Diritto delle servitù prediali

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Il diritto delle servitù prediali rientra nel gruppo delle servitù e quindi dei diritti reali di godimento su cosa altrui. Prediale deriva dal termine latino “praedium” che significa fondo o terreno, da cui servitù prediale con cui si intende la servitù appunto su un fondo. Le servitù prediali sono previste nel Codice civile all’interno del Libro Terzo relativo alla proprietà e, precisamente, dall’art.1027 all’art. 1099. E’ molto facile imbattersi in questo tipo di servitù in quanto quasi tutti i fondi e terreni ne sono gravati, anche perché possono avere una durata di molti anni. Andiamo quindi ad esaminare in dettaglio di cosa si tratta.

25

Definizione

L’art.1027 del codice civile ci dice che “La servitù prediale consiste nel peso imposto sopra un fondo per l'utilità di un altro fondo appartenente a diverso proprietario. ” Da ciò si deduce che la servitù prediale riguarda due fondi, appartenenti a due differenti proprietari, e che i fondi non necessariamente devono essere contigui, ma sicuramente abbastanza vicini perché ci possa essere una qualche utilità per un fondo ad esercitarla. E’ bene far notare che il codice parla di fondi e non di proprietari, quindi la servitù prediale riguarda un’utilità oggettiva relativa ai fondi e non soggettiva a favore dei proprietari. I fondi sono indicati come fondo servente, ovvero il fondo che sopporta il peso a favore dell’altro fondo e il fondo dominante ovvero il fondo a favore del quale è stabilita la servitù, cioè quello che ha l’utilità ad imporre il peso sull’altro fondo.

35

Costituzione delle servitù

Le servitù prediali vengono costituite principalmente in due modi: coattivamente e volontariamente. Le servitù coattive sorgono esclusivamente in virtù di una sentenza o comunque di un atto dell’autorità amministrativa. Un esempio classico è quello di permettere il passaggio delle linee elettriche (art.1056 c. C.). In questi casi è prevista un’indennità a favore del fondo servente. Le servitù volontarie sono invece quelle che sono state stabilite tramite contratto, testamento, usucapione e per destinazione del padre di famiglia. L’usucapione riguarda solo le servitù apparenti ovvero quelle per il cui esercizio sono state costruite opere visibili e permanenti.

Continua la lettura
45

Tutela

Per tutelare il diritto di servitù, il legislatore ha previsto che il suo titolare possa esercitare l’azione confessoria, ovvero quella intenta a stabilire l’esistenza di una servitù che grava su un fondo a favore di un altro fondo. Esiste anche l’azione negatoria, ovvero quella che invece tende a stabilire che non esiste alcun diritto di servitù gravante su un fondo. La servitù si estingue per confusione (art 1072, riunione in una sola persona della proprietà del fondo dominante con quella del fondo servente), scadenza del termine (se previsto dal titolo di costituzione), rinunzia (art.1070), impossibilità per almeno 20 anni ad usare la servitù o venir meno della sua utilità, prescrizione (art.1073, se la servitù non è usata per almeno 20 anni).

55

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Diritto amministrativo: alcuni appunti

Il “diritto amministrativo” è una branca del diritto pubblico con il compito di regolare le attività della pubblica amministrazione (P. A.) e il suo rapporto con i cittadini. In poche parole, il diritto amministrativo si occupa di regolare le modalità...
Università e Master

Appunti di diritto pubblico

Per affrontare qualsiasi esame di giurisprudenza, non si può mancare un approfondito studio dei due temi principali della materia: il diritto pubblico ed il diritto privato.Con una buona conoscenza di queste due materie, risulterà notevolmente più...
Università e Master

Appunti di diritto privato

All'interno della guida che andremo a sviluppare nei passi che seguiranno, la tematica che svilupperemo sarà il diritto. Più precisamente, ci dedicheremo al diritto privato, andando a valutare una serie di appunti su questa materia giuridica. Cominciamo...
Università e Master

Come superare un esame di filosofia del diritto

La filosofia del diritto ha il compito di fornire un'analisi filosofica generale del diritto e delle istituzioni giuridiche. I problemi nel settore vanno dalle questioni concettuali astratte sulla natura del diritto, all'ordinamento giuridico di questioni...
Università e Master

Appunti di istituzioni del diritto romano

Per chi si è iscritto o vuole iscriversi alla Facoltà di Giurisprudenza l'esame di Istituzioni di diritto Romano rappresenta solitamente il primo esame da sostenere. Esso è propedeutico ad altri esami, come quello di Diritto romano, e quindi dovrà...
Università e Master

Come preparare l'esame di diritto fallimentare

L'esame di diritto fallimentare è sicuramente molto impegnativo, così come tutte le materie di diritto in generale. Qualora vi trovaste nella facoltà di giurisprudenza, vi imbattereste nella complessità di questa materia sia per la sua vastità giurisprudenziale,...
Università e Master

Diritto delle persone fisiche

Il diritto delle persone fisiche è un tema fondamentale per gli studenti di giurisprudenza (o per chi affronta lezioni di diritto alle scuole superiori). Ecco dunque perché ho deciso di scrivere questa semplice ma interessante guida: in questo articolo...
Università e Master

Come prepararsi all'esame di diritto pubblico

L'esame di Diritto Pubblico è uno dei primi esami che gli studenti iscritti alla facoltà di Giurisprudenza devono affrontare, all'inizio del proprio percorso universitario, o anche quelli frequentanti facoltà similari, come ad esempio quella di Scienze...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.