Filosofia: il pensiero di Locke

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il pensiero filosofico di Locke fu importantissimo nella storia della filosofia in quanto mosse su un ampio raggio di tematiche: inizialmente egli si pose in contrasto con la teoria delle idee innate del razionalismo cartesiano; con l’opera i “Due trattati sul governo” Locke si occupò anche di politica ed economia, trattando tematiche molto attuali. John Locke nacque in Inghilterra nel 1632 e studiò a Oxford. Infine, argomento di grande importanza fu esposto nella “Lettera sulla Tolleranza”, importante critica al periodo storico in cui si erano consumate le durissime Guerre di Religione. Ecco una semplicissima e pratica guida su filosofia: il pensiero di Locke.

24

Le idee innate

Inizialmente Locke affrontò un’aspra critica alle idee innate, fondando le basi per la Lettera sulla Tolleranza. Secondo Locke pensare e avere idee è la stessa cosa. Le idee innate non esistono in quanto, se esistessero, dovrebbero “pensarle” tutti, anche i bambini, i selvaggi, i pazzi. Ma siccome tali categorie non hanno queste idee, ciò vuol dire che le idee innate non esistono. Secondo il famossisimo filosofo, John Locke la mente è attiva quando riceve le sensazioni tramite i sensi, non potendosi rifiutare di riceverle; sono queste le “idee semplici”. Queste sono sensazioni grezze che ci giungono in maniera slegata. Le “idee complesse” rappresentano invece l’unione delle idee semplici.

34

Lettera sulla Tolleranza

Nella lettera sulla Tolleranza Locke si fa capo di un argomento molto caro ai filosofi dell’epoca, come ad esempio Voltaire e Hume. Per riassumere in poche parole il concetto che Locke aveva sulla tolleranza, basta riprendere quanto già detto sul concetto di idea innata: secondo Locke non esistono idee innate, pertanto non esistono idee perfette o non perfette, giuste e non giuste. Non è possibile, di conseguenza, asserire se la mia idea è corretta rispetto alla tua, quindi la mia idea va “tollerata” quanto la tua.

Continua la lettura
44

I due trattati

In quest’opera Locke affrontò tre importantissimi temi politici. Innanzitutto egli pose le basi del geniale liberalismo. Il liberalismo è quella tradizione politica che intende porre precisi limiti all’esercizio dell’autorità dello Stato, prevedendo una serie di diritti individuali inalienabili propri di ogni individuo. Il liberismo che contribuisce alla lotta contro ogni forma di tirannia e dispotismo giungerà ad una piena formulazione in seguito alle rivoluzioni del secolo successivo (Rivoluzione Americana e Francese).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

L'empirismo di Locke

La filosofia si è da sempre interessata al tema della conoscenza. Secondo l'empirismo, la conoscenza fonda le sue basi esclusivamente nell'esperienza. Tale indirizzo filosofico nasce in Inghilterra nel corso del Seicento. Diversi gli studiosi che ne...
Università e Master

Pedagogia: il metodo di Locke

Lo studio della pedagogia, come scienza dell'educazione e della formazione umana, è di fondamentale importanza soprattutto per quelle persone che si troveranno a che fare con l'educazione dei bambini e degli adolescenti. Esistono differenti approcci...
Superiori

Voltaire: vita e opere

François Marie Arout è il nome registrato all'anagrafe del filosofo simbolo ed esponente delle idee della cosiddetta "Età dei lumi", egli adottò lo pseudonimo largamente diffuso di Voltaire solo in un tempo successivo. Nacque il 21 novembre del 1694...
Superiori

La filosofia di David Hume

La filosofia è un argomento ostico ed infatti porta diverse problematiche agli studenti che devono studiarla. La guida in questione pone quella dello scozzese David Hume, nato ad Edimbrugo nel 1711 e morto nel 1776, esso fece parte dell'empirismo britannico,...
Superiori

L'estetica trascendentale di Kant

Ci sarà sicuramente capitato, durante il nostro percorso scolastico di dover studiare alcuni particolari ed importantissimi filosofi, ma molto spesso il loro pensiero risulta molto complesso e per riuscire a comprendere il senso alla perfezione potrebbe...
Superiori

La filosofia di Cartesio

Punto focale della filosofia di Cartesio è la ricerca della verità attraverso la filosofia, strumento che migliora la vita dell'essere umano ed in grado, se padroneggiata, di illustrare le verità del mondo. Vediamo insieme come capire al meglio il...
Superiori

La filosofia di John Stuart Mill

John Stuart Mill nacque a Pentonville il 20 maggio del 1806. Fu uno dei massimi protagonisti della filosofia e dell'economia inglese, esponente principale del liberalismo e dell'utilitarismo. Venne istruito rigidamente dal padre con l'obbiettivo di plasmare...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Blaise Pascal

Blaise Pascal è una fra le figure non solo filosofiche, ma anche scientifiche più influenti del suo tempo (diciassettesimo secolo). Molto importante è il suo pensiero, basato principalmente sul suo percorso di fede religiosa, il Giansenismo, che riusciva...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.