Guida alla poetica di Giuseppe Ungaretti

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Giuseppe Ungaretti è un poeta italiano dell’inizio del Novecento. Le sue opere sono molto importanti per lo studio della letteratura italiana in quanto è considerato il padre fondatore della corrente dell’ Ermetismo. In questa guida andremo ad approfondire la poetica di Ungaretti, ma per capirla meglio bisognerà soffermarsi anche sul contesto storico e gli eventi della vita che la influenzarono. Ora non ti resta che seguire tutti i passi della guida!

25

Storia di Giuseppe Ungaretti

La vita di Ungaretti è segnata da una serie di avvenimenti poco piacevoli che ne influenzarono la poetica. Nacque nel 1888 in Egitto dove i genitori italiani si erano precedentemente trasferiti per un lavoro presso il canale di Suez. Dopo un primo periodo di istruzione in Egitto Ungaretti continuò i suoi studi a Parigi dove si trasferì intorno ai 24 anni. In Francia incontrò importanti esponenti della letteratura come Apollinaire. Nel 1914 decise di tornare in Italia per partecipare alla prima guerra mondiale, esperienza che influenzerà fortemente i suoi scritti. Successivamente la sua vita privata evolse, si sposò e dopo un periodo a Roma si trasferì per lavoro a San Paolo del Brasile. Fu qui che perse un figlio e anche questo avvenimento condizionò i suoi scritti successivi. La sua vita continuò tra successi lavorativi e lutti familiari. Morì in Italia nel 1970. Ora che siamo arrivati a questo punto non ci resta che passare al passo numero due, la poesia e il simbolismo di Giuseppe Ungaretti.

35

La poesia e il simbolismo di Giuseppe Ungaretti

Se da un punto di vista personale la poesia di Ungaretti fu dominata dalla sua stessa biografia, da un punto di vista stilistico fu fortemente influenzata dal Simbolismo francese che aveva avuto modo di conoscere a Parigi. Per esprimere i suoi sentimenti Ungaretti utilizzava frasi semplici, con poche parole ma ricche di significato. Prendendo spunto dai simbolisti francesi evitava spesso l’uso della punteggiatura ed usava figure retoriche come l’analogia o la sinestesia. Questo stile scarno che sottende emozioni e significati forti è evidente nell’opera Allegria ed è inoltre considerato lo stile che diede vita alla corrente letteraria dell’ Ermetismo. Ora che siamo arrivati a questo punto non ci resta che passare al passo numero tre, pessimismo letterario di Giuseppe Ungaretti.

Continua la lettura
45

Pessimismo letterario di Giuseppe Ungaretti

I temi trattati dall’autore sono fortemente connessi con le sue esperienze di vita e con ciò che accadeva nel mondo all’inizio del Novecento. Ungaretti considera la poesia come uno strumento per conoscere la realtà, infatti nei suoi testi ritroviamo i dolori e le angosce provate nella sua vita, le scene di guerra vissute e il mutare dei suoi sentimenti fino ad arrivare alla fede in Dio. Spesso nei suoi scritti si intravede un certo pessimismo ed una visione oscura e tenebrosa della realtà. L’opera che manifesta maggiormente il malessere personale dell’autore è sicuramente Il Dolore, scritta dopo la morte del figlio, è un’opera in cui traspare fortemente la sofferenza del poeta. Ricordati di visionare anche i link in fondo alla guida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Ungaretti: vita e opere

La poesia diviene uno scavo interiore in cui si esprime l'essenziale e tramite un meccanismo ascensionale l'inconscio diviene conscio. Oggi vogliamo approfondire l'argomento ed anche la vita e le opere, di un noto poeta, il caro Ungaretti. Essendo appartenuto...
Superiori

Breve guida alla poetica di Pascoli

Giovanni Pascoli è tra i poeti più importanti della letteratura italiana del Novecento. La sua poetica è conosciuta come le sue opere, in quanto rientra tra gli autori del novecento più studiati. Trattandosi di uno dei letterati più moderni, le sue...
Superiori

Letteratura: la poetica di Giovanni Pascoli

La poetica di Giovanni Pascoli riflette tutto il suo disagio nei confronti della vita, da cui emerge la sua fragilità di individuo, nonché una perenne insicurezza dalla quale cerca di evadere tramite la scrittura. Il modo migliore che escogita per sfuggire...
Superiori

La poetica di Giosuè Carducci

Giosuè Carducci nacque nel 1835 in Versilia. Durante gli studi condotti presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove si laureò in Filosofia e Filologia, dette vita alla "Società degli Amici pedanti", che criticava il Romanticismo e sperava nel...
Superiori

Pirandello: La poetica

Luigi Pirandello costituisce un nome di spicco della storia della letteratura italiana la cui poetica comprende una vasta gamma di generi letterari, fra cui romanzi, novelle, opere teatrali, poesie e anche raccolte di saggi. Il suo pensiero ha senza dubbio...
Superiori

Vita e opere di Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Giuseppe Tomasi di Lampedusa è certamente uno dei maggiori rappresentanti del Neorealismo italiano. Duca di Palma e Montechiaro e principe di Lapedusa, conosceva molto bene la lingua inglese, il francese e il tedesco, da giovane studiò infatti le principali...
Superiori

La poetica di Fabrizio De Andrè

“Dio ci salvi dal maledetto buon senso” se tutti fossero normali e se fossero dotati esclusivamente di buon senso non esisterebbero gli artisti e probabilmente neppure i bambini.Fabrizio De Andrè, cantautore contemporaneo si dedicò alle classi...
Superiori

Letteratura: la poetica di Gabriele D'Annunzio

Gabriele D'Annunzio, nato Pescara nel 1863 e morto nel 1938 al Vittoriale, è considerato uno dei maggiori scrittori e poeti delle letteratura italiana. Egi infatti è uno dei più significativi esponenti del Decadentismo, perché è riuscito a interpretare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.