Filosofia: il pensiero di Shopenhauer

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

Uno dei maggiori filosofi dell'800 è sicuramente Arthur Schopenhauer. Il suo pensiero è molto complesso, e trae la sua origine dall'illuminismo, con delle forti contaminazioni orientali. La sua filosofia è tendenzialmente pessimistica, quasi misantropa, che vede l'umiltà e la rinuncia ai piaceri come unica via per la liberazione. Questa guida si propone appunto di fornirvi alcuni appunti di filosofia: il pensiero di Shopenhauer.

24

Il contesto storico

Per meglio capire il pensiero di Arthur Shopenhauer dobbiamo, per prima cosa, guardare al contesto nel quale il grande filosofo si forma. Shopenhauer nasce a Danzica nel 1788, nel pieno della crisi europea in atto, figlio di un ricco commerciante e di una donna vivace con la quale avrà un rapporto molto turbolento per tutta la vita: Johanna Trosiener. La ragazza, è ancora giovane quando da alla luce Arthur, e vivrà in una condizione di sottomissione totale al marito, fino alla morte di lui. Il giovane Shopenhauer è costretto a rinunciare allo studio in campo umanistico. Da cui è fortemente attratto, e, sotto forti insistenze del padre che lo vorrebbe erede della sua attività commerciale, inizia studi di carattere economico e commerciale. Alla morte del padre, Schopenhauer, è finalmente libero di seguire le sue inclinazioni. Dopo la morte del padre, avvenuta nel 1805, Shopenhauer è finalmente libero di seguire le sue inclinazioni e si dedica allo studio umanistico. A partire dal 1807 il giovane si sposta per tutta l'Europa fino a stabilirsi infine a Francoforte fino alla sua morte.

34

Il velo di Maya

Il pensiero di Shpenhauer è una sorta di incontro e la rielaborazione di diverse correnti filosofiche e religiose, riprende idee derivanti sia dal buddismo che dall'induismo e dal cristianesimo. Nel 1819 esce la sua opera principale, "Il mondo come volontà e rappresentazione", un'opera che si sviluppa quello che diverrà il corpo centrale della sua filosofia. Secondo il filosofo tutto ciò che appare è pura e semplice rappresentazione, la realtà è coperta dal velo di Maya (divinità di origine buddista) e quello che il filosofo e che tutti dovrebbero fare è svelare la realtà alzando finalmente il velo che la ricopre. Secondo il filosofo al di là della rappresentazione non resta altro che la volontà di vivere, che è quella forza che spinge l'uomo ad andare avanti.

Continua la lettura
44

La visione pessimistica

La visione di Shopenhauer è estremamente pessimistica e lo porta infatti ad affermare che vivere è desiderare e la volontà dell'uomo è quella di cercare di raggiungere qualcosa che non si riuscirà mai ad afferrare, e questo è causa di dolore. Una volta raggiunto un piacere, inoltre, esso si rivela effimero e l'uomo risulta chiuso in un circolo vizioso oscillando come un pendolo tra noia e disperazione. La soluzione a questo pessimismo (il filosofo si appassionerà molto alle opere di Leopardi) non risiede, come è facile pensare, nel suicidio, che in quanto affermazione di una volontà, quella di porre fine alle vita, ne è in realtà massima affermazione. La risposta al dolore si trova invece in altro, ad esempio nella contemplazione dell'arte e nell'etica della pietà. Inoltre il filosofo propone un iter alternativo al suicidio per porre fine al dolore dell'esistenza: quello dell'ascesi, un cammino salvifico alla fine del quale l'uomo può riuscire a eliminare il dolore dell'esistenza. Secondo Shopenhauer, l'ascesi si può dividere in tre passaggi fondamentali: in primo luogo ci deve essere la mortificazione de sé, secondariamente la castità, che eliminerebbe il desiderio e quindi la continuazione del dolore e, infine, un prolungato digiuno. In questo modo l'uomo, lasciandosi alle spalle i piaceri terreni, potrà trovare, il suo nirvana.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Filosofia: il pensiero di Aristotele

La filosofia è una materia piuttosto complessa ma allo stesso tempo interessante, che per essere compresa richiede un po' di tempo e molto studio. Durante i secoli molte sono le scuole che si sono susseguite e che hanno rappresentato una rivoluzione...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Heidegger

La guida che seguirà entrerà a trattare una materia davvero bellissima: la filosofia. Nello specifico, ci dedicheremo allo studio del pensiero di un filosofo cardine del pensiero protestante luterano: Martin Heidegger. Comincerei con una piccola biografia...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Talete

A volte conoscere la vita dei maggiori autori dell'età antica può farci allargare le nostre conoscenze. In particolare studiare la filosofia, ossia il pensiero di teorici, può avere un'influenza sul nostro modo di pensare il mondo. Uno tra questi è...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Hegel

Chi si avvicina alla filosofia per studio, lavoro o interesse personale verrà sicuramente affascinato dal pensiero di Georg Wilhelm Friedrich Hegel. Questo famoso filosofo tedesco, nato nel 1770 a Stoccarda in Germania, fu seguace della Chiesa e dell'uomo...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Montesquieu

Montesquieu è stato un giurista e filoso illuminista francese. L'illuminismo può essere considerata una corrente di pensiero innovativa e rivoluzionaria del Settecento, un movimento culturale che ha influenzato le arti e il pensiero tecnico- scientifico....
Superiori

Filosofia: il pensiero di Kant

Immanuel Kant nacque a Könisberg nella Prussia orientale il 22 aprile del 1724. È stato uno dei più importanti filosofi di tutti i tempi, esponente della corrente di pensiero dell'Illuminismo. È stato inoltre anche precursore dei principi basilari...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Cartesio

Cartesio è considerato il fondatore della filosofia, che a quell'epoca aveva segnato il passaggio dalla cultura rinascimentale all'Età moderna. Ancora oggi le sue teorie sono da considerarsi attuali; infatti, egli ritiene che attraverso la ragione si...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Eraclito

Eraclito nacque a Efeso, nel 535 a. C. Di nobili origini, si dedicò per tutta la vita alla contemplazione filosofica, conferendole una concezione di stampo elitario e squisitamente razionale. I principali aspetti della filosofia di Eraclito sono racchiusi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.