Guida pratica sulla teoria delle stringhe

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

La teoria delle stringhe è uno studio riguardante la fisica: si tratta di una teoria ancora in fase di sviluppo, la quale si basa su due fondamentali principi che andremo ad enunciare nel prossimo passo.
Iniziamo col dire che la teoria delle stringhe ha origine da uno studio sulla gravitazione quantistica condotto dal fisico italiano Gabriele Veneziano e riguarda la teorizzazione sull'esistenza di oggetti ad una dimensione, detti per l'appunto stringhe.
Ora andremo ad enunciare una piccola e pratica guida sulla teoria delle stringhe, con lo scopo di rendere questo studio sulla fisica un po' meno astruso.

27

Occorrente

  • Conoscenze di base sull'Universo
  • Un buon manuale di fisica quantistica
  • Una visione futuristica del mondo
  • Enciclopedia della Scienza e della Tecnica
  • Passione per la scienza
  • Una mentalità aperta
37

Il primo concetto su cui si focalizza la teoria delle stringhe è quello secondo cui ogni elemento dell'universo è costituito principalmente da tre dimensioni (altezza, larghezza e profondità), che sono integrate da una quarta dimensione, ovvero il tempo.
Il secondo principio è radicato invece nell'idea secondo la quale gli stessi elementi che compongono il cosmo siano composti da molecole e, per tale ragione, sono scomponibili in particelle più piccole.
Una molecola è composta di numerosi atomi, i quali sono contenitori di protoni, elettroni e neutroni, ossia particelle con carica rispettivamente positiva, negativa e neutra.
La particella che compone questi ultimi è il quark ed è scomponibile a sua volta in particelle subatomiche ancora più piccole, che però non sono divisibili per via di una particolare forza a noi ancora sconosciuta.

47

Il background su cui si basa la teoria delle stringhe cerca di unire tra loro la meccanica quantistica e la relatività generale per creare una cosiddetta teoria del tutto che sia in grado di spiegare l'esistenza di molteplici dimensioni parallele. Le stringhe altro non sarebbero che entità fisiche che si sviluppano su più dimensioni e la cui manifestazione assume vari aspetti, come spazio, tempo, radiazioni e materia.
Un primo assunto messo in evidenza da questa teoria riguarda la possibile esistenza di 10 dimensioni anziché 3.
Si ipotizza inoltre che i quark (di cui abbiamo parlato precedentemente) non siano formati da particelle subatomiche di dimensioni più piccole, bensì da interi filamenti di energia. Questi ultimi potrebbero persino essere manipolati e modificati di modo che si ottenga una determinata materia.

Continua la lettura
57

L'Universo che noi tutti pan class="sub">conosciamo è composto da 20 numeri dotati di particolari valori, i quali sono invariabili poiché altrimenti porterebbero alla scomparsa dell'Universo stesso in cui viviamo. Non si riesce a spiegare come mai determinati valori siano quelli che conosciamo e magari non altri: ebbene, secondo la teoria delle stringhe, tali numeri sono indicativi dell'esistenza di più dimensioni.
Una stringa è un filamento energetico contenuto nei quark, una sorta di corda che può vibrare in diversi modi e produrre una determinata particella a seconda del tipo di vibrazione effettuata. Differenti particelle conducono a differenti dimensioni, ciascuna delle quali si può comporre di uno specifico corollario di valori.
In sintesi, il nostro Universo segue una determinata vibrazione di una determinata stringa (o filamento di energia), dunque ogni forza fisica contiene in sé un personalissimo corredo di valori. Se si riuscisse ad elaborare una teoria del tutto, si riuscirebbe a scoprire come nascono tutte le principali forze fisiche e da cosa si originano le diverse particelle che compongono le varie dimensioni esistenti, compresa la nostra.
Al momento non disponiamo di teorie complete in merito, ma speriamo di giungervi in un prossimo futuro grazie all'ampliamento delle nostre conoscenze sulla materia.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Considerare la teoria delle stringhe come uno studio ancora in fase evolutiva, senza perciò escludere a priori l'esistenza di un multiverso
  • Seguire con attenzione le opinioni degli scienziati in merito alla teoria delle stringhe
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come costruire le stringhe combinatorie di Dyck

Walther F. A. Von Dyck è stato un matematico tedesco che ha vissuto tra l'Ottocento e il Novecento e tra le problematiche più importanti che ha analizzato negli anni ricordiamo l'analisi combinatoria. Nella guida vediamo come costruire le stringhe combinatorie...
Università e Master

La Teoria dell'Agenda Setting

La Teoria dell'Agenda Setting è una conoscenza inerente la comunicazione di massa. Formulata negli Anni '70 da Maxwell McCombs e Donald Shaw. Tale teoria analizza l'influenza che i mass-media hanno sulle conoscenze degli individui. Secondo la Teoria...
Università e Master

Teorema di Hartogs (teoria degli insiemi): dimostrazione

La matematica è una materia tanto affascinante quanto complessa. Una volta capita e compresi i suoi meccanismi studiarla risulterà molto più semplice, e in alcuni casi anche divertente. In questa guida parlerò di teoria degli insiemi, in particolare...
Università e Master

Appunti di marketing: la teoria della coda lunga

Il marketing e, più in generale, le discipline economiche si basano tutte su teorie e concetti chiave relativi al funzionamento del sistema economico in generale. Tali teorie, elaborate da economisti, Premi Nobel e professionisti del settore, oltre a...
Università e Master

Erving Goffman: La teoria del frame

Quando percepiamo qualcosa, qualunque cosa, da una frase, a un concetto, a ciò che udiamo e sperimentiamo nella realtà, siamo proprio certi che la nostra percezione sia scevra da ogni influenza di tipo selettivo? Ovvero: prendiamo la realtà così come...
Università e Master

Appunti: Teoria dei segnali

Molto spesso, gli argomenti più difficili da apprendere, sono quelli che presentano elementi che è molto difficile ricordare. Infatti, molti studenti, fanno ricorso all'uso di evidenziatori, sottolineando con colori forti le parti più importanti di...
Università e Master

La teoria delle scelte del consumatore

La teoria delle scelte del consumatore, a differenza di tante altre, è abbastanza recente.Nata in periodo neoclassico, essa si basa su alcuni concetti fondamentali.Parte dal presupposto che ogni consumatore può soddisfare i propri desideri scegliendo...
Università e Master

Chimica: la teoria delle bande

La teoria delle bande riguarda il legame chimico presente nei metalli, elaborata in seguito alla teoria degli orbitali molecolari. Il legame metallico presenta un particolare interesse in quanto il reticolo cristallino di tali aggregati è tale da avere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.