Fisica: la spinta di Archimede

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La spinta di Archimede o idrostatica rientra nella meccanica dei fluidi. In fisica, questi ultimi sono materiali (liquidi o gas) adattabili al rispettivo contenitore. Pertanto, non hanno forma propria. Per definizione, un corpo immerso in un fluido, viene spinto dal basso verso l'alto. La spinta equivale al peso del liquido o gas spostato. In particolare, i corpi immersi nell'acqua assumono comportamenti differenti. Alcuni galleggiano, mentre altri affondano. Questo fenomeno si spiega con l'intuizione di Archimede di Siracusa, matematico e fisico greco del III secolo a. C. In principio viene largamente discusso nell'opera "Sui corpi galleggianti". Ecco i dettagli e la spiegazione semplificata.

27

Occorrente

  • Corpi di vario volume
  • Una bacinella d'acqua
37

Immergere parzialmente un solido in un fluido

Per spiegare in modo semplice la spinta di Archimede, immergiamo parzialmente o completamente un solido in un fluido (liquido o gas). L'acqua esercita sul corpo una forza verticale, uguale al peso del liquido. Il concetto si esprime anche così: S = gdV. Nella formula S equivale alla Spinta di Archimede; g è la costante; d la densità del liquido. Infine, V corrisponde al volume del liquido spostato. La legge di Archimede si applica sul volume del solido. Non interferiscono assolutamente la forma, la composizione chimica o il peso. Diversamente, i granelli di polvere non subiscono una spinta e affondano.

47

Immergere una barca in acqua

Più grande sarà il volume del corpo, tanto maggiore sarà la spinta diretta verso l'alto. Facciamo qualche altro semplice esempio. Consideriamo una barca. Supponiamo di immergerla in acqua. Lo scafo sposterà una certa quantità di liquido. Il volume è pari a quello della parte immersa. La barca quindi galleggia poiché la forza-peso agisce sullo scafo e viene compensata dalla spinta di Archimede. Si genera quindi un equilibrio. La barca infatti non affonda poiché il suo peso ha la stessa intensità della spinta di Archimede. Se invece il suo peso fosse maggiore, lo scafo affonderebbe senza esitazioni. Tutto è in proporzione.

Continua la lettura
57

Esempio del funzionamento della mongolfiera

Quindi, in base alla spinta di Archimede possiamo giungere a delle conclusioni. Un corpo affonda, galleggia o viene spinto verso l'alto per la sua densità. Come già accennato, la spinta idrostatica vale anche per i gas. Possiamo trarre un pratico esempio dal funzionamento di una mongolfiera. Questo fantastico e panoramico sistema di volo è una conseguenza diretta della pressione idrostatica. In sostanza la spinta di Archimede è il risultato di una proporzione. La pressione di un fluido cresce al crescere della profondità.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per comprendere più facilmente la spinta di Archmede verificate quanto enunciato con dei pratici esempi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Esperimento sulla legge di Archimede

La legge di Archimede è una delle regole fondamentali della fisica. Grazie a questi enunciati, possiamo studiare ogni fenomeno che si manifesta. Secondo questa legge, un corpo immerso in un fluido, gas o liquido, riceve una spinta verticale a partire...
Superiori

Come Riconoscere L'Oro Col Metodo Di Archimede

L'oro è il metallo più prezioso in assoluto. Non a caso, possedere dei gioielli in oro è sinonimo di una buona ricchezza. In alcuni casi, però, ci possiamo trovare davanti a un metallo che, pur sembrando oro, non è tale, e quindi non ci garantisce,...
Superiori

Storia della fisica: crisi della fisica classica

Sul finire dell'Ottocento i problemi legati all'universo sembravano del tutto risolti. Negli ultimi decenni del secolo, però, a causa dell'avanzamento del sapere teorico e dello sviluppo delle tecniche di misura in laboratorio, esplosero nuovi problemi...
Superiori

Fisica: l'esperimento di Torricelli

Evangelista Torricelli fu un matematico e fisico italiano, nacque a Roma il 15 Ottobre 1608, e morì a Firenze il 25 Ottobre 1647. Studiò matematica a Roma nel Collegio della Sapienza. Uno dei suoi precettori fu padre Benedetto Castelli a sua volta...
Superiori

10 semplici esperimenti di fisica

La fisica è una scienza importante perché spiega il mondo in cui viviamo e fornisce altre basi per altre dottrine, come la chimica e la meteorologia. Essa studia i concetti fondamentali della materia e dell'energia, dello spazio e del tempo, e le interazioni...
Superiori

Fisica: la temperatura assoluta

Lo studio della fisica ha permesso la scoperta di una serie di fenomeni particolarmente importanti per la nostra vita attuale. I secoli passati sono serviti a mettere le basi per lo studio di nuovi fenomeni e tecnologie oggetto attuale di ricerca. La...
Superiori

Come risolvere i problemi di fisica sui vettori

Ecco pronta una pratica ed interessante guida, mediante il cui aiuto poter essere capaci ed anche in grado d'imparare come e cosa fare per risolvere nel modo corretto e nella maniera più semplice possibile, i problemi di fisica sui vettori, in modo tale...
Superiori

Fisica: calcolo del calore specifico

Molti argomenti della fisica rischiano di essere percepiti come difficili, o fuori dalla realtà. Al contrario, la fisica si concentra su temi che possiamo anche toccare con mano ogni giorno. Tra questi un argomento importante come il calore. Vedremo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.