Diritto: successione a titolo universale e a titolo particolare

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La successione è un diritto che si acquisisce in varie situazioni consensuali o in alternativa per eventi naturali di causa maggiore. Per regolare le modalità di assegnazione e per legalizzare i diritti che gli eredi acquisiscono si deve fare riferimento alla successione a titolo universale e alla successione a titolo particolare. Vediamo nel dettaglio la differenza tra le due tipologie.

25

Successione a titolo universale

La successione a titolo universale avviene soprattutto nei casi di "mortis causa", ossia quando un soggetto, al momento della morte, cede (in alcuni casi tramite testamento, oppure in maniera del tutto naturale) tutti i propri beni o servizi, a favore di uno o più eredi legati a sé tramite un vincolo parentale. Il possessore ha la facoltà di dividere i propri rapporti attivi tra gli eredi stabilendo delle quote.

35

Questione eredi

È importante notare anche che, nel caso della successione a titolo universale, tutti gli eredi acquisiscono per legge i rapporti (sia attivi che passivi) lasciati dal possessore, salvo per i diritti personalissimi che si estinguono al momento della morte. Tuttavia, il possessore ha anche il diritto di rinunciare alla successione universale e di indicare, stilando un testamento personale, soggetti diversi da quelli previsti dal rapporto parentale (denominati "legato").

Continua la lettura
45

Successione a titolo particolare

La successione a titolo particolare si verifica quando il possessore decide di cedere, stipulando un testamento legalmente riconosciuto, ad un altro soggetto alcuni o tutti i propri rapporti attivi. Diversamente invece non è prevista la cessione di rapporti passivi e dei propri diritti personalissimi. È una procedura utilizzata unicamente "inter vivos", ossia quando il possessore è ancora in vita. Va detto che il possessore oltre a cedere i propri rapporti attivi può anche decidere, in accordo con il beneficiario, di unire questi rapporti e quindi gestirli assieme.

55

In fase processuale

La successione a titolo particolare è utilizzata anche in fase processuale (diritto controverso), quando una delle due parti partecipanti decide di chiamare in causa una terza parte, cedendogli i propri diritti affinché questo soggetto possa prendere parte alla controversia a vantaggio del possessore cedente. In alcuni casi (e comunque in accordo con la parte contrastante in sede processuale), questa prassi permette l'esclusione dai diritti del possessore agli eredi parentali, annullando così la naturale successione universale che si sarebbe verificata per "mortis causa".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Diritto privato: la successione testamentaria

Anche se si tratta di un argomento delicato e difficoltoso, è importante capire come funziona la successione testamentaria. Si tratta un argomento legato al diritto privato spesso, abbastanza difficoltoso da capire perché comprende varie regole precise...
Università e Master

Appunti di diritto privato: il testamento

Non sono pochi i giovani che decidono di intraprendere la carriera giuridica, le cui strade si ramificano in diversi e specifici settori. Ma ci sono dei campi che ogni buon avvocato deve conoscere per poter professare la materia. Molte persone vogliono...
Elementari e Medie

Storia: le Signorie in Italia

Tra la metà del 200 e gli inizi del 300 si assiste ad un fenomeno di grande importanza in Italia, il passaggio dalle istituzioni comunali al governo di un solo signore. Tutto questo succede con modalità e tempi diversi sul piano nazionale. La signoria...
Università e Master

Come studiare una successione ricorsiva

Una successione ricorsiva è un'esercizio non sempre semplice da svolgere. Infatti, bisogna avere delle conoscenze pregresse base, che devono essere applicate per poi studiare e risolvere l'esercizio.Innanzitutto, è necessario che vi sia chiaro il concetto...
Università e Master

Come calcolare il limite di una successione convergente

Nella matematica avanzate non è raro imbattersi nelle serie o successioni numeriche. In analisi è una stringa infinita di termini, ossia di numeri. Non si tratta di insiemi numerabili. Pertanto è fondamentale seguire l'ordine prestabilito dei termini....
Università e Master

Teorema di esistenza del limite di successioni monotone: dimostrazione

Il teorema dell'esistenza del limite di successioni monotone è un noto teorema dell’analisi matematica, il quale afferma che ogni successione monotona possiede un limite. Nella guida che segue vi sarà spiegato cos'è una successione, quali tipi di...
Superiori

Come studiare un limite di successione

In questa guida andremo a vedere come è possibile studiare un limite di successione. Ma prima di tutto è necessario sapere cos'è una successione. Una successione reale non è nient'altro che una sequenza illimitata di numeri, si parte da un numero...
Superiori

Come trovare il minimo di una successione

Una successione, definita anche sequenza infinita oppure stringa infinita, in analisi matematica è definita in modo intuitivo alla stregua di una lista ordinata formata da un numero infinito di oggetti, chiamati termini della successione, fra i quali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.