Filosofia: Locke in sintesi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La storia umana conta numerosi filosofi. Leggendo il loro pensiero l'umanità trova il giusto percorso di vita. John Locke è uno di essi.
In questa guida analizzeremo Locke in sintesi nella filosofia. Prima però sappiate che John Locke nacque a Wrington nel 1632. Partecipò alla vita politica durante la restaurazione degli Stewart. Nella sua vita viaggiò tantissimo e ciò gli permise di confrontarsi anche coi filosofi francesi. Attraversò in pieno la parentesi dell'illuminismo, diventando uno dei maggiori esponenti inglesi assieme a Hobbes.
Scopriamo insieme in filosofia, Locke in sintesi!

25

In una filosofia di Locke in sintesi è inevitabile esaminare il suo rapporto con l'innatismo di Cartesio Sappiate che si oppose a tale teoria. Secondo Locke infatti se le idee erano innate, allora tutti gli uomini avrebbero le stesse. Tuttavia individui come i bambini, i selvaggi e gli incolti, mancavano di molte idee. Questi non potevano esprimere opinioni su argomenti complessi (come Dio, la morale ecc.), in quanto avevano esperienze limitate. Perciò per Locke le idee derivavano sempre dall'esperienza. Lo spirito quindi era una tavola vuota da incidere.

35

Le idee per Locke derivavano da due diverse fonti di sensazioni. La prima fonte era il senso esterno, cioè l'esperienza. La seconda era il senso interno ovvero la riflessione interiore. Inoltre Locke riflettè sulla coscienza. Le idee che si formavano nella coscienza le classificò a loro volta in due gruppi. Nel primo rientravano le idee semplici, cioè quelle di base (colore, piacere). Nel secondo invece le idee complesse, che nascevano dalla fusione di più idee minori (ad esempio l'immagine di un corpo, che derivava dall'unione di peso, forma e grandezza). L'intelletto mescolava le idee e ne creava di più complicate. A tal proposito, sul web troverete qualche utile informazione (https://www.youtube.com/watch?v=s_d9DSWM02o)!

Continua la lettura
45

Nella filosofia di Locke in sintesi l'intelletto era ciò che elaborava gli elementi a disposizione. Lo faceva attraverso tre atti. Il primo era la sintesi. Questa combinava più idee semplici in una complessa. Il secondo era la comparazione, cioè paragonava un'idea con se stessa o con un'altra per farne scaturire delle relazioni (identità, causalità, posizione, grandezza). L'ultimo era l'astrazione. Ovvero separava un'idea da tutte le altre per avere una visione globale e astratta (idea di uomo). Locke sottolineò l'operatività costante dell'intelletto.

55

Locke distinse anche le qualità dei corpi. Tali qualità erano le primarie oggettive e le secondarie soggettive. Le prime erano idee esistenti concretamente (peso, forma, grandezza), le seconde esistevano solo come idee stesse (odore, colore, sapore). Ciò contraddiceva alcune affermazioni precedenti. Locke però sottolineò che le idee potevano esistere anche al di fuori dell'uomo. Da qui nacque la critica all'idea di sostanza. Questa la considerò inconoscibile e pertanto sfociò nella metafisica (che riportò a ciò che aveva prodotto l'uomo, ovvero Dio).
La filosofia di Locke segnò in modo radicale e profondo il modo di pensare dell'umanità. Diffuse idee nuove ed innovative, suscitando dubbi e domande all'interno della psiche e della spiritualità dell'uomo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

L'empirismo di Locke

La filosofia si è da sempre interessata al tema della conoscenza. Secondo l'empirismo, la conoscenza fonda le sue basi esclusivamente nell'esperienza. Tale indirizzo filosofico nasce in Inghilterra nel corso del Seicento. Diversi gli studiosi che ne...
Università e Master

Pedagogia: il metodo di Locke

Lo studio della pedagogia, come scienza dell'educazione e della formazione umana, è di fondamentale importanza soprattutto per quelle persone che si troveranno a che fare con l'educazione dei bambini e degli adolescenti. Esistono differenti approcci...
Superiori

La filosofia di David Hume

La filosofia è un argomento ostico ed infatti porta diverse problematiche agli studenti che devono studiarla. La guida in questione pone quella dello scozzese David Hume, nato ad Edimbrugo nel 1711 e morto nel 1776, esso fece parte dell'empirismo britannico,...
Superiori

Voltaire: vita e opere

François Marie Arout è il nome registrato all'anagrafe del filosofo simbolo ed esponente delle idee della cosiddetta "Età dei lumi", egli adottò lo pseudonimo largamente diffuso di Voltaire solo in un tempo successivo. Nacque il 21 novembre del 1694...
Superiori

L'estetica trascendentale di Kant

Ci sarà sicuramente capitato, durante il nostro percorso scolastico di dover studiare alcuni particolari ed importantissimi filosofi, ma molto spesso il loro pensiero risulta molto complesso e per riuscire a comprendere il senso alla perfezione potrebbe...
Superiori

Filosofia: Socrate in sintesi

Tra i più importanti personaggi della filosofia occidentale va ricordato senz'altro Socrate, nato e vissuto ad Atene intorno al 400 a. C. La figura di Socrate è così ricca e complessa che, nel tempo gli sono stati riconosciuti aspetti anticipatori...
Superiori

Kant: Ragion Pura, Pratica e Critica del Giudizio

La filosofia è una disciplina che riflette sull'esistenza dell'uomo, sul suo "essere", sui suoi limiti di conoscenza. Sono moltissimi i filosofi che si interrogano su questi quesiti ed ognuno di loro formula un suo particolare pensiero. Generalmente...
Superiori

La filosofia di Cartesio

Punto focale della filosofia di Cartesio è la ricerca della verità attraverso la filosofia, strumento che migliora la vita dell'essere umano ed in grado, se padroneggiata, di illustrare le verità del mondo. Vediamo insieme come capire al meglio il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.