Francese: i verbi pronominali

Tramite: O2O 03/09/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

La grammatica francese è molto vasta, come la grammatica italiana, in quanto presenta molti termini che vengono analizzati nelle diverse analisi, come quella grammaticale, logica e del periodo. L'analisi grammaticale analizza ogni singola particella all'interno di una frase, come ad esempio: le congiunzioni, l'articolo, i nomi, i verbi, gli avverbi o gli aggettivi; mentre quella logica analizza il soggetto, i verbi, i vari complementi e i predicati, che possono essere nominali oppure verbali. L'analisi del periodo riguarda invece nel trovare la proposizione principale e quelle subordinate. In questa guida saranno illustrati i verbi pronominali nella lingua francese.

25

Verbi riflessivi

La grammatica francese nella categoria dei verbi pronominali chiamati "verbes pronominaux", è composta dai verbi riflessivi, ovvero tutti quei verbi che esprimono un'azione che il soggetto esercita su se stesso, i verbi intransitivi, in cui il soggetto subisce l'azione senza compierla, ed i verbi reciproci, che sono sempre al plurale ed esprimono un'azione che due o più soggetti compiono in modo reciproco. Esistono poi verbi detti "essenzialmente pronominali", ed altri detti "occasionalmente pronominali". I primi esistono esclusivamente nella forma pronominale, ed esprimono un'azione in cui il soggetto è sia agente che paziente, i secondi, invece, possono avere tanto una forma attiva quanto una forma pronominale, cambiando significato di volta in volta.

35

Ausiliari

Tuttavia, molti verbi sono riflessivi in italiano, ma non lo sono in francese. In questo caso, l'ausiliare per i tempi composti sarà il verbo avere. Ad esempio: non si è degnata di rispondermi = elle n'a pas daigné me répondre. Nel caso opposto (in cui abbiamo verbi francesi riflessivi che non lo sono in italiano), nella traduzione, useremo il verbo essere come ausiliare senza però, dimenticare, di accoppiare il participio con il soggetto. Ad esempio: essa ha sbagliato porta = elle s'est trompée de porte.

Continua la lettura
45

Verbi servili

Con i verbi servili, in italiano, abbiamo due costruzioni (si è saputa cavare di impiccio/ha saputo cavarsi d'impiccio), mentre in francese si usa solo la forma con ausiliario "avoir", participio invariabile e particella pronominale prima dell'infinito: ella a su se tirer d'affaire. Nei tempi non composti, invece, la particella va posta tra il verbo servile e l'infinito. La particella pronominale dei riflessivi può essere accoppiata solo con i pronomi: le, la, les, y, en. Diversi pronomi dovranno essere posti dopo il verbo e con una preposizione, altrimenti andranno usati degli aggettivi possessivi.

55

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Francese: i verbi impersonali

In questa guida esamineremo e impareremo a riconoscere una costruzione grammaticale tipica della lingua francese: la costruzione impersonale dei verbi.I verbi impersonali sono alcuni verbi "difettivi" che si utilizzano solo alla terza persona singolare,...
Lingue

Francese: i verbi riflessivi

Il francese, come l'italiano, fa parte della famiglia delle lingue italiche o romanze, ovvero quelle che discendono dal latino. Appartiene anche al gruppo delle lingue indoeuropee, e dopo il tedesco è la lingua più parlata nel continente europeo e una...
Lingue

Francese: i verbi modali

I verbi modali hanno la stessa funzione nella maggior parte delle lingue europee. Sono detti anche servili perché si avvalgono di un altro verbo, all'infinito, per generare azioni di senso. Questa forma temporale, ovviamente, esiste anche in francese....
Lingue

Come formare il participio passato in francese: verbi regolari e irregolari

Il passato prossimo, chiamato "passè composè" in francese, si utilizza per descrivere situazioni o stati passati, che si sono già conclusi. Nella lingua parlata si preferisce usare il passè composè al posto del passè simple. Come formare il passè...
Lingue

Come formare il passé composé in francese

In questo articolo vogliamo cercare di imparare come poter formare in maniera semplice e veloce, il passè composè in francese. Cerchermo di eseguire il tutto, in maniera fattibile, affinché anche coloro i quali non masticano tanto la lingua francesce,...
Lingue

Come si forma il condizionale in francese

La lingua ufficiale parlata in Francia è il francese. Grazie alle numerose colonie che la nazione possedeva, il francese ad oggi è la terza lingua più parlata al mondo. In ambito comunitario risulta essere la lingua più insegnata dopo l'inglese e...
Lingue

Tedesco: verbi regolari

Nella lingua tedesca, non esistono i verbi regolari e i verbi irregolari, ma si hanno verbi deboli, verbi forti e verbi misti. Nella lingua italiana, inoltre, le desinenze dei verbi si suddividono in -are (prima desinenza), -ere (seconda desinenza) e...
Lingue

Tedesco: i verbi di posizione

Il Tedesco è la lingua più parlata dopo quella inglese. La grammatica tedesca è semplice, piuttosto precisa e si incontrano meno difficoltà rispetto alla lingua inglese, al francese e allo spagnolo. Questa guida ha l'obiettivo di fornire, con una...