Fisica: come spiegare il fenomeno del miraggio

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sentendo la parola miraggio ci vengono subito in mente le oasi del deserto! In realtà non serve andare così lontano per assistere a questo fenomeno ottico, perché nelle giornate molto calde e afose si manifesta anche in città. I giochi di luce e di forma creati dai fenomeni della fisica catturano l'attenzione di grandi e bambini. Approfondiamo insieme e andiamo a spiegare come avviene il fenomeno del miraggio.

27

Occorrente

  • Gradiente termico
37

Antichità

Nell'antichità, gli uomini ancora non possedevano nozioni di fisica quindi spiegavano i fenomeni fisici e naturali riconducendoli a credenze popolari e leggende. In realtà alla base del fenomeno ottico del miraggio c'è un'articolata spiegazione fisica. L'organo del nostro corpo responsabile della ricezione degli impulsi e degli stimoli luminosi è l'occhio. Li cattura e li trasmette immediatamente al cervello tramite il nervo ottico. Quindi è proprio il cervello che crea l'illusione del miraggio. Molti scrittori, filosofi e pittori trattarono il fenomeno del miraggio. È un fenomeno che incuriosisce e mette in moto la creatività.

47

Illusione ottica

L'illusione ottica del miraggio si manifesta quando i raggi solari incontrano uno strato d'aria più calda degli strati superiori, più freddi e più densi. Allora accade che i raggi solari vengono completamente riflessi e le immagini sembrano riflettersi a terra. Il miraggio dello specchio d'acqua delle oasi nel deserto altro non è che la riflessione del cielo. Ugualmente in estate ci sembra di vedere sull'asfalto cocente delle pozze d'acqua. È lo stesso fenomeno ottico che si ripete. Il fenomeno del miraggio avviene anche per aumenti di temperatura opposti. In questo caso la riflessione dell'immagine avviene sul cielo o non sul suolo. I primi si manifestano più frequentemente rispetto ai secondi. Possiamo quindi affermare che il fenomeno del miraggio avviene a causa di un brusco cambiamento della temperatura tra strati d'aria adiacenti.

Continua la lettura
57

Il miraggio

Concludiamo riprendendo alcuni concetti già spiegati e approfondendoli. Il miraggio viene classificato in inferiore e superiore. Nel primo caso la temperatura scende andando verso l'alto mentre la densità dell'aria cambia repentinamente. Allora il fascio di luce interrompe il suo andamento lineare e cambia direzione. Va verso l'altro e crea un miraggio inferiore. Il contrario accade per miraggio superiore. Questa volta con l'aumentare dell'altezza dal suolo aumenta anche la temperatura. Queste erano alcune informazioni riguardo al fenomeno del miraggio.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Studiare il fenomeno della rifrazione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

10 semplici esperimenti di fisica

La fisica è una scienza importante perché spiega il mondo in cui viviamo e fornisce altre basi per altre dottrine, come la chimica e la meteorologia. Essa studia i concetti fondamentali della materia e dell'energia, dello spazio e del tempo, e le interazioni...
Superiori

Appunti di fisica: l'induzione elettrostatica

L' induzione elettrostatica consiste nell'elettrizzazione dei corpi senza strofinio, questo fenomeno è dato dal bipolarismo, ovvero dalla presenza in natura di due cariche che si differenziano da un segno positivo o negativo, attraverso i quali è possibile...
Superiori

Come fare una relazione di fisica

Durante le varie esperienze che si possono fare in laboratorio, o durante gli esperimenti che si vogliono effettuare, è molto importante appuntarsi tutto l'occorrente atto a creare una dettagliata e specifica presentazione. Le relazioni di fisica servono...
Superiori

Fisica: il secondo principio della termodinamica

Secondo il secondo principio della termodinamica, qualunque sistema in fisica (macchina termica) che prelevi una quantità di calore (energia in ingresso) dalla sorgente a temperatura maggiore a discapito di una quantità (energia dispersa) alla sorgente...
Superiori

Appunti di fisica: il principio di Archimede

Il famoso principio di Archimede è così detto in onore del fisico e matematico greco Archimede di Siracusa (III secolo a. C.), che lo enunciò nel suo scritto "Sui corpi galleggianti". Secondo tale principio un corpo immerso in un fluido riceve una...
Superiori

Appunti di fisica sull'elettricità

L'elettricità e l' energia elettrica sono argomenti che vengono trattati nelle scuole durante le ore di fisica, ma spesso agli studenti questa materia non è del tutto chiara, perché ricevono troppe informazioni e in poco tempo. Per fare chiarezza...
Superiori

Appunti di fisica: attrito e rotolamento

Come sicuramente già sapete, nelle problematiche della dinamica, è necessario considerare anche alcune particolari tipologie di forze che si presentano nel momento in cui un qualunque corpo viene messo in moto e terminano quando quest'ultimo si ferma,...
Superiori

Fisica: l'esperimento di Young

Thomas Young, nato nel giugno del 1773, è stato un importante scienziato inglese, divenuto celebre per i suoi studi in fisica. Egli si concentrò sui temi della meccanica dei solidi e sulla luce ed è inoltre ricordato anche per i suoi studi in ottica....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.