Fisica: la legge di Boyle-Mariotte

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La legge di Boyle-Mariotte afferma che, a temperatura costante per una massa fissa, la pressione assoluta e il volume di un gas sono inversamente proporzionali. La legge può anche essere indicata in modo leggermente diverso, ovvero che il prodotto della pressione assoluta e volume è sempre costante. La legge prende il nome dal chimico-fisico inglese Robert Boyle, che ha pubblicato la legge originale nel 1662, e dal fisico francese Edme Mariotte, che formulò la legge sulla compressibilità dei gas. Matematicamente, la legge può essere indicata come: P∝ 1/V, oppure P V = k, dove P è la pressione del gas, V è il volume di del gas, e k è una costante. Ecco alcune nozioni di fisica più approfondite circa la legge di Boyle-Mariotte.

24

La legge di Boyle-Mariotte, afferma altresì che la pressione e il volume di un gas hanno una relazione inversa quando la temperatura viene mantenuta costante. Se il volume aumenta, la pressione diminuisce, e viceversa quando la temperatura viene mantenuta costante. Pertanto, quando il volume viene dimezzato, la pressione viene raddoppiata; e se il volume è raddoppiato, la pressione si dimezza. Quella di Boyle-Mariotte è una legge sperimentale dei gas che descrive come la pressione tende a diminuire ad aumentare del volume di un gas. La pressione assoluta esercitata dalla massa di un gas è inversamente proporzionale al volume che esso occupa se la temperatura e la quantità del gas rimangono invariati in un sistema chiuso.

34

L'equazione indica che il prodotto della pressione e del volume è una costante per una data massa di gas, finché la temperatura è costante. Per confrontare la stessa sostanza in due diverse serie di condizioni, la legge può essere utilmente espressa come P1 V1 = P2 V2. L'equazione mostra che, quando il volume aumenta, la pressione del gas diminuisce proporzionalmente. Analogamente, quando diminuisce il volume, la pressione del gas aumenta.

Continua la lettura
44

Finché la temperatura rimane costante, la stessa quantità di energia persiste, e quindi, teoricamente, il valore di k rimarrà costante. Tuttavia, a causa della derivazione della forza di pressione, l'applicazione della forza per una superficie non può essere infinitamente costante per tali valori di v, ma avrà un limite quando tali valori saranno differenti in un determinato tempo. Ad aumentare del volume del gas e mantenendo quest'ultimo alla temperatura misurata inizialmente, la pressione deve diminuire proporzionalmente. Viceversa, riducendo il volume del gas, aumenta la pressione. Questa legge è usata per predire il risultato dell'introduzione di un cambiamento di volume e pressione rispetto allo stato iniziale di una quantità fissa di gas.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di fisica: legge di Hooke

L'uomo ha da sempre studiato e osservato la natura per trovare risposte riguardo ai numerosi e svariati fenomeni che gli accadevano intorno. Tali grandezze sono spesso regolate da leggi di fisica, una tra queste è la legge di Hooke che studia il comportamento...
Superiori

Fisica: la legge di conservazione della quantità di moto

Nella fisica, la legge di conservazione della quantità di moto è quella legge che stabilisce che, in un sistema isolato, la quantità di moto rimane costante nel tempo. Per sistema isolato intendiamo che non vi siano forze esterne. Questo tipo di legge...
Superiori

Fisica: la legge di Bragg

Ecco una semplice ed utilissima guida, mediante cui poter capire qualcosa di più sulla fisica ed in particolar modo sulla legge di Bragg, in modo tale da poterne sapere di più e poter utilizzare queste nozioni nel momento in cui ci serviranno! I cristalli,...
Superiori

Fisica: la legge di gravitazione universale

La legge di gravitazione universale è quella che ha "reso famoso" Newton. Per chi non lo sapesse, Newton era uno scienziato inglese di cui si narra che nel 1600 fu colpito in testa da una mela. Da quest'episodi trasse la conclusione dell'esistenza della...
Superiori

Come risolvere un esercizio di chimica sui gas con la formula di Boyle

Quando si parla di legge di Boyle, si intende per la precisione quel caso particolare della regola dei gas perfetti in cui la pressione e il volume di un gas ideale sono inversamente proporzionali tra loro, di conseguenza la temperatura e la massa del...
Superiori

Storia della fisica: crisi della fisica classica

Sul finire dell'Ottocento i problemi legati all'universo sembravano del tutto risolti. Negli ultimi decenni del secolo, però, a causa dell'avanzamento del sapere teorico e dello sviluppo delle tecniche di misura in laboratorio, esplosero nuovi problemi...
Superiori

Come dimostrare la legge di Stevino

La matematica è una materia difficile e complicata che ha bisogno di molta pratica e molto studio per essere appresa. Rimane però una delle materie più interessanti che esistano al mondo, tempestata di regole e leggi che attraverso alcuni passaggi...
Superiori

Come verificare sperimentalmente la legge di Hooke

È possibile dimostrare che un corpo elastico soggetto ad una forza F subisce una deformazione che è direttamente proporzionale all'intensità della forza applicata. Consideriamo una molla elastica del tipo elicoidale e diciamo L0 la sua lunghezza a...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.