Grammatica francese: il condizionale

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

I tempi e i modi verbali francesi sono assolutamente simili all'italiano e anche il loro uso è pressoché uguale. Il modo condizionale possiede due tempi, esattamente come nella nostra lingua: il presente e il passato e viene utilizzato quando si deve esprimere un'azione che verrà compiuta solo se si verificheranno certe condizioni. Anche se la grammatica francese è un argomento piuttosto ostico, non dovresti aver difficoltà nell'uso di questo modo verbale, visto che è assolutamente simile all'utilizzo che ne facciamo noi.

27

Desinenze

Se l'uso del condizionale è semplice, potrai invece trovare difficoltà nel suo studio, ma non ti devi scoraggiare perché è sufficiente conoscere un paio di regole per rendere superabile anche questo piccolo ostacolo. Innanzitutto devi sapere che il condizionale si forma utilizzando delle desinenze che sono uguali per tutte e quattro le coniugazioni dei verbi e sono le stesse che hai studiato per l'imperfetto.

37

Radice

- Ais, - ais, - ait, -ions, -iez, -aient, queste sono le desinenze che devi utilizzare per il condizionale e ti basterà aggiungerle alla fine della radice del verbo, ma la vera difficoltà sta nel trovare la giusta radice. La regola generale dice che per la formazione del condizionale la radice del verbo deve essere quella parte di parola che giunge fino alla R. In parole povere, devi prendere il verbo all'infinito e considerarne la parte che giunge fino alla R. Quindi con il verbo PARLER, la tua radice sarà formata dal'intera parola e ciò vale per tutti verbi della prima coniugazione (quella che termina in ER). Avrai quindi come radice del condizionale Jouer, Manger, ecc. Alle radici dovrai poi aggiungere la tua giusta desinenza.

Continua la lettura
47

Verbi che terminano in IR

Per i verbi che terminano in Ir, come Finir, Obéir ecc, vale la stessa regola e la radice è composta dall'intera parola, mentre i verbi in DRE, come Attendre, Rendre perdono la E finale. Avrai quindi la radice ATTENDR. I verbi in OIR invece mutano leggermente la loro finale infatti Recevoir diviene RECEVR, si contraggono quindi le due vocali OI. Se sei stato attento ti sarai accorto che praticamente le radici sono le stesse che utilizzi per il futuro.

57

Verbi irregolari

Se è facile trovare le radici per i verbi regolari, per quelli irregolari invece devi ricorrere a un poco di studio perché per essi non esiste alcuna regola per ricavarle: vanno studiate a memoria, così come dovrai studiare a memoria le radici degli ausiliari essere e avere. Sostanzialmente non sono molte e le più importanti e che portano a maggiori confusioni sono di Aller, Vouloir, Voir, Pouvoir, Venir e Faire.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Grammatica francese: il superlativo

Al pari dello spagnolo e del portoghese, il francese appartiene al vasto gruppo delle lingue neolatine e presenta varie affinità con la grammatica italiana, che proprio dal latino trae la propria origine. Nelle regioni a statuto speciali e in determinate...
Lingue

Grammatica francese: il comparativo

La costruzione grammaticale della lingua francese presenta diverse analogie con la grammatica italiana italiana (nonché con quella spagnola), a causa della radice latina che è comune. Sicuramente vi sono anche numerose e sostanziali differenze. Il comparativo,...
Lingue

Grammatica francese: i pronomi personali

I pronomi si utilizzano per sostituire un nome già menzionato, per parlare di se stessi oppure per rivolgersi ad altre persone. La grammatica francese presenta diverse forme di pronomi: soggetto, atoni, tonici, riflessivi, complemento oggetto diretto,...
Lingue

Grammatica francese: i pronomi relativi

I pronomi relativi sostituiscono il nome o il pronome che li precede e mettono in correlazione una proposizione principale con una subordinata. Vista l'importanza che presentano, i pronomi relativi sono molto diffusi in ogni lingua. In questa guida impareremo...
Lingue

Come usare il condizionale in inglese

Una delle regole sicuramente più complicate e difficili da utilizzare in inglese è quella che riguarda l'utilizzo del tempo condizionale. I questa guida cercheremo di spiegare le linee essenziali per un corretto utilizzo del tempo. Vediamo come usare...
Lingue

L'uso degli articoli in francese

Esattamente come nella grammatica italiana anche nella grammatica francese esistono due tipologie di articoli; gli articoli determinativi e gli articoli indeterminativi. In francese questi articoli vengono chiamati définis et indéfinis.In questa guida...
Lingue

Francese: aggettivi interrogativi

Un po' come avviene nel caso della grammatica italiana, anche in quella francese si trova una vasta gamma di parti variabili e invariabili del discorso. Il gran numero di aggettivi, pronomi, verbi, avverbi e congiunzioni ci porta a studiare una lingua...
Lingue

Come formare il periodo ipotetico in francese

Di questi tempi parlare due o più lingue è diventato di fondamentale importanza, soprattutto per le relazioni di lavoro e per chi vive e lavora all'estero. Non è infrequente infatti, soprattutto per le persone abituate a viaggiare molto, parlare più...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.