Guida sulla persecuzione dei cristiani nell'Antica Roma

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In questo articolo, passo dopo passo, provvederò a redigere una guida sulla persecuzione dei cristiani nell'Antica Roma. Queste persone, considerate veri e propri nemici dell'Impero, erano oggetto di vere e proprie persecuzioni con l'accusa di crimine contro lo Stato. Infatti, i cristiani stessi non riconoscevano in nessun modo la figura divina dell'imperatore e non avevano alcuna intenzione di rendergli omaggio. Tali persecuzioni portarono inesorabilmente a gravi fatti di violenza verso persone inermi che avevano l'unica colpa il fatto di servire Gesù Cristo, personaggio di certo mal visto dai romani per la motivazione che non riconosceva altre divinità se non il Padre, affermando che l'Impero si doveva assolutamente sottomettere al Regno Celeste che sarebbe stato più forte dell'Impero stesso. Il tema della persecuzioni dei cristiani è oggetto di studio a scuola nelle lezioni di storia.

24

Uno dei principali motivi che portarono i romani a perseguitare i cristiani è da identificarsi nel culto dello Stato. È bene precisare che, a differenza dei cristiani, i giudei non subirono le stesse persecuzioni, in quanto, sebbene non riconoscessero l'autorità imperiale come divinità, la identificavano come un capo di stato. Inoltre i giudei seguivano una religione molto antica che i romani conoscevano e rispettavano. I cristiani invece erano quasi considerati come una setta che alla lunga poteva minare l'unità imperiale basata sul rispetto della figura dell'imperatore che era considerata sacra. Non partecipavano inoltre a tutti quei riti statali basati sull'unità dell'impero, in quanto li consideravano pratiche idolatriche e venivano dunque dei ribelli verso l'imperatore.

34

C'è poi da rilevare che i cristiani erano anche accusati di infedeltà allo Stato, in quanto non prestavano affatto servizio militare presso le legioni. Per i cristiani stessi infatti era assolutamente proibito sia il portare armi che uccidere un proprio simile, visto e consideravano che predicavano il fatto che tutti gli uomini erano uguali e non esistevano né nemici da abbattere né schiavi. Tutto questo costituiva un forte contrasto al potere di Roma e di conseguenza gli imperatori avevano come obiettivo il cancellare la loro opera di evangelizzazione.

Continua la lettura
44

Come già accennato prima, i cristiani adoravano Gesù Cristo che non era certo un eroe a differenza di personaggi del calibro di Eracle o Mitra. Lo stesso Gesù Cristo proveniva da una famiglia umile ed era stato crocifisso con l'accusa di bestemmia e sedizione. Proprio per questo, seguire un rivoluzionario come lui faceva considerare i cristiani delle persone sospette e pericolose, rendendoli delle persone alquanto scomode.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Storia del Colosseo

Uno dei monumenti più belli ed importanti di Roma è senza dubbio il Colosseo. Non per nulla quando si parla dell'impero romano e della sua storia viene in mente la sua magnificenza, la sua grandezza e la vastità territoriale. L'impero romano, è stato...
Superiori

Breve analisi della Gerusalemme liberata di Tasso

La Gerusalemme liberata è la celebre opera di Torquato Tasso. L'autore nacque a Sorrento nel 1544 e morì a Roma nel 1595. La sua formazione letteraria, così come quella religiosa, fu molto rigida. Era molto colto, aveva frequentato l'università, cosa...
Superiori

Appunti di storia medievale

Medioevo significa, alla lettera, "età di mezzo". Il termine viene utilizzato, con valore negativo, da alcuni intellettuali del 1300. Per questi studiosi, amanti dei classici latini, si trattava di un periodo buio, lontano dai modelli dall'antica arte...
Università e Master

L'architettura paleocristiana

L'arte Paleocristiana, successiva e profondamente legata all'arte classica, si estese in un arco di tempo di cinque secoli, dal 306 d. C. Fino al 814 d. C., e si caratterizzò per le significative innovazioni che si ebbero nella struttura sociale, nell'impianto...
Superiori

Storia: la Battaglia di Lepanto

La Battaglia di Lepanto fu uno scontro della storia navale decisivo tra cristiani ed Ottomani che pose fine alle mire espansionistiche di questi ultimi. Si svolse nell'ottobre del 1571 in Grecia nelle acque di Lepanto, durante la guerra di Cipro, e vide...
Elementari e Medie

Storia: il primo concilio di Costantinopoli

Il primo Concilio di Costantinopoli (381), noto anche come il Concilio Ecumenico, fu un raduno di 150 vescovi per lo più orientali, convocati dall'imperatore Teodosio I per confermare il suo precedente decreto a sostegno della dottrina del Concilio di...
Superiori

Torquato Tasso: vita e opere

Torquato Tasso è uno dei più importanti poeti della letteratura italiana del Cinquecento. Uomo e "artista" poliedrico, delineò nelle sue opere le aspirazioni e le contraddizioni dell'uomo moderno, raccontando la forte contrapposizione tra il mondo...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Agostino

Nella disciplina della Filosofia si inquadra uno dei più grandi pensatori, sia filosofici che cristiani. Stiamo parlando di Sant'Agostino. Egli sostiene che l'uomo non può dubitare di tutto e neanche di se stesso. Il che significa che bisogna essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.