Guida ai pianeti del sistema solare

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

Lo studio dell'astronomia, dei pianeti con i propri satelliti e le diverse stelle che abitano l'universo, ha fin dall'antichità esercitato un certo fascino sul genere umano. Grazie allo studio dell'astronomia si sono potuti calcolare eventi e cicli che in seguito si sono poi verificati, creando eventi più o meno buoni sulla nostra Terra. Ma non è semplice capire ad una prima occhiata quali siano i diversi pianeti e conoscerne subito i nomi; ci vuole un'attento studio che deve partire da buone basi, senza le quali sarebbe difficile comprendere argomenti più complessi.
L'insieme dei corpi celesti che subiscono in modo apprezzabile l'attrazione gravitazionale del Sole è detto Sistema solare. Conta 9 pianeti, con i loro satelliti, ma anche asteroidi concentrati tra Marte e Giove, comete e meteoriti. Il Sole è l'unica fonte di energia termica del sistema e la sua massa costituisce il 99.8% della materia totale presente in questo. Pare che le origini del sistema risalgano a 5 miliardi di anni fa e che i suoi pianeti abbiano avuto origine da un'unica nebulosa primordiale in contrazione. I 9 pianeti sono divisi in due categorie: pianeti terrestri e pianeti gioviani. Tra i primi rientrano: Mercurio, Venere, Terra, Marte. Tra i secondi: Giove, Saturno, Urano, Nettuno. Plutone viene considerato a parte. Ma conosciamo meglio i protagonisti del sistema solare, uno ad uno, leggendo questa guida. I pianeti saranno descritti partendo da quello più vicino al Sole, fino ad arrivare a quello più lontano.

212

Mercurio

Mercurio è uno dei pianeti più piccoli, non ha satelliti e compie il moto di rivoluzione in 88 giorni terrestri, mentre quello di rotazione in 56. È il più vicino al Sole, ha infatti una temperatura elevata, pari a 420°C, ma è stata trovata presenza di ghiaccio all'estremità dei due poli, contenuto all'interno di alcuni crateri, mai esposti al Sole. Paradossalmente, il fatto che sia il più vicino al Sole, è anche il motivo per cui è molto difficile vederlo; infatti, i raggi del sole impediscono di poterlo osservare. È privo d'acqua e l'atmosfera su questo pianeta è quasi inesistente. L'assenza di acqua e atmosfera, unita alle altissime temperature, rende impossibile la vita su questo pianeta. Si presenta morfologicamente inalterato rispetto al momento della sua formazione, dato che non si osservano tracce di attività vulcanica o sismica. Pare abbia un nucleo metallico simile a quello terrestre, che generi un campo magnetico bipolare sulla superficie. Quest'ultima è ricca di crateri, generati dalla collisione con i meteoriti dello spazio.

312

Venere

Venere, detta anche stella della sera e del mattino, ha dimensioni e densità simili a quella della Terra e non ha satelliti. È visibile, molto spesso, anche ad occhio nudo in pieno giorno. Riflette i raggi del Sole in misura di gran lunga maggiore rispetto agli altri pianeti, per questo appare come un pianeta molto luminoso. Completa la sua rotazione in 255 giorni. Il suo moto rotatorio è retrogrado. Ha un'atmosfera densa e secca, costituita da biossido di carbonio, azoto e vapor d'acqua. La pressione atmosferica al suolo è elevata e, a causa della grande percentuale di biossido di carbonio, l'atmosfera genera un effetto serra, quindi è sempre nascosta da nubi. Venere perciò è un pianeta caldissimo : 477°C. A differenza della Terra, se ci trovassimo su Venere, vedremmo il sole nascere ad Ovest e tramontare a Est. La superficie è principalmente rocciosa e pianeggiante, ma si possono trovare anche dei vulcani e delle montagne.

Continua la lettura
412

Terra

Il pianeta Terra è l'unico pianeta su cui è permessa la vita, favorita dall'atmosfera e soprattutto dalla presenza di acqua. Ruota attorno al proprio asse e contemporaneamente intorno al Sole. È interessata da un'intensa attività dinamica che ne modifica continuamente l'aspetto superficiale. Orbita intorno al Sole a una velocità di 108.000 km/h in senso antiorario, se osservato da sopra il Polo Nord. Ha massa piccola ma densità elevata, con un atmosfera contenente azoto, ossigeno, argon, vapore acqueo e biossido di carbonio. L'atmosfera è suddivisa in diversi strati (dal più interno al più esterno): troposfera, stratosfera, mesosfera, termosfera, esosfera. La struttura terrestre è costituita da 3 involucri concentrici: crosta, mantello (suddiviso a sua volta in mantello inferiore e superiore) e nucleo (suddiviso a sua volta in nucleo interno ed esterno). Possiede un solo satellite, la Luna. La sua superficie presenta delle zone rocciose e vulcaniche.

