Guida all'architettura neoclassica

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Durante la seconda metà del Settecento, la cultura europea fu caratterizzata dalla nascita e dallo sviluppo di una nuova corrente artistica: il neoclassico. In Italia i massimi teorici di questo movimento furono tantissimi tra cui spiccano Francesco Milizia e Luigi Lanzi, rispettivamente archeologo e storico dell'arte, ma anche tanti altri non meno famosi, che operarono su vasta scala per l'intera penisola. In riferimento a quanto sin qui descritto, ecco una guida all'architettura neoclassica.

25

Il Teatro alla Scala di Milano

In Italia, Giuseppe Piermarini, architetto di formazione romana, aveva lavorato con il Vanvitelli, del quale era stato collaboratore durante i lavori per la Reggia di Caserta. Egli seppe adattare i propri edifici alla realtà urbanistica preesistente, le sue forme evidenziano sobrietà sia dal punto di vista strutturale, che nella scelta degli elementi decorativi. Tra le sue opere, il Teatro alla Scala di Milano, è certamente tra le più conosciute al mondo.

35

Il Castello Sforzesco di Milano

Un altro celebre esponente del neoclassico, è l'architetto Giovanni Antonio Antolini, al quale si devono buona parte degli interventi ottocenteschi che contribuirono a cambiare radicalmente l'immagine di Milano. Tra le sue opere, caratterizzate da forme geometriche e monumentali, sono da ricordare il progetto del Foro Bonaparte e la sistemazione della zona del Castello Sforzesco, ancora oggi uno dei complessi monumentali più visitati al mondo e di incomparabile bellezza architettonica.

Continua la lettura
45

Il colonnato di San Francesco di Paola a Napoli

Il movimento neoclassico, ebbe una larga diffusione anche a Napoli, dove furono risistemate una serie di strade fra le quali Via Toledo, Mergellina e Posillipo. A questo periodo appartiene la riorganizzazione urbanistica dello spazio antistante il Palazzo Reale, la chiesa e il colonnato si San Francesco di Paola, ovvero una struttura di incomparabile bellezza che vien da tutti paragonata al colonnato di piazza San Pietro. Tra le altre opere neoclassiche della città di Napoli e che meritano una citazione troviamo e il parco e la Palazzina della Floridiana al Vomero. Il neoclassicismo napoletano è caratterizzato da un gusto sobrio e lineare quasi dappertutto.

55

Il Teatro La Fenice a Venezia

In Veneto, il principale interprete del neoclassicismo, è stato l'architetto Giannantonio Selva, che tra i suoi progetti, annovera il Teatro La Fenice e i Giardini Napoleonici, eseguiti appunto su incarico di Napoleone nel 1808 a Venezia. Nella città lagunare, il linguaggio neoclassico resta profondamente permeato da quello palladiano, che aveva dato una svolta in senso classicista all'architettura veneta del Cinquecento. Fra gli edifici più rappresentativi è certamente da citare il lussuoso Caffè Pedrocchi di Padova.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Guida all'architettura di Gaudì

Ogni luogo porta con sé una storia formata da molteplici punti di vista, culturale, letteraria, scientifica, motoristica, sportiva e anche artistica. Questi però sono solo alcuni esempi, se ne potrebbero fare anche di più. In ogni caso è evidente...
Superiori

L'architettura organica di Frank Lloyd Wright

La concezione dell'architettura organica è stata plasmata sin dalla sua infanzia Da Frank LLoyd Wright e precisamente in una fattoria nel Wisconsin, dove ha vissuto in mezzo alla natura. Egli mette a confronto l'architettura convenzionale con l'idea...
Superiori

Breve guida al Neoclassicismo

La corrente artistica neoclassica si sviluppa in Europa nella seconda metà del XVIII secolo e nei primi decenni del secolo successivo; trattasi di un periodo percorso da un gran numero di rinnovamenti culturali e letterari oltre che artistici. Essa ha...
Superiori

Guida alle opere di Brunelleschi

Filippo Brunelleschi nacque a Firenze nel 1377. È stato un architetto che avuto il merito di aver dato nuova vita alla architettura del Rinascimento grazie alle sue molteplici ed incredibili innovazioni. Lavorò principalmente nella sua città natale...
Superiori

Guida all'arte del Rinascimento

L'arte del Rinascimento prende vita a Firenze, all'inizio del XV secolo, per poi essere riconosciuta sia in Italia che in Europa. In quest'epoca l'uomo scoprì di essere dotato di una mente potente in grado di ragionare, strumento indispensabile per costruirsi...
Superiori

Guida alle opere di Masaccio

Tommaso di ser Giovanni di Monte Cassai, soprannominato Masaccio è un grande artista del Quattrocento che rinnovò la pittura rifiutando gli eccessi decorativi e l'artificiosità dello stile dominante all'epoca, cioè il gotico internazionale, inserendosi...
Superiori

Guida alle opere di Palladio

Il famoso Andrea Palladio fu un importante architetto italiano vissuto durante il XVI secolo, che lavorò specialmente nelle splendide città di Vicenza e Venezia, contribuendo al rinnovamento della loro architettura urbana e divenendo un punto di riferimento...
Superiori

Breve guida a "Le Grazie" di Ugo Foscolo

"Le Grazie" rappresentano un periodo difficile della vita di Ugo Foscolo. Nel 1809 la Francia comincia ad attuare una politica autoritaria e dispotica verso l’Italia. Questa situazione crea un clima di pessimismo nell’animo del poeta. Foscolo decide...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.