Formula per la legge moltiplicativa delle probabilità

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

La matematica è una materia piuttosto vasta e complessa che racchiude in se moltissime formule per poter calcolare di tutto, basta trovare quella giusta. Tra le tante formule che possiamo trovare c'è quella per il calcolo delle probabilità.
Spesso è quello che chiamiamo caso a dettare leggi per il verificarsi o meno di fenomeni. È da questa considerazione che i matematici hanno inventato il calcolo delle probabilità, ovvero quella scienza che si occupa di stabilire leggi dove in realtà non ci sono. Per questo che oggi parliamo di come si formula la legge moltiplicativa delle probabilità. Attraverso i passi di questa guida vi daremo i consigli giusti che potranno aiutarvi a compiere i giusti calcoli. Mettiamoci all'opera quindi.

24

Spazio di probabilità

Uno spazio di probabilità è una terna di elementi (O, A, P) che sono rispettivamente:
-O l'insieme dei possibili risultati
-A una famiglia di sottoinsiemi di O chiusa rispetto all'unione, l'intersezione e l'insieme complementare ovvero una sigma-algebra
-P la misura di probabilità sui sottoinsiemi di O. Ovvero una funzione che va da A ad R^+, cioè i numeri reali positivi, che gode di due importanti proprietà: la misura dell'insieme O è 1 e la probabilità dell'unione di singoli eventi è uguale alla somma delle probabilità dei singoli eventi.
L'enunciato, in apparenza ostico, rappresenta invece la schematizzazione della realtà in cui viviamo.

34

Eventi indipendenti


Ma cosa succede se i due eventi sono indipendenti? Ovvero se l'uno non dipende dall'altro ?
In questo caso la probabilità condizionata diventa uguale alla probabilità che si verifichi l'evento casuale senza contare l'evento certo. In formule accade che P (B|A)=P (B). Ma allora andando a rivedere la definizione della probabilità condizionata scopriamo che valgono tutte le formule presenti nella figura 3.
Nella fig.3 troviamo quella che è chiamata legge moltiplicativa delle probabilità ovvero la probabilità che si verifichino insieme due eventi è data dal prodotto delle singole probabilità.

Continua la lettura
44

Frequenza dell'evento

Procediamo adesso con un esempio illuminante e ben noto. Supponiamo di avere una moneta truccata. Essa ci fornisce testa con probabilità p e croce con una probabilità 1-p.
Qual è la probabilità di ottenere una prefissata sequenza di teste e di croci ?
La probabilità di avere una determinata sequenza è uno specifico evento appartenente al nostro spazio di probabilità. Per precisione è l'evento intersezione di una certa sequenza. Se ad esempio cerchiamo la probabilità della sequenza testa, testa, testa, croce, croce ci stiamo chiedendo P (testa, testa, testa, croce, croce)=? Dove la virgola rappresenta l'intersezione che accadano questi eventi uno dopo l'altro.
La risposta al quesito ci arriva direttamente dalla legge moltiplicativa delle probabilità. Infatti non abbiamo motivo di considerare gli eventi dipendenti l'uno dagli altri. In effetti il fatto che esca testa non pregiudica il lancio successivo; ha quindi senso dichiarare gli eventi indipendenti. Dalla legge moltiplicativa si ha P (testa, testa, testa, croce, croce)=
P (testa) P (testa) P (testa) P (croce) P (croce)=p^3 (1-p)^2.
La formula per il calcolo delle probabilità richiede un po' di studio ed attenzione per poter essere appresa velocemente e senza grosse difficoltà. Vi basterà in ogni caso seguire le indicazioni di questa guida per poter procedere allo studio di questa formula e poter così compiere i vostri calcoli, soprattutto se si tratta di qualcosa di importante. Vi auguro quindi buon lavoro e buona fortuna.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come risolvere un esercizio di chimica sui gas con la formula di Boyle

Quando si parla di legge di Boyle, si intende per la precisione quel caso particolare della regola dei gas perfetti in cui la pressione e il volume di un gas ideale sono inversamente proporzionali tra loro, di conseguenza la temperatura e la massa del...
Superiori

Come calcolare la formula molecolare

In questa semplice ed esauriente guida ci occuperemo di un argomento abbastanza particolare. La materia trattata è la chimica, e nello specifico tratteremo del calcolo della cosiddetta Formula Molecolare. Innanzitutto è fondamentale sapere che la Formula...
Superiori

Chimica: la legge di Dalton

La legge di Dalton prende il nome dal famoso chimico John Dalton, che la formulò nel lontano 1807. Negli anni precedenti a questa formulazione il chimico cercò di dare spiegazioni inerenti l'atomo avvalendosi delle tre leggi fondamentali della chimica:...
Superiori

Come applicare la formula di De Moivre ai numeri complessi

Per numero complesso si intende un numero costituito da una parte immaginaria e da una parte reale. Può quindi essere rappresentato dalla somma di un numero reale e di un numero immaginario. Quando si lavora nel campo dei numeri complessi, le prime cose...
Superiori

Dimostrazione della formula della distanza fra due punti

Spesso capita di dover calcolare la distanza tra due punti: quando ad esempio si progettano case, videogiochi o quando bisognerà montare delle mensole. Per farlo non occorrerà altro che sapere come utilizzare la formula della distanza. Se siete studenti...
Superiori

Come calcolare la probabilità di intersezione

Secondo qualcuno le prime difficoltà in matematica si incontrano quando cominciano ad apparire le prime lettere e si completano quando alla fine le lettere sostituiscono completamente i numeri. Purtroppo per i meno appassionati, la probabilità è un...
Superiori

Come determinare la formula minima

La chimica, insieme con la matematica, è indubbiamente una delle le materie più ostiche e di conseguenza anche tra quelle meno amate da tutti gli studenti. Essa viene insegnata presso gli istituti tecnici industriali e nei licei scientifici, ma in ogni...
Superiori

Come calcolare l'area di qualsiasi triangolo con la formula di erone

In geometria la regola generale dice che l'area di un triangolo viene calcolata moltiplicando la misura della base per quella dell'altezza e dividendo il prodotto per 2. Questo è il metodo di base che ci viene insegnato fin dalle scuole medie, ma cosa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.