Filosofia: il pensiero di Platone

Tramite: O2O 04/09/2017
Difficoltà: media
18
Introduzione

La filosofia è quell'insieme di principi che cerca di interpretare e definire i modi del pensare e anche del'agire umano. Nel corso dei secoli si sono succeduti molteplici filosofi, ognuno dei quali ha dato la sua concezione ai diversi aspetti della vita. Uno dei più importanti è Platone. Allievo di Socrate, nasce ad Atene nel 428 a. C. Circa e, muore nella stessa città nel 348 a. C. Più della sua vita, sarà il suo pensiero ad influenzare, e in parte a plasmare, la storia della filosofia. Nei passi a seguire di questa guida verranno evidenziati i principi fondamentali del pensiero di Platone.

28
Occorrente
  • libro di Filosofia.
38

La ricerca della conoscenza porta Platone a sviluppare la dottrina

Il pensiero di Platone, che si sviluppa in 36 opere, prende spunto da un fatto storico: l'uccisione di Socrate. La sua vita, come la sua filosofia, si basa dunque su un principio: l'assenza di giustizia. La politica e la filosofia si fondono così in modo ineluttabile, dando vita ad un dilemma fondamentale: esiste la giustizia? Nasce da qui la ricerca della conoscenza che, porta Platone a sviluppare la dottrina, attraverso la sua più grande invenzione filosofica: le idee.

48

Le idee, sono esseri non fenomenici presenti nell'iperuranio, un mondo sovrasensibile

Per spiegare le idee occorre fare una piccola introduzione su quello che rappresenta il pensiero di Platone. L'uomo è composto di due parti: il corpo e l'anima. Mentre il primo è un ente fenomenico, che si manifesta cioè ai sensi, il secondo elemento è un ente noumenico con una sua storia e una sua vita staccata da quella del corpo. Le idee, che a loro volta sono esseri non fenomenici presenti nell'iperuranio, un mondo anch'esso sovrasensibile, dove le idee vivono, sono conosciute dall'anima al momento della nascita (innatismo). Andando avanti col tempo, tuttavia, l'anima si "dimentica" di tali enti, potendo riscoprirli solo attraverso la reminiscenza, ossia il ricordo. Per questo motivo Platone identifica l'apprendimento con il ricordo.

Continua la lettura
58

Platone tenta di far capire ai suoi contemporanei che solo gli dei contemplano le idee nella loro interezza

Platone tenta di far capire ai suoi contemporanei (in particolare i sofisti e i materialisti) che solo gli dei contemplano le idee nella loro interezza, e che ai comuni mortali non rimane che tentare di conoscerle solo attraverso la filosofia, che è, appunto, l'amore per il sapere. Divide quindi la conoscenza in due categorie. La prima categoria è quella della conoscenza sensibile, ossia basata sui sensi e quindi presente nell'immaginazione e nella credenza. La seconda è quella intelligibile (la scienza) che si fonda sul pensiero discorsivo e l'intellezione. Naturalmente, questa seconda categoria, rappresenta per Platone il vero sapere.

68

Il dualismo presente nel pensiero gnoseologico di Platone, si rispecchia anche, oltre che sulla filosofia ontologica, anche nel suo pensiero politico.

Il dualismo presente nel pensiero gnoseologico di Platone, si rispecchia anche, oltre che sulla filosofia ontologica, anche nel suo pensiero politico. Nella "Repubblica", il filosofo ateniese ipotizza infatti una città in cui il potere è in mano ai filosofi, possessori della verità, coadiuvati da altre due classi, quella dei guerrieri e quella degli artigiani. Nella Repubblica ognuno rispetta il suo compito, trasmesso di padre in figlio, in base alle sue conoscenze. Se avvenisse il contrario, lo Stato non sarebbe un ente armonico e finirebbe dunque con l'essere distrutto.

78
Guarda il video
88
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Ai comuni mortali non rimane che tentare di conoscere le idee solo attraverso la filosofia, che è, appunto, l'amore per il sapere.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Filosofia: il pensiero di Montesquieu

Montesquieu è stato un giurista e filoso illuminista francese. L'illuminismo può essere considerata una corrente di pensiero innovativa e rivoluzionaria del Settecento, un movimento culturale che ha influenzato le arti e il pensiero tecnico- scientifico....
Superiori

Filosofia: il pensiero di Talete

Lo studio della filosofia viene inserito nei trienni del liceo per svariati motivi: oltre ad approfondire le nostre conoscenze culturali, conoscere il pensiero degli antichi può essere utile per aiutarci a sviluppare una nostra concezione del mondo....
Superiori

Filosofia: il pensiero di Cartesio

Cartesio è considerato il fondatore della filosofia, che a quell'epoca aveva segnato il passaggio dalla cultura rinascimentale all'Età moderna. Ancora oggi le sue teorie sono da considerarsi attuali; infatti, egli ritiene che attraverso la ragione si...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Eraclito

Eraclito nacque a Efeso, nel 535 a. C. Di nobili origini, si dedicò per tutta la vita alla contemplazione filosofica, conferendole una concezione di stampo elitario e squisitamente razionale. I principali aspetti della filosofia di Eraclito sono racchiusi...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Pitagora

Tra i maggiori esponenti della filosofia greca antica si colloca senza dubbio Pitagora. Egli rappresenta sicuramente anche uno dei filosofi più conosciuti al giorno d'oggi grazie alle sue teorie e alle sue opere. Pitagora è inoltre noto in modo particolare...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Galileo Galilei

Galileo Galilei nacque a Pisa nel 1564 da genitori della ricca borghesia. Ricevette una prima educazione del pensiero umanistico-letterario, seguita da saltuari studi di medicina. Egli è uno dei protagonisti indiscussi della Rivoluzione Scientifica,...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Democrito

Democrito è stato un filosofo greco, nacque ad Abdera nel 460 a. C. Egli fu allievo di Leucippo con cui fondò l'atomismo, un indirizzo di filosofia naturale di carattere ontologico basato sulla pluralità dei costituenti fondamentali della realtà fisica....
Superiori

Filosofia: il pensiero di Keplero

Con Keplero la matematica non fornisce più soltanto uno schema geometrico per la costruzione del sistema astronomico, ma gli strumenti necessari per definire con estrema precisione le leggi che regolano i moti celesti. Keplero, aumentando la connessione...