Economia: il processo di internazionalizzazione dell'azienda

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando l'economia di uno Stato è caratterizzata da una crisi importante, gli imprenditori possono prevedere un processo di internazionalizzazione per le proprie imprese, in modo da diversificare le proprie attività e non venire quindi intaccati in maniera troppo rilevante dalla crisi che interessa lo Stato in cui è stabilita la sede centrale. Per internazionalizzazione si intendono i procedimenti evolutivi delle grandi imprese industriali, sono processi quantitativi, volti ad incrementare l'estensione geografica dello spazio economico. Vediamo quindi come viene realizzato un processo di internazionalizzazione in un'azienda.

27

Occorrente

  • Organizzazione dell'impresa
  • Selezione del mercato
  • Piano import export
37

Tra i diversi fattori che possono spingere un'impresa ad attraversare un processo di internazionalizzazione vi sono: le opportunità di creare nuovi business, le pressioni che derivano dalla concorrenza, la necessità di stabilire la propria attività in un paese che prevede un costo del lavoro più basso, la volontà di creare prodotti che siano adatti alle esigenze di altri Stati. Solitamente, quando le imprese creano un prodotto che rappresenta un vantaggio competitivo per esse, possono sfruttare quest'ultimo per espandersi anche all'estero e cogliere così nuove opportunità di business, è importante una localizzazione che favorisce un'immediata comunicazione col mercato e quindi l'impresa first comer sarà in esso localizzata, presto seguita da altre imprese. Un altro aspetto molto importante in questo caso è la capacita' dell'impresa di essere flessibile, di sperimentare vari modelli e di apprendere le nuove metodologie di mercato. Quando un'impresa invece si trova in difficoltà, perché nello Stato in cui ha sede deve sopportare dei costi molto elevati rispetto ai guadagni che crea, può puntare ad una riorganizzazione, con spostamento della sede produttiva in uno Stato dove il costo del lavoro e delle materie prime è decisamente più basso. L'impresa, infine, potrebbe decidere di avviare un processo di internazionalizzazione per semplici ragioni di diversificazione del rischio.

47

Indipendentemente dalle ragioni che portano un'impresa ad avviare un processo di internazionalizzazione, sarà opportuno scegliere con cura lo Stato verso il quale indirizzarsi. Sono da preferire gli Stati dove non vi sono vincoli nel trasferimento di valute, nei quali non vi sono conflitti in corso, con tecnologie simili a quelle del paese d'origine ed anche quelli più vicini, che permettono quindi di non sostenere costi esagerati per il trasporto delle merci da un paese all'altro. Prima di scegliere uno Stato in modo decisivo, sarà necessario svolgere un'analisi per verificare anche la fattibilità dell'internazionalizzazione: valutare quindi le possibilità di vendita in quel determinato paese, conoscere bene la sua catena distributiva e il sistema logistico, conoscere le varie limitazioni imposte dalla legge estera alla quale bisognerà sottostare, l'attenzione alle differenze culturali e alle normative locali.

Continua la lettura
57

Una volta scelto un paese adatto per la propria attività, bisognerà stabilire se avviare l'internazionalizzazione tramite le esportazioni del prodotto o tramite investimenti diretti. Pianificare il progetto di internazionalizzazione è la chiave del successo di un impresa, occorre raccogliere informazioni, attivare contatti, eventualmente adattare il prodotto in uno specifico mercato, serve appunto un piano export per l'accesso al credito e al finanziamento. Gli investimenti più adatti all'impresa sono per la vendita di prodotti "firm-specific", ossia prodotti che garantiscono ad essa un vantaggio competitivo indipendentemente dalla sua localizzazione e sono da preferire anche se l'attività di esportazione risulterebbe troppo dispendiosa in termini di costi transnazionali. Se i costi di trasporto non sono troppo elevati, non si hanno le disponibilità finanziarie per realizzare un investimento diretto e il prodotto dell'impresa ha un vantaggio in quanto realizzato proprio nel paese d'origine, sarà più opportuno puntare all'attività di esportazione.

67

Nel caso in cui si vogliano realizzare degli investimenti diretti, si potrà creare una nuova azienda all'estero oppure si potrà realizzare una fusione con un'impresa già presente sul posto. Se invece si vorrà realizzare un'attività di esportazione, sarà necessario adempiere ad alcuni obblighi doganali, tra i quali vi è l'ottenimento di tutta la documentazione utile ai fini dello svolgimento di un'attività di import-export ed informarsi anche sull'esistenza di particolari vantaggi per le imprese che decidono di realizzare delle esportazioni verso quel determinato paese. Per avere maggiori informazioni su come avviare un processo di internazionalizzazione e sapere quali vantaggi si possono ottenere, si potranno visitare i seguenti siti: http://www. Ice. Gov. It/, http://www. Simest. It/.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Informarsi su tutti gli aspetti dell'internazionalizzazione dell'impresa
  • Informarsi sulle regole che ogni mercato e stato attua
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

La globalizzazione: appunti

Negli ultimi anni sentiamo sempre più spesso parlare di globalizzazione. In questa guida, faremo insieme una serie di riflessioni sulla globalizzazione e cercheremo di comprendere meglio cosa intendiamo con questo termine e quali sono le conseguenze...
Lingue

10 motivi per imparare il francese

La conoscenza delle lingue straniere, diventa sempre più importante con il passare degli anni. A seguito della globalizzazione e dell'internazionalizzazione, è diventata una risorsa fondamentale, soprattutto in ambito lavorativo. Ma anche se siete all'estero...
Università e Master

Come prepararsi all'esame di economia e gestione delle imprese

Chi intraprende un percorso di laurea in Scienze dell'Economia, si ritroverà ad affrontare l'esame di Economia e Gestione delle Imprese. Esso parte dalle diverse tipologie di gestione delle imprese, alle politiche da esse perseguite, come essa entra...
Università e Master

Economia: l'impresa transnazionale

Come tutti già sanno, in economia, le imprese multinazionali, occupano un ruolo centrale nei meccanismi di crescita dei vari componenti dei mercati. Esse organizzano la loro produzione in almeno due Stati diversi. Ecco perché sono multinazionali. Marginale...
Università e Master

Come superare l'esame di macroeconomia

L'esame di macroeconomia è un esame che deve essere obbligatoriamente superato per procedere negli studi di economia senza andare fuori corso, quindi interessa un po' a qualunque studente di questa facoltà, a chi per passione, a chi per "obbligo".Un...
Università e Master

Economia: costituzione dell'impresa

Quando si intende avviare un'attività è opportuno entrare in possesso di informazioni nel ramo dell'economia, che possono aiutare il soggetto nelle varie fasi che porteranno poi alla costituzione della sua impresa e che gli serviranno quindi per capire...
Superiori

Storia: Roosevelt e il new deal

La storia che andiamo a trattare è quella di come l'America si risollevò dalla crisi da lei stessa causata. Il New Deal è un programma di politica economica, attuato negli Stati Uniti dal neopresidente eletto Franklin Delano Roosevelt, a partire dal...
Superiori

Appunti di economia politica: il mercato

Il primo contatto con l'economia politica, specialmente nel caso in cui si provenga da studi liceali, potrebbe apparire traumatico e difficoltoso. Un metodo ottimo per famigliarizzare con la nuova materia, è sicuramente quello di comprendere le parole...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.