Esperimenti di Geofisica da fare in classe

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nella guida che segue vi sarà spiegato come svolgere alcuni semplici Esperimenti di Geofisica in classe. Per poter comprendere al meglio tale materia, soprattutto nelle scuole, è molto importante associare alla teoria letta sui libri anche degli utili, interessanti e semplici esperimenti da fare direttamente in classe. Vediamo insieme quali fare nel dettaglio.

26

Occorrente

  • Bacchette di vetro
  • Bacchette di plastica
  • Panno di lana
  • Pezzetti di carta
  • Bicchiere di vetro
  • Tubicino sottile
36

Il primo esperimento proposto dimostrerà l'esistenza delle cariche elettriche. La prima cosa da fare è sicuramente quella di procurarvi due bacchette che siano, rispettivamente, una di vetro e una di plastica. Dovrete anche prendere un panno di lana. Prendete a questo punto un foglio di quaderno e strappateli in piccoli pezzetti. Procedete strofinando la bacchetta di vetro sul panno di lana. In questo modo avrete caricato elettricamente la bacchetta e, avvicinandola ai pezzetti di carta, questi verranno attratti dalla bacchetta. Adesso provate a svolgere lo stesso procedimento con la bacchetta di plastica: otterrete lo stesso risultato.

46

Con il secondo esperimento farete un ulteriore passo verso la scoperta delle cariche elettriche e l'attrazione e repulsione tra i corpi. Prendete nuovamente le due bacchette: una di vetro e una di plastica. Strofinate quindi la bacchetta di vetro sul panno e appoggiatela sul tavolo. Prendete la bacchetta di plastica e strofinatela sempre sul panno di lana, poi ponetela vicino alla bacchetta di vetro: le due bacchette tenderanno ad attrarsi. Questo perché le due bacchette sono state caricate elettricamente dal panno di lana con segni diversi (+ e -) e quindi si attraggono.

Continua la lettura
56

Prendete adesso la bacchetta di vetro. Strofinatela con il panno di lana e poggiatela sul tavolo. Prendete l'altra bacchetta di vetro, strofinate anche questa e provate ad avvicinarla alla prima bacchetta di vetro. Noterete che le due bacchette tenderanno ad allontanarsi, poiché queste sono state caricate elettricamente dal panno di lana con lo stesso segno. Provate a questo punto a ripetere l'esperimento con le due bacchette di plastica. Anche questa volta noterete che le bacchette di plastica tenderanno a respingersi. Attraverso lo strofinio il corpo cede o acquista elettroni e quindi tende a caricarsi positivamente o negativamente. Il panno cede elettroni alla bacchetta di plastica che quindi si carica negativamente, mentre acquista elettroni dalla bacchetta di vetro che quindi si carica positivamente. Buono studio.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attraverso lo strofinio il corpo cede o acquista elettroni e quindi tende a caricarsi positivamente o negativamente.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

10 semplici esperimenti di fisica

La fisica è una scienza importante perché spiega il mondo in cui viviamo e fornisce altre basi per altre dottrine, come la chimica e la meteorologia. Essa studia i concetti fondamentali della materia e dell'energia, dello spazio e del tempo, e le interazioni...
Superiori

Fisica: conduttori e isolanti

Le sostanze nella materia di fisica, vengono sempre suddivise in due categorie, quelle isolanti e quelle conduttori. Con l'evolversi degli studi, i matematici e gli scienziati, sono arrivati alla conclusione soltanto i metalli non potevano essere conduttori...
Superiori

Appunti di fisica sull'elettricità

L'elettricità e l' energia elettrica sono argomenti che vengono trattati nelle scuole durante le ore di fisica, ma spesso agli studenti questa materia non è del tutto chiara, perché ricevono troppe informazioni e in poco tempo. Per fare chiarezza...
Università e Master

Appunti di geomorfologia

La morfologia è una disciplina che studia la forma e la composizione storica della Terra. È un ramo di geografia fisica che indaga l'origine, l'evoluzione e i cambiamenti nella superficie terrestre.Altre discipline che completano lo studio della Terra...
Università e Master

Come costruire un microscopio

L'uomo non si è mai accontentato di quello che vedevano i suoi occhi: così ha creato strumenti per migliorare la vista difettosa (gli occhiali), per scrutare il cielo e le stelle (il cannocchiale) o per osservare cose troppo piccole per essere viste...
Elementari e Medie

3 esperimenti scientifici da fare con i bambini

Volete meravigliare i vostri bambini con giochi utili e accattivanti? Niente di più semplice! Vi basterà organizzare degli esperimenti scientifici da fare insieme a loro. Per raggiungere il vostro scopo non bisogna acquistare materiali costosi. Sarà...
Elementari e Medie

3 esperimenti da fare con l'acqua

Qualche volta, durante il tempo libero, si può decidere di fare con l'acqua degli esperimenti abbastanza semplici. In questo modo si crea un momento ludico ed al tempo stesso istruttivo. Quando si sceglie di fare questi esperimenti è consigliabile far...
Elementari e Medie

Esperimenti: come fare le nuvole

Quando agli studenti delle scuole elementari vengono lasciati dei compiti e degli esperimenti per casa è importante che questi li facciano da soli, ma sotto l'osservazione di un genitore che possa indirizzarlo nella giusta via quando il bambino non comprende...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.