Guida alla scultura barocca

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il barocco è una corrente artistica e letteraria che si esprime dal 1600 al 1750 con maggior rilievo in Italia ed in Spagna. Nasce a Roma da una necessità degli artisti di liberarsi della perfezione dei modelli classici, delle figure lineari che caratterizzarono i periodi precedenti. Questo accade dopo la fine del Manierismo. Prende il sopravvento la linea curva, la sinuosità, il movimento. La teatralità, l'esuberanza decorativa e il dramma espressivo sono le caratteristiche fondamentali del periodo. Ecco una breve guida alla scultura barocca.

28

L'arte barocca

Lo scopo dell'arte di questo periodo era quello di riavvicinare il popolo alla chiesa cattolica. L'arte barocca aveva il compito di toccare direttamente l'animo e i sentimenti della gente e per far questo era necessario che essa assumesse forme grandiose e monumentali.
Interni ed esterni delle chiese venivano arricchiti con marmi di diversi tipi, stucchi dorati, bronzi ed enormi specchiere il tutto per riuscire ad ottenere degli effetti policromatici.

38

Sculturabarocca fiorentina

La scultura fiorentina del Seicento appare ancora legata al tardo manieristiche e poco sensibile a recepire le novità prodotte dall'ambiente romano. Un gusto più propriamente barocco si sviluppa in Toscana solo alla fine del secolo, grazie ai lavori di Giovan Battista Foggini e di Massimiliano Soldani. Pietro Tacca, collaboratore del Giambologna, è il più importante scultore attivo a Firenze nel XVII secolo: lavorò per la corte medicea senza staccarsi molto dalla tradizione del manierismo toscano, fondata sul disegno.

Continua la lettura
48

Scultura barocca napoletana

La scultura napoletana del Seicento è rappresentata dall'attività di stuccatori e scalpellini, che lavoravano alla realizzazione di apparati decorativi da inserire nelle strutture architettoniche, secondo una delle tendenze tipiche del gusto barocco.
La scultura lombardo piemontese del 600 trova la sua migliore espressione nei complessi dei Sacri Monti, dove si associa con la decorazione a fresco, secondo la tendenza tipica del XVII secolo a mescolare i diversi generi artistici per ottenere un effetto unitario. A Genova le novità del gusto barocco furono introdotte da uno scultore francese, Pierre Puget, alla cui scuola si formarono i principali artisti della seconda generazione, Filippo Parodi, Bernardo e Francesco Schiaffino.

58

Il più importante scultore barocco Gian Lorenzo Bernini

Il più importante scultore barocco fu Gian Lorenzo Bernini. Mago del marmo, lo lavorava utilizzando contrasti di chiaroscuro che conferivano alle sue opere una teatralità e una tensione drammatica difficilmente riproducibili da altri. Opere spettacoli da ricordare sono sicuramente Piazza San Pietro, seguita da innumerevoli statue: Apollo e Dafne, Enea Anchise e Ascanio, la Medusa, ecc. Ecc.

68

Lo scultore barocco bolognese Alessandro Algiardi

Alessandro Algardi, scultore di origine bolognese, si formò presso l'Accademia dei Carracci assimilandone la cultura classicista, lavorò presso i Gonzaga a Mantova fino al 1625, quando si recò a Roma, chiamato dal Cardinale Ludovisi, per il quale lavorò come restauratore. Lo stile dell'artista risulta molto più equilibrato e composto rispetto a quello berniniano (caratterizzato dall'enfasi e dal movimento) e come tale paragonabile alla produzione pittorica dei classicisti, come Guido Reni e Nicolas Poussin. Notevolissima la sua produzione di ritratti.

78

Guarda il video

88

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Breve guida sull'arte neoclassica

Il movimento neoclassico è nato a metà del millesettecento come reazione allo stile decorativo del movimento rococò. A differenza dell'eccesso sgargiante di quest'ultimo, i dipinti neoclassici si caratterizzano per la presenza di linee pulite, raffiguranti...
Superiori

Breve guida al Neoclassicismo

La corrente artistica neoclassica si sviluppa in Europa nella seconda metà del XVIII secolo e nei primi decenni del secolo successivo; trattasi di un periodo percorso da un gran numero di rinnovamenti culturali e letterari oltre che artistici. Essa ha...
Superiori

Breve guida a "Le Grazie" di Ugo Foscolo

"Le Grazie" rappresentano un periodo difficile della vita di Ugo Foscolo. Nel 1809 la Francia comincia ad attuare una politica autoritaria e dispotica verso l’Italia. Questa situazione crea un clima di pessimismo nell’animo del poeta. Foscolo decide...
Superiori

Guida a "La Nascita Di Venere" di Botticelli

Dipinto a tempera su lino nel 1482-85 e conservato nella Galleria degli Uffizi a Firenze, "La nascita di Venere" di Sandro Botticelli è un capolavoro rinascimentale e della storia dell'arte tout court. Il pittore ruotava attorno alla corte medicea di...
Superiori

Guida sull'Impero di Nerone

Personaggio molto complesso, la figura di Nerone attrae ancora oggi. Fu Anzio a dargli i natali nel 37 d. C. La madre era Giulia Agrippina Augusta (Agrippina minore). Ella fece si che l'imperatore Claudio lo nominasse come suo successore legittimo all'Impero....
Superiori

Guida alla verifica delle ipotesi

Quando si studia un determinato avvenimento scientifico, in molti casi si va avanti per ipotesi. Con tale sistema, in pratica, si formula l'ipotesi e poi si verifica o si confuta. Tutto il metodo scientifico si basa su questo concetto e risulta molto...
Superiori

L'ablativo latino: guida al suo utilizzo

A volte, è semplice distinguere quale complemento traduce perché è preceduto da delle preposizioni, altre volte no perché è solo, retto dal verbo. In questa guida vedremo come riconoscere l'ablativo latino, e come tradurlo. In definitiva, alla fine...
Superiori

Il genitivo latino: guida al suo utilizzo

In latino, il genitivo introduce il complemento di specificazione. Serve a specificare il concetto espresso da un sostantivo, da un aggettivo, da un verbo. Il genitivo latino, quindi, può dipendere da: 1. sostantivi; 2. aggettivi e participi con valore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.