Filosofia: Kierkegaard

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Soren Kierkegaard nacque a Copenaghen il 5 maggio del 1813. Fin da giovane si interessò molto alla scrittura, alla teologia e alla filosofia tanto da essere considerato il padre fondatore di una dottrina filosofica: l'esistenzialismo. Suo padre, prima di diventare un ricco mercante, era un pastore "maledetto da Dio" e destinato a veder morire tutti i suoi figli, a eccezione di Soren. Poiché Kierkegaard si trovò a vivere in un ambiente familiare cupo e depresso, diventò un uomo malinconico e riflessivo, tanto che basò la sua filosofia essenzialmente su due punti: la negazione delle teorie hegeliane e l'allontanamento dal rigido formalismo della chiesa danese.

25

Vita

La vita del filosofo su segnata dalla malinconia e dal senso del peccato, perché vide morire cinque dei suoi fratelli quando non aveva ancora compiuto vent'anni. Venne educato rigidamente dai genitori, tanto da diventare una persona introspettiva e saranno proprio l'introspezione e la ricerca delle risposte che turbano l'uomo a fare di Kierkegaard il patriarca dell'esistenzialismo. Sviluppò anche un fortissimo senso dell'ironia, visibile soprattutto nelle numerose lettere che inviò a parenti e amici, soprattutto quando incontrò Regina Olsen, con la quale ruppe però il fidanzamento, ossessionato dalla maledizione che il padre aveva attirato su di sé e che Kierkegaard temeva poter vedere ripercossa su Regina e i loro eventuali figli.

35

Formazione filosofica

Nella sua formazione filosofica, Kierkegaard criticò Hegel per aver ammesso che l'identità dell'uomo dovesse essere ricercata all'interno della storia e della società. Egli credeva che l'uomo vivesse in un perenne stato o di angoscia, derivante dal rapporto troppo serio che l'uomo intrattiene con il mondo che lo circonda, o di disperazione, derivante dal rapporto serio dell'uomo con se stesso.

Continua la lettura
45

Angoscia o disperazione

Secondo Kierkegaard, l'esistenza è fondamentalmente angoscia o disperazione, perché l'esistenza, quindi la vita dell'essere umano, è composta da miliardi di piccole scelte da compiere ogni giorno. Questo porta l'uomo ad un perenne stato di angoscia, poiché non si sa cosa scegliere. Secondo Kierkegaard, l'angoscia non può assolutamente essere evitata, perché fa parte dell'essere umano, ma può essere placata rifugiandosi nella fede. La fede, tuttavia, è una forte illusione per Kierkegaard. Basti pensare alla vicenda di Abramo, il patriarca dell'ebraismo: Dio gli chiese di sacrificare il suo figlio Isacco per abbracciare la fede in tutto e per tutto, anche se non comprese le reali ragioni che si celavano dietro a quella richiesta.

55

Le scelte per Kierkegaard

Le scelte per Kierkegaard sono quasi sempre un aut-aut: non è possibile scegliere di compiere un'azione e allo stesso tempo compierne un'altra. Egli divide l'esistenza dell'uomo in tre stadi: innanzitutto lo stadio estetico, incarnato dalla figura del Don Giovanni, uno stato di ebbrezza costante, di ricerca sfrenata del piacere. Questo stadio, però, porta al fallimento, poiché chi sceglie di godere per sempre cade nella noia, e alla noia segue la disperazione. Abbandonando la disperazione e cambiando stile di vita, l'uomo passa allora allo stato etico: in esso l'uomo vive con più stabilità e continuità, cerca di adattarsi al mondo. Si vota alla fedeltà coniugale, si impone delle regole, come un padre di famiglia. La vita etica è però limitata dal conformismo che rischia di far cadere l'individualità dell'uomo nell'anonimato. Se però l'uomo sceglie di essere se stesso fino in fondo, trova Dio e la sua infinità e trova la forza necessaria per passare all'ultimo stadio della vita, quello religioso, che però, come già detto, è visto come uno stadio solitario.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Filosofia: il pensiero di Heidegger

La guida che seguirà entrerà a trattare una materia davvero bellissima: la filosofia. Nello specifico, ci dedicheremo allo studio del pensiero di un filosofo cardine del pensiero protestante luterano: Martin Heidegger. Comincerei con una piccola biografia...
Superiori

Filosofia: biografia di Schopenhauer

La prima fase dell'Ottocento è un'epoca storica caratterizzata da una profonda trasformazione dell'Europa, sotto il punto di vista tecnico, sociale ed economico. La società industriale lascia presagire un profondo progresso, con un netto incremento...
Maturità

Tesina Maturità. Il viaggio

Sei arrivato al fatidico giorno dell'esame e ancora non hai deciso l'argomento della tua tesina? Hai già l'idea ma non sai come articolarlo? Bene, in questa guida ti mostrerò come sviluppare un tema molto gettonato per la Tesina Maturità, ovvero Il...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Shopenhauer

Uno dei maggiori filosofi dell'800 è sicuramente Arthur Schopenhauer. Il suo pensiero è molto complesso, e trae la sua origine dall'illuminismo, con delle forti contaminazioni orientali. La sua filosofia è tendenzialmente pessimistica, quasi misantropa,...
Università e Master

Auguste Comte: i concetti base del suo pensiero

Il fondatore della sociologia è sicuramente Auguste Comte. Inizialmente egli chiamò questa disciplina "filosofia sociale". La sua corrente di pensiero è molto vicina a quella del positivismo a causa della sua esaltazione della scienza e del progresso...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Agostino

Nella disciplina della Filosofia si inquadra uno dei più grandi pensatori, sia filosofici che cristiani. Stiamo parlando di Sant'Agostino. Egli sostiene che l'uomo non può dubitare di tutto e neanche di se stesso. Il che significa che bisogna essere...
Superiori

Filosofia: l'epicureismo

L'Epicureismo fa riferimento alla scuola del filosofo greco Epicuro. Da un lato infatti "epicureismo" identifica la filosofia vera e propria di Epicuro e, dall'altro, si riferisce a tutti quei pensatori che, nelle loro teorie hanno fatto riferimento al...
Superiori

Feuerbach: filosofia ed opere

Ludwig Feuerbach nacque nel 1804 e morì nel 1872. Egli era un filosofo e fu uno dei massimi esponenti della sinistra hegeliana. Insieme a Marx, ed uno dei più importanti filosofi che agirono sull'analisi della religione e dei suoi effetti, in particolare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.