Esercizi di statistica e probabilità

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La statistica è una scienza che si occupa del modo in cui si distribuisce un determinato aspetto in un campione di popolazione. Discorso diverso per il calcolo delle probabilità. Esso, infatti, si prefigge di quantificare la possibilità che un certo evento si verifichi. Entrambi hanno svariati campi di applicazione, dalle scienze sociali all'ingegneria, dalla medicina all'economia. In questa guida vedremo come risolvere alcuni esercizi di statistica e probabilità. Prestate bene attenzione, poiché di per sé la statistica e la probabilità richiedono alcune conoscenze di base. Procediamo.

27

Occorrente

  • Conoscenze pregresse in statistica e probabilità
  • Un libro tematico sulla statistica e sulla probabilità
37

Esercizio delle tre carte

Vediamo il primo esercizio. In un gioco a premi avete tre carte, denominate "a", "b" e "c". Due di esse nascondono un dado e la terza, quella vincente, un cerchio. L'obiettivo è calcolare la probabilità vincente del gioco. Supponete che il concorrente scelga la carta “a”. Il conduttore del gioco gli rivela che dietro la carta “b” si cela un dado. Inoltre, egli offre la possibilità di un cambio di scelta vantaggioso. Tenete a mente che nel calcolo delle probabilità:
1. La carta “a” potrebbe celare il dado.
2. La carta “a” potrebbe nascondere il cerchio.
Si definisce "probabilità a priori" (P) il rapporto tra casi favorevoli e casi totali. Quindi:
P = 1/2 = 50%. La carta 2, però, ha il doppio di probabilità di accadimento rispetto alla 1. Questo perché su 3 casi totali, sapete che 2 sono dadi e uno solo è cerchio. Quindi, il cambio di scelta è vincente, perché pari a 2/3. In questo caso, la probabilità e del 66.67%. Procediamo con il secondo esercizio.

47

Esercizio del compleanno

Vediamo ora il secondo esercizio. Dato un gruppo di N persone, quante probabilità ci sono che almeno due tra loro compiano gli anni lo stesso giorno dell'anno? Applicando i calcoli delle probabilità, si scopre che con 30 persone la possibilità supera il 70%. Ma come si arriva a questi risultati?
Per arrivare sin qui dovete calcolare l’evento complementare, che indica la probabilità che la situazione non si verifichi.
Il totale di N è pari a 100%. Se N è pari a 50, la probabilità è pari a 314/365. La probabilità che si verifichino eventi tra loro indipendenti è pari al prodotto delle probabilità dei singoli eventi. Di conseguenza:
(364/365) * (363/365) * ... * [(365 - N +1) / 365].
Calcolate il valore complementare:
1 - (364/365) * (363/365) * ... * [(365 - N +1) / 365].
Ed ecco che, considerato N=30, otterrete una percentuale del 70%.

Continua la lettura
57

Esercizio dei fondi di investimento

Vediamo infine il terzo e ultimo esercizio. In statistica, immaginate di avere due fondi di investimento. Conoscete determinati "range" di ritorno economico, corredati dalla loro frequenza relativa di accadimento.
Il fondo “a” ha le seguenti caratteristiche:
Rendimento /// Freq. Relativa /// Freq. Cumulata
[20,25) /// 0.034 /// 0.034]
[25,30) /// 0.220 /// 0.254]
[45,50) /// 0.085 /// 1].
Conoscete anche i dati del fondo “b”.
Rendimento /// Freq. Relativa /// Freq. Cumulata
[10,15) /// 0.007 /// 0.007]
[15,20) /// 0.022 /// 0.029]
[35,40) /// 0.104 /// 1].
Grazie alla statistica, potete calcolare il fondo più redditizio. Eseguite gli esercizi per conteggiare la frequenza cumulata. Potete metterla in relazione con il rendimento, introducendo la cosiddetta "funzione di ripartizione F (x)".
"F (x)" si definisce come il rapporto tra il numero di osservazioni minori o uguali a x e quelle totali. Se le osservazioni sono abbastanza numerose, tale rapporto coincide anche con la probabilità.
F (25), quindi, indica l'incidenza statistica. L’investimento avrà un ritorno inferiore alla soglia di 25. Osservate con attenzione. Qualunque soglia di rendimento si fissi, la probabilità di rendimento inferiore a quella soglia sarà sempre maggiore per “b”. Svolti gli esercizi avrete quindi compreso che “b” è l’investimento più favorevole. Per ulteriori informazioni consultate il link: http://www.unife.it/scienze/lm.matematica/insegnamenti/statistica-1/materiale-didattico/LEZIONI%20DI%20STATISTICA%20-%20Parte%20I.pdf

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Gli argomenti di statistica e probabilità sono particolarmente complessi, per cui vi consigliamo di esercitarvi con regolarità.
  • Durante lo svolgimento degli esercizi fate in modo di avere sempre a portata di mano un libro tematico sulla statistica e sulla probabilità.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come Calcolare La Probabilità Di Un Evento

La probabilità indica quanto è possibile che un evento accada rispetto al numero dei casi possibili. Calcolare le probabilità ti permette di utilizzare la logica e la ragione anche in situazioni di incertezza. Possiamo quindi dire che un evento si...
Università e Master

Statistica: come standardizzare una distribuzione normale

Nella teoria delle probabilità, la distribuzione normale è una distribuzione di probabilità continue, ovvero una funzione che indica la probabilità che un evento possa accadere tra due limiti reali o numeri reali, man mano la curva si avvicina a zero...
Università e Master

Come leggere la tavola della distribuzione normale standardizzata

La distribuzione normale assume un importantissimo ruolo ed una funzione fondamentale nell'ambito della statistica e dei calcoli sulla probabilità. Infatti, la distribuzione normale, che è anche conosciuta con il nome di distribuzione gaussiana, rappresenta...
Università e Master

Teorema di Bayes: dimostrazione

Il Teorema di Bayes venne formulato nel 1700 (ma pubblicato nel 1763) e prende il nome del proprio inventore, ovvero il matematico inglese Thomas Bayes. Esso rappresenta oggi uno dei teoremi fondamentale della statistica e l'argomento a cui si riferisce...
Superiori

Come calcolare la funzione di ripartizione empirica

Quando si affronta lo studio a scuola o all'università, ci si può imbattere in argomenti o materie piuttosto complesse e ostiche. In questa guida affronteremo un tema che può generare non pochi grattacapi. Infatti vederemo il concetto di funzione di...
Università e Master

Come preparare l'esame di statistica

La Statistica è senza dubbio una delle materie più difficili per gli studenti che si iscrivono all'università: infatti la percentuale di quelli che superano l'esame è sempre bassa da sessione a sessione, non per questo, però, bisogna abbattersi....
Università e Master

Come fare una semplice analisi statistica dei dati

La statistica è una disciplina che ha il fine di sintetizzare un insieme più o meno vasto di dati o, più in generale, di informazioni attraverso l'uso di grafici, valori tabellati o parametri specifici. Con l'analisi statistica dei dati otterremo quindi,...
Università e Master

Come calcolare la probabilità di eventi consecutivi

La probabilità si riferisce a dei casi incerti e aleatori che possono verificarsi oppure no. Il classico esempio nell'ambito della probabilità è quello delle palline nell'urna. Si parla di un'evento aleatorio quando, ad esempio, si vuole estrarre una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.