Economia aziendale: classificazione delle aziende

Tramite: O2O 11/02/2021
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'economia aziendale studia il comportamento di organizzazioni (a partire dalla famiglia, per passare alle imprese, alle associazioni di volontariato ed assistenza, alle amministrazioni pubbliche) nelle scelte per l'utilizzo delle risorse con il fine di raggiungere determinati obiettivi. Le scelte vengono effettuate in un ambiente economico, tecnologico, sociale e culturale in rapido e continuo cambiamento. Leggendo questo breve tutorial si possono avere alcuni utili informazioni sulla classificazione delle aziende.

26

Aziende di consumo

La famiglia rappresenta la forma più semplice di azienda di consumo. Infatti, i vari membri con il lavoro e guidati dal capofamiglia acquisiscono i mezzi da impiegare nel consumo. Destinando eventualmente la parte non utilizzata al risparmio. Altre aziende sono sorte dall'uomo per soddisfare i bisogni collettivi e consistono in gruppi più ampi. I componenti di questi gruppi (Stato, Regioni, Province, Comuni ed altri enti territoriali) forniscono i mezzi da spendere mediante contribuzioni obbligatorie oppure volontarie: tasse, imposte, tariffe.

36

Aziende di produzione

Sono quelle aziende la cui produzione di beni e servizi è interamente presentata e scambiata sul mercato. Il loro fine è quello di ottenere una remunerazione economica. Esse svolgono una vera e propria attività produttiva e sottostanno alle regole della domanda e dell'offerta di mercato. L'obiettivo finale di questo tipo di aziende è lo scambio. L'oggetto dello scambio può essere il bene oppure il servizio prodotto. Tali beni possono essere scambiati con un compenso economico soltanto se soddisfano in modo diretto o indiretto i bisogni del mercato.

Continua la lettura
46

Aziende no profit

Sono quelle che non perseguono uno scopo commerciale, ma di sviluppo sociale. Il valore è l'appartenenza ad un ideale. Sono per lo più associazioni, comitati, fondazioni, etc. Le aziende no profit sono delle realtà che operano sul mercato. In alcuni casi quindi si possono considerare aziende di produzione. Esse operando sul mercato sono soggette ai relativi rischi, anche se il loro fine esclusivo non è quello economico.

56

Aziende indivise

Sono le aziende che svolgono la loro attività in un'unica sede. Cioè esse hanno i reparti di produzione e gli uffici in un unico posto. Sono un esempio di aziende indivise quelle mercantili all'ingrosso oppure al dettaglio. Infatti, nell'unica sede hanno luogo sia gli uffici amministrativi e commerciali, sia i locali adibiti alla vendita che i magazzini di deposito della merce.

66

Aziende di erogazione

Ha come obiettivo il soddisfacimento diretto dei bisogni degli esseri umani. Nell'azienda di erogazione il soddisfacimento dei bisogni umani viene ottenuto mediante l'impiego delle risorse economiche necessarie. Esse comunque devono rispettare i criteri di economicità per poter sopravvivere. In altre parole, pur non avendo scopo di lucro le aziende di erogazione devono comunque perseguire il pareggio di bilancio e l'intera copertura dei costi economici. Esse possono essere sia pubbliche che private.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di economia aziendale: l'elasticità incrociata

In questo manuale vi illustriamo alcuni appunti di economia aziendale. L' elasticità incrociata è molto importante nel settore perché misura la reattività della domanda di un bene rapportata alla variazione del prezzo di un secondo bene. Tale parametro...
Superiori

Come calcolare il punto di equilibrio in economia aziendale

Che cosa è e come calcola il punto di equilibrio in economia aziendale? Come si usa e perché è una nozione utile a chiunque conduca un'attività economica? Nei prossimi paragrafi impareremo a calcolare il punto di equilibrio e capiremo perché è utile...
Superiori

Appunti di economia aziendale: il Leveraged buyout (LBO)

Il "Leveraged Buyout" (LBO) significa "acquisizione attraverso debito", ovvero una serie di operazioni finanziarie volte all'acquisto di una società. Esistono tre categorie di promotori dell'iniziativa finanziaria LBO: i manager della società stessa...
Superiori

Come calcolare il fabbisogno finanziario aziendale

Tra gli argomenti di economia aziendale, la gestione di un'azienda viene proposta ed approfondita in più anni scolastici. Le aziende fanno parte del mondo del lavoro primario, secondario e terziario. Coinvolge molti aspetti della società moderna. L'azienda...
Superiori

La classificazione dei beni economici

Ogni strumento reputato idoneo al fine di soddisfare un bisogno viene denominato bene.I beni si distinguono, a loro volta in beni liberi o gratuiti e beni economici. Afferiscono alla prima categoria tutti i beni disponibili, privi di prezzo e fruibili...
Superiori

Classificazione dei triangoli

Nello studio della geometria piana, una delle figure che si incontra per prima è il triangolo. Si tratta di un poligono di tre lati e tre angoli e, tra tutti, è quello che presenta il numero minore di lati, in quanto non è possibile costruire una figura...
Superiori

Principi e teoremi dell'economia del benessere

L'economia del benessere o "welfare economy" è una branca della microeconomia che studia l'equilibrio e la dinamica del libero mercato, ponendolo in contrapposizione con quello che subisce ingerenze da parte dello Stato o che è obbligato ad adeguarsi...
Superiori

La classificazione dei venti nel mondo

Nel mondo ci sono diverse tipologie di vento, le quali si possono classificare in funzione delle quattro categorie principali. I venti costanti soffiano in ogni momento dell'anno, sempre nella stessa direzione. I venti periodici si invertono di direzione...