Filosofia: il pensiero di Locke

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il pensiero filosofico di Locke fu importantissimo nella storia della filosofia in quanto mosse su un ampio raggio di tematiche: inizialmente egli si pose in contrasto con la teoria delle idee innate del razionalismo cartesiano; con l’opera i “Due trattati sul governo” Locke si occupò anche di politica ed economia, trattando tematiche molto attuali. John Locke nacque in Inghilterra nel 1632 e studiò a Oxford. Infine, argomento di grande importanza fu esposto nella “Lettera sulla Tolleranza”, importante critica al periodo storico in cui si erano consumate le durissime Guerre di Religione. Ecco una semplicissima e pratica guida su filosofia: il pensiero di Locke.

24

Le idee innate

Inizialmente Locke affrontò un’aspra critica alle idee innate, fondando le basi per la Lettera sulla Tolleranza. Secondo Locke pensare e avere idee è la stessa cosa. Le idee innate non esistono in quanto, se esistessero, dovrebbero “pensarle” tutti, anche i bambini, i selvaggi, i pazzi. Ma siccome tali categorie non hanno queste idee, ciò vuol dire che le idee innate non esistono. Secondo il famossisimo filosofo, John Locke la mente è attiva quando riceve le sensazioni tramite i sensi, non potendosi rifiutare di riceverle; sono queste le “idee semplici”. Queste sono sensazioni grezze che ci giungono in maniera slegata. Le “idee complesse” rappresentano invece l’unione delle idee semplici.

34

Lettera sulla Tolleranza

Nella lettera sulla Tolleranza Locke si fa capo di un argomento molto caro ai filosofi dell’epoca, come ad esempio Voltaire e Hume. Per riassumere in poche parole il concetto che Locke aveva sulla tolleranza, basta riprendere quanto già detto sul concetto di idea innata: secondo Locke non esistono idee innate, pertanto non esistono idee perfette o non perfette, giuste e non giuste. Non è possibile, di conseguenza, asserire se la mia idea è corretta rispetto alla tua, quindi la mia idea va “tollerata” quanto la tua.

Continua la lettura
44

I due trattati

In quest’opera Locke affrontò tre importantissimi temi politici. Innanzitutto egli pose le basi del geniale liberalismo. Il liberalismo è quella tradizione politica che intende porre precisi limiti all’esercizio dell’autorità dello Stato, prevedendo una serie di diritti individuali inalienabili propri di ogni individuo. Il liberismo che contribuisce alla lotta contro ogni forma di tirannia e dispotismo giungerà ad una piena formulazione in seguito alle rivoluzioni del secolo successivo (Rivoluzione Americana e Francese).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti sulla filosofia politica di John Locke

John Locke fu un filosofo inglese nato nel 1632 e scomparso 1704. Stiamo parlando di uno dei più importanti e conosciuti pensatori della filosofia moderna. Formatosi all'università di Oxford, dedicò gran parte della sua vita allo studio della conoscenza...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Platone

La filosofia è quell'insieme di principi che cerca di interpretare e definire i modi del pensare e anche del'agire umano. Nel corso dei secoli si sono succeduti molteplici filosofi, ognuno dei quali ha dato la sua concezione ai diversi aspetti della...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Aristotele

La filosofia è una materia piuttosto complessa ma allo stesso tempo interessante, che per essere compresa richiede un po' di tempo e molto studio. Durante i secoli molte sono le scuole che si sono susseguite e che hanno rappresentato una rivoluzione...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Heidegger

La guida che seguirà entrerà a trattare una materia davvero bellissima: la filosofia. Nello specifico, ci dedicheremo allo studio del pensiero di un filosofo cardine del pensiero protestante luterano: Martin Heidegger. Comincerei con una piccola biografia...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Talete

A volte conoscere la vita dei maggiori autori dell'età antica può farci allargare le nostre conoscenze. In particolare studiare la filosofia, ossia il pensiero di teorici, può avere un'influenza sul nostro modo di pensare il mondo. Uno tra questi è...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Hegel

Chi si avvicina alla filosofia per studio, lavoro o interesse personale verrà sicuramente affascinato dal pensiero di Georg Wilhelm Friedrich Hegel. Questo famoso filosofo tedesco, nato nel 1770 a Stoccarda in Germania, fu seguace della Chiesa e dell'uomo...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Montesquieu

Montesquieu è stato un giurista e filoso illuminista francese. L'illuminismo può essere considerata una corrente di pensiero innovativa e rivoluzionaria del Settecento, un movimento culturale che ha influenzato le arti e il pensiero tecnico- scientifico....
Superiori

Filosofia: il pensiero di Kant

Immanuel Kant nacque a Könisberg nella Prussia orientale il 22 aprile del 1724. È stato uno dei più importanti filosofi di tutti i tempi, esponente della corrente di pensiero dell'Illuminismo. È stato inoltre anche precursore dei principi basilari...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.