Economia aziendale: ratei e risconti

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando si parla di ratei e di risconti, il riferimento è a voci presenti nei bilanci delle imprese: nei prossimi passi   cercheremo di spiegarvi a cosa esse si riferiscano, quindi ci occuperemo di offrirvi alcuni approfondimenti su questo importante argomento di economia aziendale. Precisiamo inoltre che sotto il profilo contabile, la rilevazione di tali voci viene catalogata fra le scritture di assestamento.

25

Innanzitutto è necessario precisare che i ratei, attivi o passivi, rappresentano quote di entrate o di uscite future e si riferiscono a rendite oppure a spese già maturate, mentre i risconti consistono invece in costi o ricavi non ancora giunti a maturazione, ma già dotati di una loro manifestazione numeraria e questo significa che essi risultano essere già stati contabilmente rilevati. Per riassumere, possiamo affermare che essi appaiono attivi quando devono rinviare al futuro una quota di spese non ancora maturate, ma già pagate, mentre sono passivi se rimandano ad un momento successivo un ricavo non ancora maturato, ma già incassato.

35

Iniziamo a descrivere i ratei ampliando l'argomento: essi si riferiscono a somme relative a spese (in questo caso si tratta di quote passive) o di profitti (qui rappresentano invece parti attive) con manifestazione numeraria futura, per cui nei conti contabili essi non sono ancora stati rilevati (per fare un chiaro esempio: affitti e interessi in attività o passività, con riscossioni o pagamenti posticipati). Aggiungiamo poi che i ratei consistono in generale in crediti e debiti in moneta, inoltre essi misurano cifre relative a ricavi ed a costi con totale liquidazione in momenti futuri la cui competenza è dell'esercizio al quale si rivolge il bilancio.

Continua la lettura
45

Per estendere invece il discorso relativo ai risconti, occorre spiegare che quelli attivi esprimono parti di spese rilevate integralmente in un'attività in corso o precedenti e risultano essere quote rinviate a uno o diversi successivi esercizi. Quelli passivi consistono invece in somme di profitti riscontrati totalmente al momento, oppure in passato e rappresentano la quota rinviata a una o più attività future (per riportare un esempio: tale voce si presenta quando occorre stornare dai costi oppure dai ricavi una parte dei servizi che devono ancora essere erogati o non goduti, ma riscossi con anticipo).

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' bene specificare che fatture da emettere o da ricevere non corrispondono a ratei e risconti, ma a debiti o crediti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di economia aziendale

L'economia aziendale è una materia di base di molti percorsi universitari e scolastici. Approfondiace tutto ciò che riguarda l'azienda in termine economico. Si occupa dell'organizzazione, della gestione e rilevazione dell'azienda. Se volessimo darle...
Università e Master

Appunti di economia aziendale: il supply chain management

Il Supply Chain Management è un concetto estremamente attuale e molto rilevante per l’economia di un’azienda di produzione; infatti, la gestione della catena di distribuzione all'interno di una realtà aziendale, sia essa di piccole, medie o grandi...
Università e Master

Appunti di economia aziendale: la banca dei poveri

Nell'era del capitalismo finanziario la banca dei poveri ha diritto ad uno spazio solo tra gli "appunti" di economia aziendale. I Paesi occidentali sono in una carreggiata che vieta un'inversione di marcia di questo tipo. Siamo nei tempi in cui le banche...
Università e Master

Appunti di economia aziendale: Management Buyout e Management Buyin

Per chi frequenta la facoltà di economia, soprattutto dal punto di vista dell'economia aziendale, deve avere ben chiaro di quale sia il concetto e le differenze tra Management Buyout e Management Buyin. Genericamente parlando entrambe svolgono un ruolo...
Università e Master

Appunti di economia aziendale: le prezzature delle opzioni

L'investimento in strumenti di risparmio è attualmente una delle soluzioni più attivabili dal mercato. Di contro, il ridotto appeal dei titoli del debito. Pertanto nei portafogli dei risparmiatori figurano sempre più le opzioni, il nuovo motore finanziario....
Università e Master

Appunti di economia aziendale: la curva di Lorenz

La curva di Lorenz è una rappresentazione grafica della funzione di distribuzione cumulativa della ricchezza; la curva di Lorenz viene utilizzata in economia. Questa curva è stata sviluppata da Max O. Lorenz nel 1905. Nel grafico viene mostrato la percentuale...
Università e Master

Appunti di economia aziendale: il Demurrage

Negli appunti di economia aziendale si sente spesso parlare di demurrage.In questa guida vi illustrurerò in particolare cos'è il demurrage.Il demurrage oltre ad avere un ben determinato carattere specifico ha anche aspetti di carattere storico.Infatti...
Università e Master

Appunti di economia aziendale: l'effetto Forrester

L'effetto Forrester è un fenomeno osservato nei canali distributivi di previsione "driven". Si riferisce ad un trend di oscillazioni in risposta ai cambiamenti della domanda dei clienti e della catena di fornitura di un prodotto. Il concetto fu esposto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.