Gabriele D'Annunzio: appunti su Alcyone

Tramite: O2O 11/10/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

"Laudi del cielo, del mare, della terra e degli eroi" è il titolo che Gabriele D'Annunzio scelse per la raccolta poetica della maturità, raccolta nella quale erano racchiuse celebrazioni della natura, della vita panica e dell'eroismo, quest'ultimo esasperato in toni estetizzanti e superumani. Alle Laudi, il Vate diede il nome delle Pleiadi: "Maia", "Elettra", "Alcyone" e "Merope". Un quinto libro, "Asterope", non venne compreso nella raccolta di liriche, mentre di altri due, "Taipete" e "Celano", scelse il titolo senza mai cominciare la loro composizione. "Maia" fu composto dopo "Elettra" e "Alcyone", ma nell'ordine finale D'Annunzio pose questo libro come primo, poiché costituiva l'introduzione e la premessa ideologica delle "Laudi". Di seguito verranno elencati la struttura e i temi principali trattati nell' "Alcyone", che possono costituire degli utili appunti per un primo studio sulla raccolta delle "Laudi" dannunziane.

27

Occorrente

  • Testi biografici
  • Testo dell' " Alcyone "
37

L' ALCYONE

"Alcyone" fu composto tra il 1899 e il 1903 e pubblicato nel 1903. Si tratta dell'opera che D'Annunzio pone come terzo libro della sua intera raccolta e, rispetto a tutta quanta la sua produzione poetica, rappresenta la villeggiatura del superuomo.
Comprende 88 componimenti ed ha quale argomento, in primo luogo, la storia di una stagione, quella estiva, dal suo nascere, in giugno, sui colli fiesolani e di Settignano, tra ulivi e ruscelli, al suo esplodere, in luglio e agosto, tra ulivi e ruscelli, al suo esplodere in luglio e agosto lungo le spiagge del Mar Tirreno, al suo lento declinare, sino al suo inevitabile morire, con l' approssimarsi dell' autunno.
M l' Alcyone è anche la storia di un' " operazione mitica ", che porta l' uomo a ricercare e conquistare una condizione divina e poi a perderla irrimediabilmente.
La vicenda narrativa è molto semplice: D' Annunzio vuole descrivere gli stati d' animo, le sensazioni vissute in estate, perlopiù al mare. Le figure di donna rappresentate sono sfuggevoli, equivalgono a personaggi del mito.
Le avventure del protagonista sono ispirate ai modelli classici: i luoghi della Toscana sono trasfigurati nella Grecia classica ed arcaica.
Dai primi due libri delle Laudi l' eroismo del superuomo consiste nell' eccezionalità di fronte agli altri uomini, mentre, al cospetto della realtà naturale, il super uomo rivela la capacità di fondersi in essa, di perdere la propria identità naturale, per assumere in modo panico l' identità del paesaggio circostante.
In tal senso, Alcyone rappresenta la capacità di entrare in contatto diretto con la natura, di vivere le sue misteriose leggi fino ad arrivare alla chiave dei suoi segreti. Peraltro, assumere i contorni del mito è, per la natura, l' unico modo di tornare alla vitalità ed alla verginità distrutte dal mondo moderno.
Ciò che permette di instaurare un nuovo contatto tra autenticità dell' io e rivelazione naturale è la parola poetica.
Il poeta detiene un privilegio artistico, in quanto è l' unico che riesce ad indagare i misteri della natura.

47

LIRICHE PRINCIPALI

La lirica nella quale D'Annunzio esprime al meglio il proprio pensiero è "La sera fiesolana", contenuta nella prima sezione dell' opera. La Sera, vera protagonista del componimento, assume progressivamente fattezze femminili, mentre le figure umane del poeta e della donna amata sembrano dissolversi.
La lirica non presenta un vero e proprio centro narrativo e non ha neppure uno sviluppo logico, ma si limita a registrare le emozioni e le sensazioni che l' incanto di una sera di giugno, sui colli di Fiesole, suscita nel poeta.
La seconda sezione, ambientata tra fine giugno e inizio luglio sui litorali dell'Arno e del Serchio, ha il suo culmine nella "Pioggia nel Pineto", considerata una delle più belle liriche del D' Annunzio.
Vi è decritto un dialogo mancato tra il poeta e la donna amata, Ermione, al quale fa da cornice la pioggia, che consente la trasfigurazione panica dei due soggetti in elementi della natura.
Il poeta e la donna, infatti, immersi nella fresca e profumata vegetazione, si sentono come trasformare in creature vegetali, parti integranti della natura stessa.
Così, nella lirica, vediamo intrecciarsi il tema naturalistico - musicale, costituito dal cadere della pioggia sulla vegetazione della pineta e dalla sinfonia prodotta da tale movimento; il tema panico, ovvero la fusione con la natura da parte dell' uomo e, infine, il tema dell' amore, presentato come " favola bella ", eterno alternarsi di illusioni.
Nella terza sezione, dedicata a Glauco, pescatore della Beozia divenuto dio del mare, viene descritto il passaggio tra luglio e agosto sullo sfondo della foce del fiume Serchio.
Nella quarta sezione compaiono i primi albori autunnali. Il poeta intende dimostrare che, come tramonta la stagione estiva, così tramontano i miti improntati sulla ricchezza e sui beni materiali.
La quinta sezione, intitolata: " Sogni di terre lontane ", è dedicata interamente al mese di settembre. Il libro è chiuso dal testo poetico " Il commiato " in cui vengono celebrati i luoghi versiliani che hanno costituito l' ambientazione dei testi poetici.Nel testo si trova anche una poesia dedicata al Pascoli ed una al Carducci, oltre alla lirica " I pastori ".

