Economia: funzione tecnica di produzione

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In economia la produzione implica la trasformazione di inputs (fattori produttivi) in output (prodotto finito). La relazione tecnica tra questi 2 elementi che consenta di ottenere il massimo output si definisce funzione di produzione, in pratica l’indice del fatto che un’impresa stia operando con efficienza, avendo a disposizione una data tecnologia.

24

Input e output

La funzione tecnica di produzione Q = f (I1.... In) offre diverse combinazioni di inputs che producono il massimo livello di output, laddove Q è l’output, f una relazione funzionale ed I1 a In sono quantità di differenti inputs. Per rimanere sul facile definiremo la produzione come Q = f (L, K) con Q output, L lavoro utilizzato nel processo di produzione, K il capitale investito nel processo. Ciò significa che l’output di un’azienda dipende dal lavoro impiegato e dalle unità di servizi di capitale utilizzati nella produzione. Supponiamo che detta azienda intenda aumentare il proprio output, non potendo modificare le quantità di lavoro e capitale alla stessa velocità. Generalmente le unitá di lavoro possono infatti essere variate nel breve termine, ma occorre maggior tempo per installare nuovi macchinari o impiegare nuove tecnologie, ossia capitale.

34

Definizione

Quindi possiamo ulteriormente definire la funzione di produzione ricorrendo alle discriminanti di breve e lungo periodo. La funzione nel breve è: Q = f (L, K), con L e K che sono fattori fissi di produzione e quella nel lungo è: Q = f (L, K), laddove sia Lche K sono entrambe fattori variabili. Esistono 2 distinti tipi di funzione di produzione che dimostrano il possibile range di sostituzione degli input nel processo produttivo: la Funzione di produzione a proporzione fissa e la Funzione a proporzioni variabili. Esse sono basate sul Coefficiente tecnico di produzione, o Coefficiente di rendimento, ovvero la quantità di input che occorre per produrre una unità di output.

Continua la lettura
44

Isoquanti

Questa funzione puó essere rappresentata con l’aiuto degli isoquanti, curve che rappresentano graficamente le combinazioni possibili dei fattori. Come potete vedere nel diagramma a lato, I due fattori di produzione lavoro e capitale sono in proporzione fissa e gli isoquanti di tale funzione sono ad angolo retto. D’altra parte quando il coefficiente tecnico per produrre diverse unitá di output varia o cambia, si definisce funzione a proporzioni variabili. In questo caso dati quantitativi di output possono essere prodotti con svariate combinazioni alternative di lavoro e capitale (fattori produttivi).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di economia aziendale: le prezzature delle opzioni

L'investimento in strumenti di risparmio è attualmente una delle soluzioni più attivabili dal mercato. Di contro, il ridotto appeal dei titoli del debito. Pertanto nei portafogli dei risparmiatori figurano sempre più le opzioni, il nuovo motore finanziario....
Elementari e Medie

Come scomporre le misure di capacità

Le misure di capacità sono date dai multipli e dai sottomultipli del litro, che rappresenta l'unità di misura; questi valori servono per quantificare un liquido (come l'acqua). Nel caso della scomposizione, un dato va trasformato in tutti i suoi sottomultipli....
Università e Master

Appunti di organizzazione aziendale

L'organizzazione aziendale è una materia volta a studiare le strutture attraverso le quali un'impresa può organizzarsi. Le strutture sono semplificate attraverso la schematizzazione di alcuni organigrammi. Questi appunti servono a chiarire, appunto,...
Superiori

Il sistema nervoso centrale: appunti

Il sistema nervoso è costituito da encefalo, midollo spinale ed una complessa rete di neuroni. La sua funzione è quella di inviare, ricevere ed interpretare informazioni provenienti da tutte le parti del corpo umano. Inoltre controlla e coordina le...
Università e Master

Appunti di economia aziendale: la curva di Lorenz

La curva di Lorenz è una rappresentazione grafica della funzione di distribuzione cumulativa della ricchezza; la curva di Lorenz viene utilizzata in economia. Questa curva è stata sviluppata da Max O. Lorenz nel 1905. Nel grafico viene mostrato la percentuale...
Università e Master

Appunti di programmazione C#

Con l'avvento dell'era digitale i linguaggi di programmazione sono aumentanti a dismisura. Ci sono diverse categorie di linguaggi di programmazione, ognuna studiata e strutturate per agevolare determinati compiti. Dal linguaggio macchina (quello inizialmente...
Superiori

Trigonometria: grafici delle principali funzioni

In un primo momento, durante lo studio della trigonometria i rapporti trigonometrici riguardano solo i triangoli rettangoli. Poi si imparano a trovare i rapporti tra qualsiasi angolo, con tutti e quatto i quadranti. Successivamente si parla di cerchio...
Università e Master

Teorema della divergenza: dimostrazione

Nel calcolo vettoriale un importante enunciato è il famoso teorema della divergenza. Conosciuto dagli studiosi delle varie Analisi Matematiche anche come il teorema di Ostrogradskij, è stato erroneamente accostato a Gauss poiché pensato dal grande...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.