Figure retoriche di suono

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando si legge un testo, tanto più se si tratta di un testo in versi, non è importante solo quello che c'è scritto, ma anche come è scritto: no, non sto parlando di aulicità o correttezza grammaticale delle parole utilizzate, ma della loro musicalità. Da secoli i poeti giocano sui suoni prodotti dalle parole, suoni che aiutano l'artista a creare l'atmosfera desiderata: spesso non ce ne accorgiamo, eppure la ripetizione di vocali simili, l'utilizzo di un tipo di consonante piuttosto che un'altra, concorrono al risultato finale. Questi escamotage poetici vengono chiamati figure retoriche di suono, e sono: l'allitterazione, l'anafora, l'onomatopea, l'assonanza, la consonanza, paranomasia, calembour.

25

Allitterazione e Anafora

Riconoscere un'allitterazione in un testo, non è poi così difficile. È la ripetizione di suoni che possono essere vocali o consonanti, all'inizio o all'interno di 2 o più parole consecutive. Un' esempio veloce: "E nella notte nera come il nulla"
Pera anafora si intende la ripetizione di una stessa parola più volte all'interno di un testo: in genere, ma non sempre, tale ripetizione avviene all'inizio di ogni verso del componimento. Un esempio può essere rappresentato dall'inizio del terzo canto dell'Inferno di Dante: "Per me vi sa ve nella città dolente, per me si va nell'eterno dolore, per me si va tra la perduta gente".
.

35

Consonanza, Onomatopea e assonanza

La consonanza è molto simile all'assonanza: anche in questo caso si tratta della ripetizione, all'interno di una parola o di più parole, di suoni simili. Tuttavia, vi è una grossa differenza: l'assonanza prevedete la ripetizione di vocali; la consonanza, come suggerisce già il nome, quella di consonanti tra loro simili.
L'onomatopea consiste nell'emulare suoni o versi di animali (ululare, miagolare) oppure suoni naturali (ticchettio, rimbombo) ricorrendo a parole che ricordino il suono della parola stessa. L'assonanza anche è una delle figure retoriche maggiormente usate nella poesia dell'italia del 600.

Continua la lettura
45

Paranomasia e Calembour

La paranomasia invece è una figura retorica che accosta due o più vocaboli che hanno suoni analoghi avvicinando così due figure retoriche; ad esempio:"Schiocchi di merli e fruscii di serpi (Montale)"
Il calembour invece è un termine che deriva dalla parola francese, che in italiano stà ad intendere un gioco di parole. Ad esempio: "Per vedere fatti vedere". Siamo giunti al termine anche di questa guida sulle figure retoriche di suoni e spero che vi sia stata utile e di vostro gradimento, se per caso qualche passo della guida non vi è stata molto chiara provate a rileggere quel passo con molta più attenzione.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prestare molta attenzione
  • Esercitarsi molto sulla lettura di poesie.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Figure retoriche di significato

Le figure retoriche sono estremamente importanti ed abbastanza utilizzate per mettere in risalto un elemento del discorso stesso. Gli scrittori ed i poeti di tutti i tempi ne hanno fatto parecchio uso, e tutt'oggi a scuola s'insegnano e vengono studiate...
Elementari e Medie

Le figure retoriche più diffuse

Il linguaggio umano non serve soltanto per informare e comunicare, ma anche per evocare, impressionare ed emozionare. È come se le parole fossero dei colori o delle note, attraverso la loro sapiente combinazione, infatti, è possibile costruire dei...
Elementari e Medie

Figure metriche: cosa sono e come usarle

La poesia, l'epica e la prosa sono generi molto apprezzati da chi ha la passione per la letteratura. Una loro peculiarità, dal punto di vista formale, è quella di doversi attenere ad alcune basilari regole, tra le quali: quelle che riguardano la costruzione...
Elementari e Medie

Le caratteristiche del suono: il timbro

Per riuscire a comprendere la nascita del suono è opportuno tener presente il seguente esperimento. Se si alza la zona centrale di un elastico tenendolo ben disteso e poi si lascia esso subisce un'oscillazione veloce. Queste oscillazioni non sono altro...
Elementari e Medie

Come dividere le consonanti in base al suono

Come ben sappiamo avendo iniziato a studiare la lingua italiana fin dalla prima elementare, in italiano esistono 5 vocali e 19 consonanti in senso grafico. Graficamente abbiamo quindi in totale 24 simboli che però non corrispondono ad altrettanti suoni,...
Elementari e Medie

Le principali figure piane

Per la maggior parte di bambini e ragazzini, la matematica e la geometria possono dimostrarsi particolarmente impegnative! Ma cari genitori, non abbattetevi! Alle volte basta solo un po' di impegno e di semplificazione dei contenuti, che tutto può diventare...
Elementari e Medie

Le principali figure geometriche

Lo studio delle figure geometriche risale dai tempi dell'antica Grecia: sin dai tempi antichi tali figure si utilizzavano per la costruzione di importanti opere architettoniche e su di esse si basavano molte dei teoremi di matematica che vengono studiati...
Elementari e Medie

Come calcolare area e perimetro di figure piane semplici

Saper calcolare l'area e il perimetro delle figure geometriche piane risulta essere sempre molto utile se, ad esempio, bisogna aiutare qualcuno (cugini, fratelli e sorelle minori) a risolvere dei problemi di geometria, anche semplici, ma queste conoscenze...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.