Grammatica greca: sintassi del verbo

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

La sintassi è quella branca della grammatica che studia i costrutti, cioè i diversi modi in cui le parole si uniscono tra di loro per formare una proposizione e i vari modi in cui le proposizioni si collegano per formare un periodo. Questo termine deriva dal greco e significa "associazione, organizzazione", proprio per indicare il legame che intercorre tra le parole e le frasi che formano un periodo. Generalmente, si riconoscono due tipi di sintassi: quella della frase semplice, cioè l'analisi logica della proposizione, e quella della frase complessa, ovvero l'analisi logica del periodo. Quando dobbiamo utilizzare un verbo, questo deve essere coniugato con la persona o con l'oggetto a cui si riferisce. Ora analizzeremo la sintassi del verbo nella grammatica greca.

24

Indicativo e congiuntivo

L'indicativo è il modo principale di molte lingue e, anche nella grammatica greca, viene usato per indicare una condizione di fatto, una constatazione della realtà, quindi una certezza. Dato che nella lingua greca non esiste il nostro condizionale, per ovviare a questa mancanza si utilizza l'imperfetto. Il congiuntivo, invece, interviene all'interno delle proposizioni per presentare un'azione non oggettiva, incerta e ipotizzabile. Il congiuntivo può essere dipendente o indipendente, a seconda che si trovi, rispettivamente, nelle frasi subordinate o nelle frasi principali. A sua volta, il congiuntivo indipendente può essere dubitativo (si usa per esprimere un dubbio o un'incertezza), proibitivo ed infine esortativo (per indicare un consiglio, un invito, a volte anche un comando).

34

Ottativo e imperativo

L'ottativo è un modo della coniugazione verbale molto frequente nelle lingue indoeuropee antiche, come l'albanese, il sanscrito e anche il greco classico. Il termine deriva dal verbo latino "optare" e indica, appunto, un desiderio, una speranza. Nel greco antico, l'ottativo può essere: desiderativo (indica un desiderio realizzabile: es. Che tu possa diventare ricco!); concessivo (esprime una concessione: es. Sia pure! Che vada pure!); potenziale (indica qualcosa che potrebbe accadere nel presente: es. Qualcuno potrebbe venire). L'imperativo, invece, è il modo del comando e della proibizione e non ha valore temporale, ma aspettativo. L'imperativo presente considera l'azione nel suo svolgimento; quello aoristo riguarda l'aspetto momentaneo o puntuale (es. Mettiti in salvo!); infine, l'imperativo perfetto, usato pochissimo, indica il risultato di un'azione già portata a termine.

Continua la lettura
44

Infinito e participio

L'infinito è un modo, ma anche un nome verbale. Può avere valore nominale, verbale o assoluto. In particolare, il valore nominale può essere usato con l'articolo (in questo caso l'infinito equivale a un sostantivo neutro) o senza articolo (qui l'infinito può svolgere la funzione di soggetto, complemento oggetto e predicato nominale). Il participio è un modo, ma anche un aggettivo-nome verbale. Il participio congiunto è una vera e propria proposizione subordinata che si trova dopo il sostantivo di riferimento. Il participio assoluto, detto anche genitivo assoluto, si riconosce perché, oltre ad essere utilizzato sempre al genitivo, di solito è separato dal resto del periodo tramite virgole. Il participio predicativo, invece, dipende da un verbo (e non da un sostantivo) e solitamente serve ad integrare il significato del verbo della reggente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Appunti di sintassi tedesca

In Europa si parlano tante lingue, ma quelle che vanno per la maggiore sono tre o quattro. Una di queste è il tedesco, che viene riconosciuto quale lingua ufficiale di Germania, Austria, Belgio, Lussemburgo, Svizzera e Liechtenstein. Nel corso della...
Lingue

Come Utilizzare In Inglese Le Forme Estese Del Verbo Keep

Nella grammatica inglese le forme verbali spesso si accompagnano a particelle avverbiali o preposizioni, come on, up, down, in. Queste mescolanze, per così dire, prendono il nome di "Phrasal and prepositional verbs". Attraverso queste costruzioni sintattiche...
Lingue

Francese: il verbo être

Per chi si appresta allo studio della lingua francese o, più semplicemente, a una conoscenza generale della lingua, la grammatica è fondamentale. Gli aggettivi, i verbi être e avoir sono importanti soprattutto nella creazione delle forme composte....
Lingue

inglese: forma affermativa, interrogativa e negativa del verbo to be

L'inglese costituisce sicuramente la lingua più diffusa e conosciuta in tutto il mondo e al giorno d'oggi essa è davvero molto importante soprattutto se si ha intenzione di intraprendere una certa carriera lavorativa. Con l'inglese infatti è possibile...
Lingue

Portoghese: il verbo essere

La lingua portoghese è una lingua romanza ed è la sesta più parlata al mondo. Il portoghese è la lingua ufficiale del Portogallo, del Brasile e di molti altri Paesi, come ad esempio Angola, Mozambico e Capo Verde. Esistono due varietà scritte: il...
Lingue

Appunti di sintassi spagnola

La lingua spagnola, insieme ad altre lingue come il francese e l'italiano, fa parte delle lingue romantiche che derivano dal latino. Per questo motivo somiglia così tanto all'italiano sia nei suoni che nella grammatica. Quindi, chi studia questa lingua...
Lingue

Come usare il verbo modale can in inglese

La lingua inglese è da tempo la più utilizzata al mondo, ma anche difficile da usare. È universalmente riconosciuto come linguaggio globale, della rete, del commercio e dello scambio culturale. Anche l'Italia si è adeguata all'inserimento del suo...
Lingue

Inglese: uso del verbo wish

È risaputo che la lingua inglese, costituisce una lingua abbastanza complessa (soprattutto nella grammatica, per quanto riguarda l'uso e la coniugazione dei verbi). Questa lingua infatti, si caratterizza oltre che per la sua ricchezza di contenuti, anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.