Continua la lettura
57

CONCLUSIONE

L'"Alcyone" rappresenta quindi da un lato il culmine di quella che è stata definita "ebbrezza panica" dannunziana, ovvero la capacità trasfiguratrice di confondere le parvenze tra natura ed uomo.
In queste liriche infatti il poeta esprime la consonanza dell'anima umana con l'anima delle cose attraverso quella che egli stesso chiamava musica segreta delle cose: il comporsi degli oggetti, nella continua metamorfosi del flusso vitale, in una sorta di danza armoniosa.
Per quanto concerne la struttura dell' opera, essa si caratterizza per l' oratoria retorica e la musicalità del verso.
I modelli cui Gabriele D' Annunzio si ispira sono i poeti latini, Ovidio e Virgilio e i lirici classici greci, come Omero.
Lo stile dell' opera è classicheggiante, sia nel linguaggio che nella scelta dei temi.In definitiva, come si può dedurre dalla presente guida, si può senz'altro affermare che l' Alcyone è uno dei capolavori del Vate, in cui il poeta dimostra la sua massima capacità artistica.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Breve excursus sul poeta
  • Breve excursus sul periodo storico
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Letteratura: la poetica di Gabriele D'Annunzio

Gabriele D'Annunzio, nato Pescara nel 1863 e morto nel 1938 al Vittoriale, è considerato uno dei maggiori scrittori e poeti delle letteratura italiana. Egi infatti è uno dei più significativi esponenti del Decadentismo, perché è riuscito a interpretare...
Superiori

Letteratura: il Decadentismo di Gabriele D'Annunzio

Gabriele D'Annunzio nacque a Pescara nel 1863. Egli è considerato uno dei maggiori esponenti della letteratura italiana ed il più importante del decadentismo italiano. La poesia del D'annunzio rispecchia appieno la sensualità del suo temperamento,...
Superiori

Analisi de La pioggia nel pineto di D'Annunzio

"La pioggia nel pineto" è una delle poesie simbolo di Gabriele D'Annunzio poiché si può ammirare tutto il suo virtuosismo stilistico e l'attenzione per la sonorità dei versi. Scritta nell'estate del 1902, fa parte della collezione denominata "Alcyone"....
Superiori

La sera fiesolana: analisi del testo

In tale articolo andremo a trattare la sera fiesolana come l'analisi del testo, che comprenderà la poetica ed anche le idee del suo creatore cioè Gabriele D'Annunzio. La sera fiesolana rientra nelle Laudi. Esse sono cinque raccolte poetiche che si chiamano...
Superiori

Come organizzare un quaderno di appunti

Tenere degli appunti ben ordinati può risultare davvero la migliore strategia per eccellere negli studi e nel lavoro. Generalmente tutto comincia con gli appunti. Il capo che ci spiega il lavoro da fare; l'analista che tiene una conferenza sul nostro...
Superiori

5 consigli per riordinare gli appunti

Affrontare al meglio le scuole superiori, sia che si tratti di un liceo o di un istituto professionale, significa non solo imparare, e mettere in pratica, un metodo di studio adeguato, ma anche saper sviluppare delle doti organizzative e gestionali che...
Superiori

Appunti di letteratura italiana: il Decadentismo

Il Decadentismo è un movimento letterario che si sviluppa in Europa tra la seconda metà dell'Ottocento e gli inizi del Novecento. Il termine Decadentismo proviene dalla parola francese decadent, la quale racchiude due significati: uno negativo, e con...
Superiori

Appunti di economia aziendale: l'elasticità incrociata

In questo manuale vi illustriamo alcuni appunti di economia aziendale. L' elasticità incrociata è molto importante nel settore perché misura la reattività della domanda di un bene rapportata alla variazione del prezzo di un secondo bene. Tale parametro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.