Guida ai limiti notevoli

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Studiare la matematica, molto spesso può risultare un'operazione abbastanza complessa proprio perché gli argomenti trattati da questa disciplina non sono sempre molto facili da comprendere sopratutto se si hanno a disposizioni poche informazioni. Con l'aiuto delle moltissime guide presenti su internet, potremo molto facilmente riuscire ad ottenere tutte le informazioni che desideriamo sui vari argomenti trattati da questa disciplina, in questo modo riuscire a studiare risulterà molto più semplice. Tutto quello che dovremo fare sarà utilizzare un computer connesso ad internet, per poter effettuare molto semplicemente una ricerca utilizzando un qualsiasi browser. Nei passi successivi, in particolare, vedremo un guida che ci aiuterà a comprendere meglio i limiti notevoli.

25

Occorrente

  • Leggere con attenzione la guida.
35

Limiti di funzioni trigonometriche

Consideriamo i limiti in cui compaiono funzioni trigonometriche (ovvero le funzioni di un angolo): un limite frequente, valido per x che tende a 0, è sen (x)/x=1. Questa relazione può essere verificata tramite dimostrazione, ma risulta evidente anche solo tracciando i grafici della funzione f (x)=sen (x) e della funzione f (x)=x, che è la bisettrice del primo e del terzo quadrante. Si evincerà che, in prossimità dell'origine degli assi O (0;0), i due grafici tendono a sovrapporsi, cioè le due funzioni, man mano che x si avvicina allo zero, tendono ad uguagliarsi: il loro rapporto sarà quindi 1.
Se x non tende a 0, ma ad un valore "a", che compare anche al denominatore nell'espressione "x-a", possiamo comunque sfruttare il limite notevole operando un cambio di variabile. Per esempio, se x tende a 2 ed al denominatore troviamo x-2, possiamo porre T=x-2 e calcolare il limite per T che tende a 0, ricordandoci di sostituire x con T+2. Da questo primo limite, sfruttando le formule della trigonometria, se ne possono facilmente dedurre altri, tutti validi per x che tende a 0. Essi sono innanzitutto (1-cosx)/x=0, poi (1-cosx)/x^2=1/2 e infine tgx/x=1.

45

Limiti di funzioni esponenziali

Riguardo ai limiti notevoli, riguardanti le funzioni esponenziali e logaritmiche, limite fondamentale, per x che tende a ∞, è (1+1/x)^x=e.
Raramente esso si trova nella sua forma pura: solitamente la x è accompagnata da coefficienti e questo varia il risultato del limite. Ecco, a tal proposito, qualche esempio: (1+1/x)^3x=e^3 oppure (1+1/7x)^x= radice settima di x. Per risolvere invece (1-5/x)^x: possiamo utilizzare una sostituzione: T=-5/x. Anche in questo caso possiamo dedurre una serie di altri limiti notevoli, validi tuttavia per x che tende a 0: ln (1+x)/x=1 e (e^x-1)/x=1.

Continua la lettura
55

Conclusioni finali

Possiamo operare, per la risoluzione dei limiti, anche semplicemente sostituendo, all'interno di qualsiasi funzione, senx, tgx o ln (1+x) con x, oppure 1-cosx con x^2/2, sempre però solo nel caso in cui x tende a zero.
A questo punto non ci resta che provare subito a risolvere i limiti, utilizzando tutte le indicazioni riportate nei passi precedenti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come trovare la derivata di una funzione

Un concetto che mette in difficoltà molti studenti che si approcciano allo studio della funzione è sicuramente quello di derivata. La derivata, infatti, è inizialmente difficile da contestualizzare all'interno della funzione, poiché è collegata ad...
Superiori

Come trovare il dominio di una qualsiasi funzione

La matematica è una materia molto complessa perché non è sufficiente imparare i vari argomenti a memoria, ma bisogna capire tutti i passaggi per riuscire poi ad utilizzare le varie formule. Durante lo studio di questa materia, ci sarà sicuramente...
Superiori

Come applicare il secondo teorema di De l'Hopital

Nel caso in cui si voglia effettuare il calcolo di un limite, la giusta procedura da compiere consiste nell'applicare il secondo teorema di De l'Hopital. Questa regola, può anche essere applicata per il calcolo di funzioni appartenenti ad altre forme...
Superiori

Come calcolare il lavoro applicato a un corpo

La fisica è la scienza che studia le leggi che regolano l'andamento della natura. Ciò che qualsiasi fisico si prefigge è lo studio dei fenomeni naturali, cioè tutti i fenomeni che possiamo quantificare attraverso le grandezze fisiche che oggi conosciamo....
Superiori

Come Calcolare Il Flusso Del Campo Magnetico

Molti di noi non hanno tanta dimestichezza con la fisica e i suoi fenomeni. Questo perché non hanno praticità di matematica e analisi dei fenomeni fisici e naturali. Non sono in molti coloro che riescono a calcolare ad esempio, il flusso del campo...
Superiori

Come risolvere equazioni e disequazioni goniometriche

Una disuguaglianza trigonometrica contiene uno o molte funzioni trigonometriche dell'arco x variabile nella forma R [f (x), g (x) ...]> 0 (o -sin 3x; sin x + 3x sin 3cot x; cos 2x -2> -3sin x.Esempi di equazioni: sin x + sin 2x= -sin 3x; sin x + 3x...
Superiori

Metodi di derivazione dei polinomi

Per polinomio si intende la somma algebrica di monomi, questi possono essere simili tra loro, ovvero avere uguale parte letterale oppure no (vedi https://it.wikipedia.org/wiki/Polinomio). Nel secondo caso la derivata del polinomio è detta parziale perché...
Superiori

Come si calcola il flusso del campo magnetico

La scuola riapre i battenti e con essa lo studio intensivo e l'impegno tra i banchi. Tra le materie più complesse vi è la fisica ed, in particolare, il magnetismo. Parliamo di campo magnetico quando ci riferiamo a un cosiddetto "campo vettoriale solenoidale"...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.