Giapponese: grammatica di base

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se siamo amanti delle lingue e ci piacerebbe riuscire ad imparare a parlarne diverse, sicuramente uno dei metodi più utilizzati è quello di rivolgersi ad apposite associazioni che organizzano dei corsi per l'apprendimento della lingua desiderata. Tuttavia in questo modo, dovremo sborsare parecchi soldi, poiché la maggior parte di questi corsi risultano essere molto costi. In alternativa, utilizzando le moltissime guide presenti su internet, potremo provare ad imparare tutte le lingue che desideriamo da soli. All'interno di queste guide, infatti, potremo trovare tutte le informazioni che ci servono per apprendere la lingua scelta come ad esempio le varie regole grammaticali, la fonetica, alcuni esercizi e molto altro ancora. Nei passi successivi, in particolare, vedremo un po' di grammatica di base in lingua Giapponese.

26

Occorrente

  • Leggere con attenzione la guida.
36

Composizione della frase

Iniziamo col dire che, nella frase semplice, troveremo il verbo alla fine:
watashi wa gakusei da = io sono uno studente.
La particella "da", che si trova alla fine della frase, corrisponde al nostro verbo essere, ed è la forma piana del verbo desu.
In questo caso la particella si trova accanto ad un nome: gakusei, che significa studente.
Oltre che accanto ai nomi, la particella da la possiamo trovare anche accanto agli aggettivi:
watashi wa genki da = sto bene.

46

Particelle "wa" e "mo".

Nella frase che abbiamo usato come esempio, potremo notare che è presente un'altra particella "wa": questa particella introduce l'argomento della frase.
In questo caso specifico la troviamo dopo watashi, ossia "io", argomento della frase nonché soggetto. Non sempre l'argomento ed il soggetto della frase, in giapponese, coincidono.
Assieme alla particella "wa", troviamo anche la particella "mo" che indica l'inclusione:
A: watashi wa gakusei da = io sono uno studente
B: watashi mo gakusei da. = anche io sono uno studente.

Continua la lettura
56

Particella "ga"

Se per esempio, in un gruppo di persone vogliamo individuare chi è lo studente, non possiamo associare la particella tematica "wa", perché per l'appunto, non sappiamo chi è il tema della nostra frase.
In questo caso quindi, avremo una frase del genere:
dare ga gakusei?
Che può essere tradotto all'incirca come "Chi è (colui che è) lo studente?".
È molto facile confondere le particelle wa e ga. Un esempio utile è questo:
1) watashi wa gakusei da
2) watashi ga gakusei da.

66

Altre particelle

Le altre particelle che possiamo incontrare sono:
"no" che indica il possesso: watashi no hon da = è il mio libro;
"he" che indica il moto a luogo: watashi wa daigaku he iku = io vado all'università; e poi avremo il "ni" per lo stato in luogo o per l'equivalente del dativo, la particella "wo" che introduce il complemento oggetto e la particella "de" che può introdurre diversi complementi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Appunti di giapponese

Se si trascorrere del tempo in Giappone o con i giapponesi, si può imparare a capirli in una conversazione con molta facilità. Il linguaggio del corpo, il vocabolario e il contesto possono aiutare a trasmettere il significato. La lingua giapponese è...
Lingue

Lingua giapponese: i verbi

Una delle difficoltà più grandi che si possono incontrare nello studio della lingua giapponese sono i verbi. Questi infatti non prevedono né genere, né numero. I modi e i tempi, si ottengono aggiungendo particelle ausiliarie a radici verbali invariabili....
Lingue

Lingua giapponese: gli aggettivi

Generalmente l'aggettivo in giapponese va a qualificare il nome a cui è preposto, ha un uso ben diverso dalla lingua italiana e può costruire un predicato, senza l'aiuto di un verbo. Vi sono ben sei forme di coniugazione che vengono utilizzate, ciascuna...
Lingue

Appunti di lingua giapponese

Il Giappone è una delle mete più ambite e la cultura giapponese è tra le più affascinanti al mondo, complici manga, film, la celebre fioritura dei ciliegi e la futuristica Tokyo che tutti vorrebbero visitare. Per passione, esigenze lavorative o interesse...
Lingue

Come leggere in giapponese

La lingua giapponese è la lingua ufficiale del Giappone e, così come il cinese, il suo apprendimento appare molto difficoltoso sia nello scritto che nell'orale. La lingua giapponese è scritta con dei segni specifici. Conoscerli è fondamentale al fine...
Lingue

Come Tradurre Nomi In Giapponese Con Japanese Translator

Negli ultimi anni, in molti sono attratti dall'idea di studiare giapponese, una lingua che, a detta di molti appare molto viva, proprio come l'inglese. Sarà perché Tokio è la città (in verità gruppo di distretti) più viva e dinamica al mondo, sarà...
Lingue

10 curiosità sulla lingua giapponese

La lingua giapponese è davvero una delle più affascinanti e apprezzate nel mondo. Ciò è dovuto non solo alla millenaria storia della civiltà giapponese, quanto più che altro sull'influsso che la sua cultura continua ad apportare ancora d'oggi. Moltissimi...
Lingue

Consigli e trucchi per migliorare il proprio giapponese

Il giapponese è una delle lingue considerata di origine nipponica; parlata in numerosi paesi fra cui il Giappone appunto e numerosi paesi di immigrazione giapponese. In realtà è considerata anche una lingua un po' isolata e molto difficile da apprendere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.