512

Marte

Marte ha un periodo di rotazione e un'inclinazione dell'asse simili a quelle della Terra, perciò su questo pianeta si alternano stagioni, più lunghe e fredde di quelle terrestri, a causa della maggiore lontananza dal Sole. L'atmosfera è rarefatta, contiene azoto e biossido di carbonio ed è spesso perturbata da tempeste di polvere, che conferiscono al pianeta il caratteristico colore rossastro. Nelle calotte glaciali è presente ghiaccio secco. Inoltre, sono evidenti i segni dell'azione erosiva di acque correnti, che oggi probabilmente potrebbe essere trattenuta nel sottosuolo allo stato solido. Gli astronomi hanno rilevato segni che possono far ipotizzare che, in passato, abitassero delle forme di vita sul pianeta. In realtà, questa tesi è ancora molto discussa. Comunque, sono osservabili segni di attività vulcanica e tettonica, ma anche crateri causati da meteoriti. Marte ha due piccoli satelliti: Fobos e Deimos, steroidi catturati dalla forza di gravità del pianeta.

612

Giove

Giove è il pianeta più grande del Sistema solare, il suo peso è 300 volte maggiore a quello della Terra e, dopo Venere, è il pianeta più luminoso. Manca di una superficie solida e ha una composizione molto simile a quella del Sole, tanto che lo strato più esterno è costituito principalmente da idrogeno molecolare ed elio. Un anno su Giove dura quasi 12 anni terrestri, un giorno 10 ore. Il campo magnetico del pianeta è molto forte ed è opposto a quello della Terra. Per esempio, se ci trovassimo su Giove e portassimo con noi una bussola, essa indicherebbe come Nord ciò che invece è Sud. Inoltre, su Giove sono presenti delle nubi costituite da carbonio, zolfo e ammoniaca cristallizzata, che vengono spostate da venti molto forti. Questo movimento finisce per generare dei vortici. Inoltre, il pianeta emette energia sotto forma si radiazioni infrarosse e presenta 16 satelliti noti. Quelli scoperti da Galileo Galilei sono detti "galileiani" e sono Io, Europa, Ganimede e Callisto.

712

Saturno

Saturno è un tipico pianeta gioviano, infatti presenta delle caratteristiche molto simili a Giove. È il secondo pianeta più grande, ha una massa elevata, una superficie stesa e bassa densità. Composto prevalentemente di idrogeno, ruota velocemente, ma per compiere un'intera rivoluzione attorno al Sole impiega 30 anni. Come Giove, sono presenti venti molto intensi e molteplici vortici. Inoltre, anche in questo caso il campo magnetico è molto forte e opposto rispetto a quello della Terra. La sua atmosfera contiene elio, metano, ammoniaca, etano e soprattutto idrogeno. La sua caratteristica peculiare è la fascia di 7 anelli che presenta intorno al piano equatoriale, costituita da frammenti solidi che probabilmente non sono riusciti ad aggregarsi per formare un satellite. Gli anelli sono molto affascinanti per i colori vivaci e la luminosità che presentano. Saturno ha 18 satelliti, tra cui Titano, che ha dimensioni simili a quelle di Mercurio. Tuttavia, è probabile che ci siano altri satelliti che non sono stati ancora scoperti.

812

Urano

Urano è molto simile a Nettuno per quanto riguarda l'atmosfera. Essa è costituita principalmente da idrogeno, elio e metano. Questo pianeta, proprio grazie alla presenza del metano, mostra una superficie di colore celeste. Non ci sono crateri, per cui appare "liscio". Anche qui ci sono venti intensi e un campo magnetico molto forte. A differenza della Terra, i suoi poli sono riscaldati dal Sole molto più dell'equatore. Gli astronomi hanno suddiviso il pianeta in tre strati: quello più esterno, costituito dall'idrogeno; quello centrale, che è più "liquido", in quanto è formato soprattutto da acqua; lo strato più interno, che è quello più solido, costituito da rocce. Urano ha 11 anelli, poco luminosi e costituiti dai frammenti dei satelliti. I satelliti sono 15 e devono il proprio nome ai personaggi creati da Shakespeare e da Pope, come Titania, Oberon e così via.

