Francese: l'indefinito "on"

Tramite: O2O 18/10/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

La lingua francese è una delle più parlate al mondo e la seconda per numero di parlanti in Europa, basta pensare che oltre alla Francia l'idioma è parlato in Belgio, in Svizzera e anche in Italia nella regione a statuto speciale della Valle d'Aosta. Come però si può intuire la lingua nasconde delle insidie e dei modi di dire che hanno valore lessicale e sintattico che non sono usati in italiano, come l'indefinito "on" di cui ci occuperemo. Il soggetto o il complemento oggetto non vengono identificati bene e rimangono appunto "indefiniti", come il pronome "on" termine francese di cui non si conosce bene la funzione e la traduzione ma che è usato molto spesso nei testi e anche nella lingua parlata, per questa ragione in questa guida cercheremo, nella maniera più semplice possibile, di spiegare l'indefinito "on" per tutti coloro che studiano la lingua francese.

27

Occorrente

  • molta volontà d'apprendimento
  • grammatica francese
37

Quando utilizzare "on" come pronome

Come abbiamo appena spiegato all'interno del passo d'introduzione della nostra guida, ora spiegheremo il funzionamento dell'indefinito "on". Si tratta di un pronome che presenta il nome che sostituisce da un pinto di vista generico e sotto un aspetto non definito. In italiano si è solito utilizzare il pronome "si", che potrebbe essere una sorta di "on" francese, anche se vi sono alcune differenze, in quanto la lingua transalpina utilizza degli aspetti idiomatici del pronome che non possono essere tradotti letteralmente ma servono, per l'appunto, per esprimere delle cose. Quando il "si" italiano è una particella pronominale, allora il francese utilizza "se", poiché on sostituisce un'espressione come: un uomo, la gente e non sostituisce letteralmente "si", per evitare errori nell'ordine delle parole, in italiano vengono sostituite queste due espressioni e la frase viene ricomposta in questo modo: si studia per istruirsi (on étudie pour s'instruire). In pratica, come si può facilmente notare, questo "on" introduce delle frasi di carattere generale, un po' come accade nella nostra lingua specialmente quando si vuole introdurre una proposizione subordinata soggettiva, ovvero una frase che dipende da un'altra frase in cui il soggetto non viene espresso e di conseguenza l'intera seconda frase funge da soggetto della precedente.

47

Quando usare "on" davanti a vocali

L'utilizzo che a prima vista sembrerebbe semplicissimo nasconde però delle problematiche che sono rappresentate dalle numerose eccezioni. Ci sono eccezioni come l'on anziché on, che viene usato al posto di on quando è preceduto da et, si, ou, où, que, ma non in presenza di un nome che comincia per (i) per evitare l'incontro di due vocali.
Un'altra cosa da tener presente è l'utilizzo dell'"on" nelle frasi passive, il così detto si passivante italiano che in francese si costruisce con frasi del tipo "on a dit des choses inutiles" (sono state dette delle cose inutili); "on lui imposa d'obèir aveuglément" (gli fu imposto d'obbedire ciecamente). Queste frasi che possono essere utilizzate come modello è bene impararle e fissarle bene in mente, magari ripetendole o sentendole in audio nello smartphone in modo che il cervello possa assimilarle.

Continua la lettura
57

Quando usare "on" come soggetto del verbo

Un?altra cosa da sapere è che nelle frasi che introducono un verbo in forma impersonale alla terza persona singolare come: dire credere, pensare ed esprimono un termine diffuso nel linguaggio, "on" è spesso soggetto del verbo e può essere tradotto con si, uno, noi, la gente, per questa ragione anche in lingua francese viene annoverato tra i pronomi indefiniti, perché può definire qualsiasi cosa, sia maschile che femminile, sia concreta che astratta, e sia singolare che plurale. Seguendo questi piccoli consigli si può apprendere in maniera semplice come utilizzare il pronome "on", ma occorre sempre ricordare che essenziale nelle lingue è l'ascolto, quindi munirsi sempre di audio lezioni da sentire mentre si passeggia o mentre si aspetta un mezzo pubblico, in questo modo, infatti, il cervello fisserà la regola bene in mente.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Francese: forma passiva

La lingua francese, per tradizione veicolo privilegiato negli scambi commerciali, culturali e diplomatici, è la seconda lingua più parlata al mondo dopo l'inglese. La forma passiva in francese si forma utilizzando l'ausiliare del verbo essere, "être"....
Lingue

Francese: i verbi riflessivi

Il francese, come l'italiano, fa parte della famiglia delle lingue italiche o romanze, ovvero quelle che discendono dal latino. Appartiene anche al gruppo delle lingue indoeuropee, e dopo il tedesco è la lingua più parlata nel continente europeo e una...
Lingue

La formazione del femminile in francese

Il francese rappresenta sicuramente una lingua estremamente affascinante e al contempo piuttosto complessa. Impararla non è difficile, ma bisogna prendere in considerazione alcune regole fondamentali. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in...
Lingue

Francese: il verbo être

Per chi si appresta allo studio della lingua francese o, più semplicemente, a una conoscenza generale della lingua, la grammatica è fondamentale. Gli aggettivi, i verbi être e avoir sono importanti soprattutto nella creazione delle forme composte....
Lingue

Grammatica francese: i pronomi personali

Nella lingua italiana, come in quelle straniere, ogni parte del discorso ha una specifica funzione all'interno della frase. I pronomi, ad esempio, vengono impiegati per sostituire un nome già presente del discorso. Per evitare di ripeterlo, si ricorre...
Lingue

Come Utilizzare I Pronomi Personali Accoppiati Nella Lingua Francese

Per definizione, i pronomi personali rappresentano la persona che svolge l'azione oppure la persona di cui si sta parlando, senza specificarne il nome proprio. Non in tutte le lingue però i pronomi seguono le stesse regole. Particolari eccezioni è possibile...
Lingue

Il francese in viaggio: vocaboli e frasi

Viaggiare è uno dei modi migliori per passare il tempo, per ampliare la propria cultura e visione del mondo ma quando si parte uno dei problemi maggiori è quello della lingua. Non riuscire a comunicare con la popolazione locale, anche per semplici richieste,...
Lingue

Come formare il participio passato in francese: verbi regolari e irregolari

Il passato prossimo, chiamato "passè composè" in francese, si utilizza per descrivere situazioni o stati passati, che si sono già conclusi. Nella lingua parlata si preferisce usare il passè composè al posto del passè simple. Come formare il passè...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.