Guida al pensiero politico di Machiavelli

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In questa guida affronteremo il pensiero politico di Machiavelli, le sue tesi sono strettamente connesse alla realtà politica, nella quale egli vive. L’Italia dell’epoca era suddivisa in una serie di Stati, connotati da una forte instabilità. Lorenzo il Magnifico, aveva contribuito a generare delle alleanze tra gli Stati, questo aveva garantito al paese l’indipendenza dal dominio straniero, ma verso la fine del 400, una profonda crisi investe l’Italia, e con la discesa al potere di Carlo VIII, si scopre che il sistema di alleanze generato in precedenza non è più fattibile, a causa di un’elevata corruzione della classe politica.

24

Le sue concezioni non sono quelle di un teorico, ma nascono a causa della realtà storica, che egli vive, connotata non solo da un fallimento della politica, ma anche da un crollo militare e morale. I valori dell’amor di patria e lo spirito di sacrificio, che caratterizzavano l’antica Roma, sono scomparsi, a causa della mutevole natura dell’uomo e della sua continua insoddisfazione. Sono questi i motivi per cui Machiavelli auspica la presenza di un Principe dalle straordinarie virtù, che possa rendere L’Italia uno Stato unitario dotato di grande forza e in grado di respingere le mire espansionistiche del nemico.

34

Le sue opere sono strettamente connesse alla sua esperienza, e per lui ne esistono due tipi: quella diretta, che deriva dalla partecipazione attiva agli avvenimenti politici, e quella ricavata dalla lettura dei classici. Machiavelli è fermamente convito, che studiando il comportamento umano attraverso questi due tipi di esperienza, si possa arrivare a una concreta formulazione di leggi universali, per lui l’uomo non è soggetto a cambiamenti nel tempo, da qui ne deriva la sua concezione pessimistica dell’uomo, guidato da interessi materiali, fini a se stessi e sempre più distante dai valori civili, ne discende che l’uomo politico, deve agire in questa difficile situazione, e di conseguenza deve essere pronto ad agire secondo le circostanze, da qui nasce la famosa affermazione, ”il fine giustifica i mezzi”.

Continua la lettura
44

Lo Stato necessita che i propri cittadini abbiano delle virtù civili, come l’amor di patria e l’onestà, ma per far sì che gli uomini assimilino queste virtù sono necessarie delle istituzioni; Machiavelli ne indica tre: la religione, le leggi e le milizie. La religione è intesa come strumento di governo, per radicare negli uomini il senso del vivere civile. Le leggi sono la base del vivere civile, in quanto regolano il comportamento degli uomini. Le milizie rappresentano la forza dello Stato e devono essere formate dai cittadini, in modo tale da creare un legame forte con la patria.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Niccolò Machiavelli: vita e opere

Niccolò Machiavelli è uno dei maggiori esponenti dell'intera letteratura italiana del Quindicesimo Secolo. Uno degli autori più studiati e di maggiore considerazione artistica. La sua vita sempre a stretto contatto con la politica, ha influenzato il...
Superiori

Guida al pensiero di Leopardi

Tra i maggiori esponenti del Romanticismo italiano troviamo il celebre Giacomo Leopardi. Nato a Recanati nel 1768, per comprendere appieno il suo pensiero, nonché il suo modo di scrivere, dobbiamo partire dal principio. Innanzitutto, è di fondamentale...
Superiori

La funzione di controllo e indirizzo politico del Parlamento

In questa guida ci occuperemo di approfondire l'argomento sulla funzione di controllo e l'indirizzo politico del parlamento. Una delle funzioni principali che la nostra Costituzione affida al Parlamento italiano, è proprio quella di controllo sull'operato...
Superiori

Guida al pensiero di Manzoni

Alessandro Manzoni è senza dubbio uno degli scrittori italiani più importanti di tutti i tempi. Nato a Milano nel 1785, appartiene a quello che è conosciuto come il movimento romantico. La vita di Manzoni risulta particolarmente tranquilla e per questo...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Platone

La filosofia è quell'insieme di principi che cerca di interpretare e definire i modi del pensare e anche del'agire umano. Nel corso dei secoli si sono succeduti molteplici filosofi, ognuno dei quali ha dato la sua concezione ai diversi aspetti della...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Hegel

Chi si avvicina alla filosofia per studio, lavoro o interesse personale verrà sicuramente affascinato dal pensiero di Georg Wilhelm Friedrich Hegel. Questo famoso filosofo tedesco, nato nel 1770 a Stoccarda in Germania, fu seguace della Chiesa e dell'uomo...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Talete

A volte conoscere la vita dei maggiori autori dell'età antica può farci allargare le nostre conoscenze. In particolare studiare la filosofia, ossia il pensiero di teorici, può avere un'influenza sul nostro modo di pensare il mondo. Uno tra questi è...
Superiori

Il pensiero dei filosofi tedeschi dell'Ottocento

In Germania, agli inizi dell'Ottocento prese vita l'idealismo tedesco. Questa corrente filosofica appena citata fonda le sue radici nel pensiero platonico e nel pensiero kantiano. Se siete interessati a queste tematiche, vi è fortemente consigliato continuare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.