Filosofia: Locke in sintesi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La storia umana conta numerosi filosofi. Leggendo il loro pensiero l'umanità trova il giusto percorso di vita. John Locke è uno di essi.
In questa guida analizzeremo Locke in sintesi nella filosofia. Prima però sappiate che John Locke nacque a Wrington nel 1632. Partecipò alla vita politica durante la restaurazione degli Stewart. Nella sua vita viaggiò tantissimo e ciò gli permise di confrontarsi anche coi filosofi francesi. Attraversò in pieno la parentesi dell'illuminismo, diventando uno dei maggiori esponenti inglesi assieme a Hobbes.
Scopriamo insieme in filosofia, Locke in sintesi!

25

In una filosofia di Locke in sintesi è inevitabile esaminare il suo rapporto con l'innatismo di Cartesio Sappiate che si oppose a tale teoria. Secondo Locke infatti se le idee erano innate, allora tutti gli uomini avrebbero le stesse. Tuttavia individui come i bambini, i selvaggi e gli incolti, mancavano di molte idee. Questi non potevano esprimere opinioni su argomenti complessi (come Dio, la morale ecc.), in quanto avevano esperienze limitate. Perciò per Locke le idee derivavano sempre dall'esperienza. Lo spirito quindi era una tavola vuota da incidere.

35

Le idee per Locke derivavano da due diverse fonti di sensazioni. La prima fonte era il senso esterno, cioè l'esperienza. La seconda era il senso interno ovvero la riflessione interiore. Inoltre Locke riflettè sulla coscienza. Le idee che si formavano nella coscienza le classificò a loro volta in due gruppi. Nel primo rientravano le idee semplici, cioè quelle di base (colore, piacere). Nel secondo invece le idee complesse, che nascevano dalla fusione di più idee minori (ad esempio l'immagine di un corpo, che derivava dall'unione di peso, forma e grandezza). L'intelletto mescolava le idee e ne creava di più complicate. A tal proposito, sul web troverete qualche utile informazione (https://www.youtube.com/watch?v=s_d9DSWM02o)!

Continua la lettura
45

Nella filosofia di Locke in sintesi l'intelletto era ciò che elaborava gli elementi a disposizione. Lo faceva attraverso tre atti. Il primo era la sintesi. Questa combinava più idee semplici in una complessa. Il secondo era la comparazione, cioè paragonava un'idea con se stessa o con un'altra per farne scaturire delle relazioni (identità, causalità, posizione, grandezza). L'ultimo era l'astrazione. Ovvero separava un'idea da tutte le altre per avere una visione globale e astratta (idea di uomo). Locke sottolineò l'operatività costante dell'intelletto.

55

Locke distinse anche le qualità dei corpi. Tali qualità erano le primarie oggettive e le secondarie soggettive. Le prime erano idee esistenti concretamente (peso, forma, grandezza), le seconde esistevano solo come idee stesse (odore, colore, sapore). Ciò contraddiceva alcune affermazioni precedenti. Locke però sottolineò che le idee potevano esistere anche al di fuori dell'uomo. Da qui nacque la critica all'idea di sostanza. Questa la considerò inconoscibile e pertanto sfociò nella metafisica (che riportò a ciò che aveva prodotto l'uomo, ovvero Dio).
La filosofia di Locke segnò in modo radicale e profondo il modo di pensare dell'umanità. Diffuse idee nuove ed innovative, suscitando dubbi e domande all'interno della psiche e della spiritualità dell'uomo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Filosofia: il pensiero di Locke

Il pensiero filosofico di Locke fu importantissimo nella storia della filosofia in quanto mosse su un ampio raggio di tematiche: inizialmente egli si pose in contrasto con la teoria delle idee innate del razionalismo cartesiano; con l’opera i “Due...
Superiori

Filosofia: Socrate in sintesi

Tra i più importanti personaggi della filosofia occidentale va ricordato senz'altro Socrate, nato e vissuto ad Atene intorno al 400 a. C. La figura di Socrate è così ricca e complessa che, nel tempo gli sono stati riconosciuti aspetti anticipatori...
Superiori

L'empirismo di Locke

La filosofia si è da sempre interessata al tema della conoscenza. Secondo l'empirismo, la conoscenza fonda le sue basi esclusivamente nell'esperienza. Tale indirizzo filosofico nasce in Inghilterra nel corso del Seicento. Diversi gli studiosi che ne...
Superiori

La sintesi organica combinatoriale

La sintesi organica combinatoriale è una strategia che, come si evince dal nome, è tipica della chimica organica, ed essa consiste nel sintetizzare un grande numero di composti correlati legando in modo covalente, diverse serie di unità strutturali....
Superiori

Come fare la sintesi di un testo narrativo

Uno degli esercizi che viene fatto solitamente a scuola, specialmente in letteratura italiana, è la sintesi di un testo narrativo, proposta dall'insegnate per rendersi conto se i propri alunni hanno compreso appieno l'argomento letto o spiegato. Non...
Superiori

Scienze: la sintesi delle proteione

Una delle tante funzioni dell'acido nucleico è quella di codificare le informazioni necessarie per la sintesi delle proteione. La sintesi proteica (o traduzione genica) è quel processo biochimico attraverso cui una sequenza di nucleotidi viene convertito...
Superiori

Biologia: sintesi sui mitocondri e cloroplasti

La biologia è una materia piuttosto complessa e difficile da comprendere, in quanto ci sono moltissime cose da sapere. Ma per poter apprendere argomenti più difficili è necessario partire da delle buone basi e studiare alcuni processi basilari. Ecco...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Platone

La filosofia è quell'insieme di principi che cerca di interpretare e definire i modi del pensare e anche del'agire umano. Nel corso dei secoli si sono succeduti molteplici filosofi, ognuno dei quali ha dato la sua concezione ai diversi aspetti della...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.