Grammatica italiana: la punteggiatura

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Nella grammatica italiana la punteggiatura, quando si scrive, è indispensabile per comprendere subito il pensiero di chi scrive ed anche i vari accenni che lo caratterizzano. Per spiegarci meglio, la punteggiatura serve a farci fare nel discorso scritto le varie pause che solitamente facciamo nell'esprimerci; senza le pause i nostri discorsi sarebbero monotoni, lineari, senza espressioni e colori; così anche gli scritti, senza le pause sarebbero incompleti e privi di significato reale. La punteggiatura è un interpunzione: pungere in mezzo; infatti quando mettiamo la punteggiatura non facciamo altro che mettere dei segni tra una parola e l'altra.

24

Il punto

Il punto fermo indica la fine di un periodo, il completamento di un pensiero. Il trattino di linea serve per unire due parole diverse; esempio: italo-francese. Poi ci sono le virgolette, usate per riportare citazioni altrui. Le parentesi tonde servono a contenere una frase complementare che non ha nulla a che vedere con il resto del periodo. Il tratto di linea (differente dal trattino, perché più lungo) si usa per rimpiazzare le virgolette tra una parola e l'altra e per sostituire le parentesi. Infine la dieresi si usa per individuare la separazione tra due vocali, un dittongo che va pronunciato con una sola emissione di fiato.

34

Il punto è virgola

Il punto è virgola determina una pausa più lunga, si usa tra due enunciati coordinati di uno stesso periodo, di tanto in tanto si trova anche davanti alla congiunzione avversativa: ma;. I due punti indicano anch'essi una pausa, ma più che separare, lega le parti che divide più strettamente. Si utilizzano prima di citare parole altrui; per spiegare meglio un concetto; per elencare. Il punto interrogativo, lo dice stesso la parola è il punto di domanda, va messo per esprimere un dubbio. Il punto esclamativo esprime invece sorpresa, stupore, meraviglia e si usa generalmente dopo interazioni quali: ehi, eh, ahi, ah, oh.

Continua la lettura
44

La virgola

I segni più importanti della punteggiatura sono: la virgola, che significa "verghetta", serve per le pause brevi di un discorso: è indispensabile quando si elencano aggettivi, nomi, verbi, etc. E per isolare un'apposizione, un vocativo, un inciso; esempio: Carloalberto, torna indietro! Oppure: Ieri, se ben ricordate, abbiamo analizzato i verbi. La virgola non si usa davanti alle congiunzioni né, e, o, quando uniscono elementi della stessa specie; tra un soggetto e il predicato; tra l'attributo e il nome; tra il predicato e il complemento; davanti ad un pronome relativo; esempio: il dipinto che hai in casa è di gran valore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Grammatica italiana: le preposizioni

Possiamo definire proposizione quella parola invariabile che poniamo davanti a diverse 3 cose. Un nome, un pronome o ad un verbo per definire una relazione che intercorre tra questo nome e la parola che precede. Possiamo trovare anche le preposizioni...
Elementari e Medie

Grammatica italiana: gli articoli

In questa guida tratteremo un argomento molto basilare e semplice, presente nella grammatica italiana. Questo è un argomento che viene studiato alle elementari poiché è alla base di tutta la lingua italiana. Stiamo infatti parlando degli articoli....
Elementari e Medie

Come usare i segni di punteggiatura

Per scrivere un ottimo testo, un articolo o un saggio, una delle caratteristiche fondamentali, da tenere in considerazione, è l'utilizzo della punteggiatura. A volte basta un errore nella posizione di un punto, oppure, l'utilizzo di un segno di punteggiatura...
Elementari e Medie

Come usare la punteggiatura

Con la punteggiatura hai a disposizione uno strumento linguistico molto importante: essa è il mezzo fondamentale che ti si offre per rendere, nella lingua scritta, le varie sfumature espressive che caratterizzano la lingua orale. Una punteggiatura sbagliata...
Elementari e Medie

Grammatica: la costruzione di un periodo

Il periodo serve per comporre un discorso di senso compiuto: si articola con delle frasi, al termine del quale troviamo un segno di punteggiatura. Il periodo ha le seguenti caratteristiche: è formato da tante frasi quanti sono i predicati verbali o nominali...
Elementari e Medie

5 regole per l'uso della punteggiatura

Scrivere può risultare a volte difficile, sia per i più piccoli, sia per gli adulti.Spesso cadiamo in errori dialettali, in dimenticanze grammaticali e talvolta sbagliamo la punteggiatura.Errori se ne possono fare di diverso tipo, anche per distrazione,...
Elementari e Medie

Grammatica: le proposizioni comparative

La lingua italiana è senza dubbio una delle più complesse ed articolate ed è per questo motivo che, se la si vuol padroneggiare egregiamente, bisogna conoscere adeguatamente la sua grammatica. La grammatica italiana è davvero vasta e per studiarla...
Elementari e Medie

Come usare la punteggiatura nel discorso diretto

Una delle tecniche narrative più frequentate si sostanzia sulla celebre espressione di matrice angolosassone "show, don't tell" (mostra, non raccontare). È attraverso il dialogo che lo scrittore può mostrare vividamente l'azione. In particolare, adoperando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.