Filosofia: la morale kantiana

Tramite: O2O 18/07/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Kant espone la sua concezione morale nello scritto "Critica della ragion pratica" e nelle altre due opere "Fondazione della metafisica dei costumi" e la "Metafisica dei costumi". La filosofia kantiana riguarda una morale formale, infatti viene illustrata la forma della morale, ma non il suo contenuto. Kant si domanda "Qual è la morale dell'uomo?" E poi "Come fa l'uomo a vivere nel rispetto di questa morale?" Sono i quesiti ai quali dedica la maggior parte delle sue opere. Andremo adesso a capire meglio e a spiegare questi concetti.

26

La ragione fondamento della morale

Innanzitutto secondo Kant tutti gli uomini cercano di agire moralmente e ci si deve quindi interrogare sul fondamento dell'azione morale, da cos'è spinta? Il filosofo sostiene che la sua forza propulsiva non è il sentimento, perché questo è troppo soggettivo, significa soltanto "sentire il bene" e nemmeno il sentimento perché troppo personale. Non può essere neanche l'autorità religiosa, perché è qualcosa di esteriore all'uomo e non tutti credono in questa.
Il filosofo arriva dunque a stabilire che è la ragione pura, autonoma, universale e necessaria. Ci troviamo di fronte perciò a una morale razionale, fondata sulla ragione, la quale ci indica ciò che è doveroso fare. Questo può essere spiegato attraverso un esempio semplice ma efficace; ogni uomo agisce seguendo una morale e in base a questa compie l'azione giusta. Per esempio se trovaste un portamonete in mezzo alla strada sareste sicuramente spinti dell'immortalità di tenerlo con voi ma sicuramente la ragione vi spingerà a pensare il contrario cercando di farvi seguire una legge morale indiscussa ed efficace sia al vivere meglio con se stessi che con gli altri.

36

La scelta libera vincolata dalla morale

La scelta, come dice Kant, è espressione di una "volontà pura", è libera da condizionamenti. Ma se la morale si basa sul dovere, come può essere la scelta libera? La scelta è libera perché si basa su una morale interiore. L'individuo risponde ad un comando che esso stesso si è dato. Spiegando il concetto in poche parole possiamo dire che ogni uomo seppur libero di scegliere è pur sempre un essere razionale per cui qualsiasi scelta egli prenda sarà sempre e comunque dettata dalla morale e vincolata da questa.

Continua la lettura
46

L'imperativo categorico a cui rispondere

Cos'è l'imperativo categorico a cui dobbiamo rispondere? È un comando e si distingue dall'imperativo ipotetico. Secondo l'imperativo ipotetico non è obbligatorio fare qualcosa, ma si deve fare solo in vista di uno scopo. In poche parole l'imperativo categorico implica l'essenza indiscussa di qualcosa nel particolare invece quello ipotetivo vincola solo in alcune circostanze.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La morale kantiana si può comprendere effettivamente solo in relazione al pensiero generale del filosofo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Principali tematiche della filosofia platonica

Il Platonismo è il nome dei principi esposti dal filosofo Platone. La sua essenza è la convinzione che la filosofia è un modo di vita: il suo aspetto contemplativo percepisce i principi eterni e le forme divine che compongono la realtà dietro gli...
Superiori

Filosofia: Locke in sintesi

La storia umana conta numerosi filosofi. Leggendo il loro pensiero l'umanità trova il giusto percorso di vita. John Locke è uno di essi. In questa guida analizzeremo Locke in sintesi nella filosofia. Prima però sappiate che John Locke nacque a Wrington...
Superiori

Come studiare la filosofia

Le discipline umanistiche hanno un ruolo molto importante nella formazione di molti studenti del liceo. Tra le materie legate alla storia dell'umanità figura la filosofia. Quest'ultima si occupa dell'analisi del pensiero dell'uomo. L'essere umano si...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Cartesio

Cartesio è considerato il fondatore della filosofia, che a quell'epoca aveva segnato il passaggio dalla cultura rinascimentale all'Età moderna. Ancora oggi le sue teorie sono da considerarsi attuali; infatti, egli ritiene che attraverso la ragione si...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Platone

La filosofia è quell'insieme di principi che cerca di interpretare e definire i modi del pensare e anche del'agire umano. Nel corso dei secoli si sono succeduti molteplici filosofi, ognuno dei quali ha dato la sua concezione ai diversi aspetti della...
Superiori

La filosofia medievale in breve

La filosofia medievale abbraccia un periodo molto esteso. In questa guida, vi indicheremo in breve le linee delle due principali filosofie medievali: la Patristica e la Scolastica. Vi illustreremo anche gli aspetti dei vari pensieri filosofici del periodo,...
Superiori

Appunti di filosofia: il neoplatonismo

La filosofia è una materia piuttosto complessa e ricca di sfaccettature, che richiede molto tempo e studio per essere studiata ed appresa appieno. Molte sono le correnti che si sono susseguite durante gli anni e che hanno portato profondi cambiamenti...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Aristotele

La filosofia è una materia piuttosto complessa ma allo stesso tempo interessante, che per essere compresa richiede un po' di tempo e molto studio. Durante i secoli molte sono le scuole che si sono susseguite e che hanno rappresentato una rivoluzione...