Fisica: il moto rettilineo uniforme

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La prima parte della fisica la meccanica, parla anche dei moti dei corpi, distinguendoli in base alla presenza o meno di elementi forzanti, come per esempio attriti, forze esterne e simili. Un corpo che si trova nello spazio, in breve, interpretandolo come un oggetto uniforme, non soggetto a moti interni o modificazioni durante le osservazioni, può trovarsi in due stati distinti: fermo o in movimento. Il moto può essere rettilineo uniforme oppure accelerato, sia in maniera uniforme che no. Vediamo quindi come si comporta un corpo in un regime di moto rettilineo uniforme.

26

Occorrente

  • Corpo
  • Tempo
  • Velocità
  • Posizione
  • Posizione iniziale
  • Assenza di forze
36

Il moto

Il moto è uno stato particolare di un corpo, che lega posizioni ed istanti di osservazione. Supponiamo, per fare un esempio chiaro, che il corpo in questione sia una sfera perfetta, assolutamente liscia ed uniforme, che si muove su di un piano infinito, liscio, uniforme e dove non sono presenti forze esterne, come per esempio la gravità o l'attrito. Se osserviamo la posizione della palla in due istanti distinti, sufficientemente lontani fra loro, la palla potrà trovarsi nello stesso punto, nelle due osservazioni, o in punti distinti. Se misuriamo la distanza fra i due punti e la dividiamo per la differenza dei tempi di osservazione, otteniamo una stima della sua velocità media. Per velocità media si intende la media delle velocità calcolate in vari punti, senza nessuna indicazione sul loro tipo effettivo, siano esse uniformi, accelerate o simili. Nel sistema MKS (metro, kilogrammo, secondo) tale rapporto è espresso in metri/secondi, ma di fatto non ci dice nulla sul tipo di moto.

46

Il moto rettilineo uniforme

Nota la velocità media del corpo, se non si osservano interventi da parte di forze esterne di qualche tipo come ad esempio una spinta, oppure l'attrito o anche la forza di gravità, il moto che si registra è sicuramente uniforme. Anche se la forza che ha causato il moto non è più presente, il moto dopo un po' diventa uniforme. Succede per esempio ( approssimativamente perché in realtà forze sono presenti ovunque) se si lancia una sonda nello spazio profondo. La sonda va a dritto e non frena, fino a quando non incontra un campo di forze. Naturalmente in realtà la sonda è sottoposta alle leggi della gravitazione e il suo moto non è uniforme, ma comunque è più o meno un esempio calzante. Non esiste in natura una condizione effettiva e realizzabile di moto rettilineo uniforme, per via della presenza della forza di gravità, che agisce anche nel vuoto, dove non c'è attrito.

Continua la lettura
56

Il calcolo della velocità

Come accennato, dividendo spazio percorso per tempo di percorrenza si trova la velocità media. Se però si spezzetta il percorso in intervalli infinitesimi, cioè estremamente brevi e si verifica di volta in volta come si comporta il corpo, facendo la media, si ricava una buona approssimazione della velocità. Volendo essere più rigorosi, però si deve andare a controllare la velocità con una operazione di passaggio al limite per t che tende a zero per il tempo. In questa maniera si imita una osservazione continua del moto, che ci fornisce il valore della velocità. Per dare un po' di formule spicce: x=v*t+x0 indica la posizione del corpo contando anche la posizione iniziale, v=(x-x0)/t per la velocità, e t=(x-x0)/v per il tempo. Le formule però sono valide se e solo se il moto che stiamo trattando è certamente rettilineo uniforme. Questa condizione, come già detto, è solo teorica a prescindere da dove si svolga l'esperimento, perché persino l'urto con gli atomi sparsi nel vuoto intergalattico costituisce una fonte di forze che rendono il moto non rettilineo e non uniforme.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Il moto rettilineo: appunti di fisica

Il moto rettilineo è una conseguenza evidente di una interazione fisica: un mattone cade, una particella si muove, un timpano vibra. In particolare questo tipo di moto descrive il movimento di un oggetto lungo una linea retta, con (moto uniformemente...
Superiori

L'accelerazione in un moto circolare uniforme

Se state ai vostri primi passi nel mondo della fisica, starete senza dubbio approfondendo il concetto di cinematica del corpo rigido. Questo argomento contiene al suo interno tanti altri piccoli argomenti più o meno difficili. Uno di questi è il moto...
Superiori

Appunti di fisica: il moto parabolico

La fisica, si sa, risulta spesso essere una delle materie più ostiche per gli studenti delle scuole superiori. Le difficoltà principali derivano sicuramente dalla presenza di molti concetti matematici, che vengono spesso mal digeriti dai ragazzi. È...
Superiori

Fisica: la legge di conservazione della quantità di moto

Nella fisica, la legge di conservazione della quantità di moto è quella legge che stabilisce che, in un sistema isolato, la quantità di moto rimane costante nel tempo. Per sistema isolato si intende un complesso di oggetti su cui non insistano forze...
Superiori

Fisica: il moto dei pianeti

In ordine di distanza dal Sole, i pianeti del Sistema solare sono: Mercurio, Venere, Terra, Marte (chiamati pianeti interni, o terrestri, perché presentano caratteristiche che sono simili a quelle del nostro pianeta), Giove, Saturno, Urano, Nettuno (detti...
Superiori

L'accelerazione in un moto uniformemente accelerato

La branchia della fisica che studia il moto dei corpi rigidi senza occuparsi delle cause che hanno provocato tali moti è detta "cinematica". Nello studio della fisica classi è la prima parte che viene affrontata. Questa, come detto, studia il moto dei...
Superiori

Appunti: il moto dei corpi

Lo studio del moto dei corpi è oggetto di numerosi campi della fisica. La cinematica, ad esempio, è una branca della meccanica, ovvero di quella parte della fisica che studia espressamente il movimento dei corpi. Più esattamente la cinematica è quella...
Superiori

Come trovare l'angolo nel moto parabolico

La fisica è una materia molto complessa. Infatti durante i mostri studi, universitari o scolastici, ci può creare tantissimi problemi e grattacapi di ogni genere. Bisogna quindi studiarla con estrema attenzione e impegno. In questa guida vedremo una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.