua la lettura
45

Aneddoti e conclusioni

Proprio a Mandetta, infine, è dedicata anche la struggente "Perch'i' non spero di tornar giammai". In questa opera, appare la "ballatetta", ovvero, un piccolo messaggio (dolce intermedio), utilizzato dal poeta, per portare un sentito messaggio alla sua donna lontana. In tal caso, Guido Cavalcanti si rivelerà, anche per questo esempio, il profondo poeta della "comunicazione indiretta". Il letterato fiorentino, è stato citato anche da Dante, sia nel sonetto "Guido, i' vorrei che tu, Lapo ed io", sia nella Divina Commedia, che nel De Vulgari Eloquentia. Il Boccaccio, invece, lo inserisce nel Commento alla Divina Commedia ed anche in una novella del Decameron.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Banana Yoshimoto: le principali opere

Banana Yoshimoto è lo pseudonimo di Mahoko Yoshimoto, scrittrice giapponese, diventata famosa ormai in tutto il mondo per i suoi libri. Nata a Tokyo in Giappone nel 1964, si laureò al college delle arti alla Nihon University con una specializzazione...
Università e Master

Karl Mannheim: pensiero e opere

Tra i sociologi e filosofi più importanti della storia, troviamo senza ombra di dubbio l'ungherese Karl Mannheim, che è stato uno dei massimi esponenti della cultura europea della prima metà del Novecento. Egli a Londra ottiene la docenza di sociologia...
Università e Master

Talcott Parsons: le principali opere

Talcott Parsons, nato a Colorado Springs il 13 dicembre 1902 e morto a Monaco di Baviera l'8 Maggio 1979, è stato uno dei più influenti sociologi del Novecento. Parsons elaborò una teoria per l'analisi della società chiamata struttural-funzionalista,...
Università e Master

Teorema di Kronecker-Castelnuovo: dimostrazione

La dimostrazione del teorema di Kronecker-Castelnuovo risulta essere prettamente teorica (non numerica) e trova vasto impiego nel trattare con i punti singolari presenti su di una generica superficie. Inizialmente, questo argomento potrebbe sembrarvi...
Università e Master

Appunti di filologia dantesca

La filologia definita come l'arte o la dottrina che studia da un punto di vista scientifico i testi scritti. La parola è di derivazione e significa "amore per le lettere". La disciplina filologica è molto vicina alla critica dei manoscritti presi di...
Università e Master

I madrigali di Torquato Tasso

Torquato Tasso è stato uno degli autori più importanti del panorama del 1500. Le sue opere sono ampiamente conosciute e studiate fin dall'età della scuola primaria. L'autore, originario di Sorrento, ha avuto una vita e una formazione incentrata sull'educazione...
Università e Master

Come calcolare il gradiente di una funzione in n variabili

L'esame di matematica si avvicina e ancora arrancate? La matematica universitaria non è più come quella delle superiori? Niente paura perché, in realtà, è tutto il contrario. Oggi infatti ci leveremo un sassolino dalla scarpa, con questa guido impareremo...
Università e Master

Marx: pensiero sociologico

Karl Marx si può considerare uno dei più grandi filosofi del Novecento. Proprio a lui viene attribuita la nascita del pensiero comunista, difatti le sue teorie socio-politiche fanno da base per questa dottrina di estrema sinistra. Marx nasce a Treviri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.