Filosofia: il pensiero di Keplero

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Con Keplero la matematica non fornisce più soltanto uno schema geometrico per la costruzione del sistema astronomico, ma gli strumenti necessari per definire con estrema precisione le leggi che regolano i moti celesti. Keplero, aumentando la connessione fra matematica e astronomia, cercherà di spiegare in modo più scientifico e meno filosofico, rispetto ai suoi predecessori, le leggi che regolano i moti celesti. Sono moltissime le informazioni in merito a questo importante argomento filosofico, infatti all'inizio potrebbe sembrarvi alquanto complicato, in realtà vedrete che con un po' di impegno e molta attenzione riuscirete a comprendere tutti i dettagli più importanti ed utili. Naturalmente, impegnandovi da soli non avrete la necessità di prendere delle costose lezioni private, quindi avrete l'opportunità di risparmiare il vostro denaro. A questo punto, non vi rimane che continuare a leggere con molta attenzione le semplici indicazioni riportate nei successivi passi di questa interessante guida, per apprendere quante più informazioni possibili in merito ad un importante argomento di filosofia: il pensiero di Keplero.

24

Prima legge:

Nella prima legge, smentendo Galileo, Keplero afferma precisamente che i pianeti ruotano attorno al Sole seguendo orbite ellittiche, di cui il Sole occupa esattamente uno dei fuochi. L'ellisse risulta essere esattamente una figura geometrica bidimensionale, paragonabile a un cerchio schiacciato, formata dai punti di un piano le cui distanze da due punti fissi, detti fuochi, hanno somma costante. Le orbite ellittiche dei pianeti sono ellissi poco schiacciate, vicine alla circonferenza.
In ambito filosofico, da un'opera intitolata precisamente "Mysterium cosmographicum", si evincono le sue convinzioni pitagorico-platoniche. L'idea di un'armonia precostituita nell'universo viaggia insieme all'idea di mistero in essa contenuta di stampo platonico, svelabile, secondo Keplero, attraverso la matematica.

34

Seconda legge:

Nella seconda legge partendo dall'idea che se il Sole rappresentasse Dio e muovesse tutti i pianeti circostanti intorno alla propria forza, dimostra le dimensioni dei pianeti e il loro moto, riuscendo ad avvicinarsi ad un risultato piuttosto accettabile anche per i nostri tempi, in cui con macchinari e calcoli ben più precisi conosciamo con netta precisione la grandezza di ogni corpo celeste. Queste convinzioni filosofiche lo spingono a basare le proprie ricerche sulla base di convinzioni etiche, morali e religiose, usando precisamente la matematica come prova inconfutabile di una teoria e non il contrario come dovrebbe essere per uno scienziato.

Continua la lettura
44

Terza legge:

Infine, nella terza legge sostanzialmente Keplero ripete esattamente ciò che espone nella seconda legge spiegata nel precedente passo, ma in modo più dettagliato, spiegando che i pianeti più vicini al sole e alla sua forza attrattiva, hanno un moto estremamente più rapido. In secondo luogo spiega che è proprio attraverso il movimento del Sole, unica forma animata e rappresentante di Dio, che i pianeti restano sulle proprie orbite e continuano a ruotargli intorno. Le sue spiegazioni, per quanto sostanzialmente esatte, si muoveranno sempre fra la metafisica e la fisica.
Solo con Newton ci si affiderà completamente alla fisica e si avranno teorie più solide sotto tutti i punti di vista.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Filosofia: il pensiero di Aristotele

La filosofia è una materia piuttosto complessa ma allo stesso tempo interessante, che per essere compresa richiede un po' di tempo e molto studio. Durante i secoli molte sono le scuole che si sono susseguite e che hanno rappresentato una rivoluzione...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Heidegger

La guida che seguirà entrerà a trattare una materia davvero bellissima: la filosofia. Nello specifico, ci dedicheremo allo studio del pensiero di un filosofo cardine del pensiero protestante luterano: Martin Heidegger. Comincerei con una piccola biografia...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Talete

A volte conoscere la vita dei maggiori autori dell'età antica può farci allargare le nostre conoscenze. In particolare studiare la filosofia, ossia il pensiero di teorici, può avere un'influenza sul nostro modo di pensare il mondo. Uno tra questi è...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Hegel

Chi si avvicina alla filosofia per studio, lavoro o interesse personale verrà sicuramente affascinato dal pensiero di Georg Wilhelm Friedrich Hegel. Questo famoso filosofo tedesco, nato nel 1770 a Stoccarda in Germania, fu seguace della Chiesa e dell'uomo...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Montesquieu

Montesquieu è stato un giurista e filoso illuminista francese. L'illuminismo può essere considerata una corrente di pensiero innovativa e rivoluzionaria del Settecento, un movimento culturale che ha influenzato le arti e il pensiero tecnico- scientifico....
Superiori

Filosofia: il pensiero di Kant

Immanuel Kant nacque a Könisberg nella Prussia orientale il 22 aprile del 1724. È stato uno dei più importanti filosofi di tutti i tempi, esponente della corrente di pensiero dell'Illuminismo. È stato inoltre anche precursore dei principi basilari...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Shopenhauer

Uno dei maggiori filosofi dell'800 è sicuramente Arthur Schopenhauer. Il suo pensiero è molto complesso, e trae la sua origine dall'illuminismo, con delle forti contaminazioni orientali. La sua filosofia è tendenzialmente pessimistica, quasi misantropa,...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Cartesio

Cartesio è considerato il fondatore della filosofia, che a quell'epoca aveva segnato il passaggio dalla cultura rinascimentale all'Età moderna. Ancora oggi le sue teorie sono da considerarsi attuali; infatti, egli ritiene che attraverso la ragione si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.