Grammatica: l'uso dell'indicativo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

L'indicativo è il modo grammaticale attraverso cui si presenta la realtà, sia quella percepita come reale dal soggetto che la esprime, sia inoltre quella che risulta essere oggettivamente una constatazione fattuale. L'uso dell'indicativo è estremamente frequente nella lingua italiana, tanto da poter essere considerato come il modo più utilizzato, spesso abusato a sfavore del congiuntivo. L'Indicativo dispone di otto tempi: un tempo presente, due tempi futuri, e cinque tempi per il passato. In particolare questi tempi sono il presente, il futuro semplice e quello anteriore, l'imperfetto, il passato prossimo, il passato remoto, il trapassato prossimo e quello remoto. Vediamo più nel dettaglio cosa dispone la grammatica per quanto riguarda l'uso dell'indicativo.

28

Il modo indicativo è suddiviso in tempi semplici e composti. I tempi semplici sono il presente, l'imperfetto, il futuro semplice e il passato remoto. I tempi composti sono invece il passato prossimo, il trapassato prossimo, il trapassato prossimo ed il futuro anteriore. L'uso di questi tempi è maggiormente frequente nelle frasi indipendenti, cioè quelle che hanno di per sè un significato, ma non ne è escluso l'utilizzo nelle frasi dipendenti (cioè quelle che dipendono dalla proposizione principale). Ad esempio: "So che Giulia non è stata promossa perché ha studiato poco la matematica" è una frase che esprime in maniera chiara un fatto conosciuto dal soggetto.

38

Per quanto riguarda il tempo presente del modo indicativo, spesso viene usato per indicare un' azione, un modo di essere o uno stato che esiste o che diventa esplicito nel momento in cui il soggetto lo esprime. Ad esempio: "Sono uno studente universitario", "Abbiamo molta fame", "Quelli che vediamo sono dei bellissimi fiori".
Un'ulteriore utilizzo del tempo presente si esplica nel momento in cui debba essere espresso un fatto universalmente vero o un avvenimento che avviene sempre in un determinato periodo, ad esempio: "Il pipistrello è un mammifero", "chi troppo vuole nulla stringe".

Continua la lettura
48

Per quanto riguarda l'uso del passato, si utilizza il passato remoto per indicare avvenimenti avvenuti in un passato lontano e che non hanno rapporti espliciti con il presente. Scopo del passato prossimo invece è quello di visualizzare un 'azione passata come un evento compiuto e concluso nel passato. Ad esempio si può dire "Ieri sono andato al cinema", "l'altro giorno ho mangiato la pizza", "due giorni fa ho incontrato Sergio".

58

Il trapassato prossimo invece è una forma verbale che indica la compiutezza di una azione avvenuta nel passato oppure l'anteriorità temporale di un evento rispetto ad un momento passato. Un esempio può essere il seguente:" Ieri ho ricevuto il buono sconto che avevo richiesto il giorno prima". Il trapassato remoto, serve ad indicare dei fatti che si sono svolti poco prima di un momento indicato nel passato remoto. Troviamo poi l'imperfetto, solitamente un verbo utilizzato ampiamente nei romanzi: indica situazioni ed abitudini considerate in un tempo passato, ed è la forma più adatta da utilizzare per descrivere dei fatti avvenuti nel passato.

68

Infine abbiamo il futuro semplice e quello anteriore. Il futuro semplice indica situazioni ed eventi presenti e futuri che in qualche modo possono risultare incerti ad esempio possiamo dire "Domani andrò a Roma, stasera dormirò tutta notte, Mirko giocherà a calcio". Il futuro anteriore invece, indica eventi esperienze e fatti considerati come compiuti ma che si trovano nell'ambito dell'avvenire. Alcuni esempi possono essere i seguenti:"Domani a quest'ora, Marco sarà già andato a casa", "Manuel non c'è sarà andato alla partita di calcio".

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • L'indicativo può essere usato sia nelle proposizioni principali che in quelle secondarie;
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Grammatica: guida ai tempi dei verbi

La lingua italiana risulta essere una delle lingue più complesse (tra quelle che utilizzano l'alfabeto latino). Di certo, per comprendere perfettamente questa splendida lingua, la soluzione più adeguata sarebbe esattamente quella di rivolgervi ad un...
Elementari e Medie

Come fare per non sbagliare la concordanza dei verbi

Spesso ci capita, anche involontariamente, di ascoltare i discorsi delle persone che incontriamo quando andiamo a fare la spesa, al pub e alla televisione. Non vi è mai capitato di pensare "ma come parla questa persona?". Personalmente l'ho pensato spesso...
Superiori

Le ipotetiche in grammatica francese

Le frasi ipotetiche in grammatica francese, sono argomenti estremamente importanti nella grammatica di questa lingua. Infatti, queste, sono date, da una proposizione principale e da una subordinata, solitamente, per l'appunto, ipotetica. Nella lingua...
Lingue

Come formare il periodo ipotetico in francese

Di questi tempi parlare due o più lingue è diventato di fondamentale importanza, soprattutto per le relazioni di lavoro e per chi vive e lavora all'estero. Non è infrequente infatti, soprattutto per le persone abituate a viaggiare molto, parlare più...
Lingue

Lingua spagnola: i verbi

Approcciarsi ad una lingua differente dalla propria non è mai semplice. Ci sono regole da imparare, termini da memorizzare, nuovi suoni da pronunciare e, inizialmente, tutto ciò potrebbe scoraggiare chi si accinge a studiare per la prima volta una nuova...
Elementari e Medie

Grammatica: l'uso del congiuntivo

La grammatica italiana, presenta numerose sfaccettature e regole ben precise. Per tale ragione essere in grado di scriverla e parlarla in modo corretto, specialmente per persone di lingua diversa, non è un impresa molto semplice! In questa breve guida,...
Università e Master

Come Costruire Verbi Parasintetici

La lingua italiana presenta una grammatica abbastanza ricca, infatti sono molte le parti del discorso presenti nel linguaggio, come ad esempio: sostantivi, nomi, aggettivi, articoli, preposizioni, verbi, congiunzioni e avverbi e tutti devono essere analizzati...
Superiori

Come riconoscere i verbi difettivi

I verbi, nella grammatica italiana, sono molto numerosi. Coniugazioni, tempi e modi complicano non poco lo studio di questi importanti elementi delle frasi e dei discorsi della nostra lingua. Molto numerose sono anche le tipologie in cui i verbi vengono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.