912

Nettuno

Nettuno fu scoperto solo nel 1846. È molto simile ad Urano per quanto riguarda il colore della superficie e la presenza del metano nell'atmosfera. Qui i venti soffiano molto più violentemente che negli altri pianeti e ciò comporta la presenza di numerosi vortici. È circondato da un sistema di anelli, sottili e poco luminosi: Anello Adams, Anello Leverrier e Anello Galle. Anche in questo caso gli anelli si sono formati dai frammenti dei satelliti. Nell'atmosfera sono presenti idrogeno, elio e metano. Ha 13 satelliti tra cui i principali sono Tritone e Nereide. La scoperta di questo pianeta ha rappresentato il trionfo della legge di Newton. La temperatura media della sommità è di -215°c, che è superiore di 10°c a quella prevista. Infatti è stata fatta l'ipotesi che il pianeta potesse avere una sorgente interna. Il moto di rotazione di Nettuno è quello più lungo tra tutti i pianeti appartenenti al sistema solare; un'orbita, infatti, dura 1 anno.

1012

Plutone

Plutone è il pianeta che è stato scoperto più tardi rispetto agli altri del sistema solare. È anche il più piccolo e il più lontano dalla Terra e da Sole. Per questo motivo, è il più freddo e il più buio. Inoltre, è il pianeta che presenta il moto di rivoluzione più lento. La superficie è rocciosa; per il resto, è composta da acqua e metano solidificati. Dato che la sua composizione è molto differente rispetto agli altri pianeti, gli studiosi ipotizzano che possa essersi formato in maniera diversa. La sua gravità è molto debole, anche più di quella presente sulla Luna. Plutone ha un unico satellite, Caronte, che ha delle dimensioni simili al pianeta stesso. Per questa ragione, a volte viene considerato come un altro pianeta piuttosto che come un satellite. Un'altra peculiarità consiste nel fatto che questo pianeta è l'unico a non essere stato sondato da una sonda spaziale.

1112

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come rappresentare il sistema solare

All'interno della presente guida, andremo a parlare di scienza e, più specificatamente, come avrete già potuto notare dal titolo rappresentativo della nostra guida, ora andremo a parlarvi di astronomia. Nello specifico, vi spiegheremo Come rappresentare...
Superiori

L'origine del sistema solare

Il Sole rappresenta la stella più importante che esiste nell'Universo, dal momento che consente di generare la vita sulla Terra. Il Sole, infatti, grazie ai suoi raggi permette di riscaldare il pianeta terrestre, favorendo la vita e lo sviluppo di ciascun...
Superiori

Fisica: il moto dei pianeti

In ordine di distanza dal Sole, i pianeti del Sistema solare sono: Mercurio, Venere, Terra, Marte (chiamati pianeti interni, o terrestri, perché presentano caratteristiche che sono simili a quelle del nostro pianeta), Giove, Saturno, Urano, Nettuno (detti...
Superiori

Pianeti terrestri e gioviani: caratteristiche

Oggi, grazie alla tecnologia avanzata e a dei telescopi digitali in grado di scrutare nel profondo universo, è possibile distinguere e classificare pianeti di ogni genere. Tra questi sono costantemente monitorati quelli che orbitano intorno alla Terra...
Superiori

Scienze: le comete e le meteore

Nel sistema solare, come è noto, sono presenti 9 pianeti, tra cui la Terra, che ruotano intorno al Sole. Oltre ai pianeti, però, bisogna sapere che esistono migliaia, milioni o forse anche miliardi di altri corpi che ruotano intorno ad esso. Questi...
Superiori

Come Realizzare Un Collettore Solare

Nella guida che segue vi sarà spiegato passo dopo passo come realizzare un collettore solare nel modo più semplice ed intuitivo possibile. Questo esperimento costituisce una interessantissima esperienza didattica per gli studenti che desiderano a tutti...
Superiori

Come risolvere un sistema a due incognite

In matematica, per sistema di equazioni a due incognite si intende un insieme di due equazioni contenenti due incognite le cui soluzioni devono contemporaneamente soddisfarle tutte. Per risolvere un sistema di equazioni si intente riuscire a trovare l'insieme...
Superiori

Come risolvere un sistema lineare

In questo articolo si è deciso di dedicarlo ad un argomento molto utile a tutti gli studenti, che si accingono ad affrontarlo a scuola, durante l'anno scolastico. Nello specifico si è ben pensato di parlare sul come poter risolvere, nel modo più veloce...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.