Diritto della denunzia di nuova opera e di danno temuto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le azioni di denunzia di nuova opera e danno temuto, dette anche azioni di "nunciazione", sono inquadrabili nell'ambito dei procedimenti cautelari, ovvero quei procedimenti volti ad evitare un pregiudizio ed a fornire tutela ad un soggetto, ancor prima che ne sorga la necessità. Ad azionare questo diritto può essere il proprietario del bene posto in pericolo, il semplice possessore, ovvero chi vanti su di esso un diritto reale.

26

Occorrente

  • Un avvocato che rediga l'atto di denunzia
36

Denunzia di nuova opera

Il codice civile consente a chi vi abbia interesse di denunciare al giudice che la costruzione di una nuova opera è stata iniziata sul fondo proprio o altrui, se ci siano i presupposti affinché da quella costruzione possa derivare un futuro danno ai propri beni. Requisito principale, quindi, di questa azione di denunzia è il carattere di novità dell'opera rispetto all'assetto originario dei luoghi. Deve trattarsi, inoltre, di un'opera non ancora conclusa, ma solo intrapresa. Rientrano nella nozione di nuova opera anche le ricostruzioni o ristrutturazioni di edifici già esistenti, una piantagione, uno scavo, purché sia stata l'attività umana ad apportare modifiche ai luoghi.

46

Termine per la denunzia di nuova opera

L’azione però ha un limite molto stringente. Deve essere esercitata entro un anno dalla data di inizio dei lavori, a prescindere dalla loro conoscenza da parte del danneggiato, fatta salva l'ipotesi in cui i lavori siano stati svolti clandestinamente, nel qual caso il termine decorre dalla cessazione della clandestinità. Nel caso in cui il giudice accolga la denunzia di nuova opera, disporrà di eliminare il pericolo con un'ordinanza di sospensione dei lavori, per evitare che l’attività pericolosa produca un danno vero e proprio. Non spetta, pertanto, al giudice valutare e giudicare la legittimità o meno dei lavori, bensì solo la loro potenziale idoneità alla causazione di un pregiudizio.

Continua la lettura
56

La denunzia di danno temuto

Per quanto riguarda la denunzia di danno temuto, invece, l’art. 1172 del codice civile fa riferimento ad una semplice situazione di fatto, dalla quale possa derivare un futuro danno. I soggetti legittimati ad agire sono gli stessi dell'azione di nuova opera, mentre la differenza rispetto a tale istituto sta nel fatto che il danno temuto prescinde dall'attività dell'uomo e riguarda il rapporto tra due beni oggettivi, uno dei quali, sebbene già esistente nell'assetto originario dei luoghi, metta in pericolo l'altro. In un certo senso, anche nella fattispecie di danno temuto, l'attività dell'uomo rientra in forma omissiva, poiché solo il mancato rispetto, da parte del proprietario, degli obblighi di manutenzione di un bene, può causare una situazione di pericolo di danno. Il provvedimento del giudice, quindi, in questo caso sarà costituito da un'ordinanza con la quale verrà inibita la continuazione di un comportamento omissivo, ovvero l'adozione di misure preventive. In altre parole, sarà ordinato di intervenire per provvedere ad eliminare le potenzialità dannose di un bene.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tutelare diritti è importante di per sé, mentre le questioni di orgoglio e principio non attengono al diritto ma alla morale

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come superare l'esame di diritto commerciale

L'esame di diritto commerciale è da sempre croce e delizia per i tanti studenti che studiano alla facoltà di legge così come per gli studenti di economia per i quali questo esame rappresenta in molti casi uno scoglio insormontabile a causa della sua...
Università e Master

Diritto della disciplina delle attività professionali

In questo articolo, vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, a capire quali sia il diritto della disciplina delle attività professionali. Ecco un sunto completo sul diritto della disciplina delle attività professionali. Il lavoro, secondo l'art. 2061,...
Università e Master

Come si dividono le fasi del diritto

Pe diritto romano si intende l'insieme delle leggi che hanno regolato la società giuridica romana pe tantissimo tempo, circa tredici secoli. Il diritto con il passare del tempo durante questi secoli trascorsi si è modificato adattandosi ai vari periodi....
Università e Master

Diritto amministrativo: alcuni appunti

Il “diritto amministrativo” è una branca del diritto pubblico con il compito di regolare le attività della pubblica amministrazione (P. A.) e il suo rapporto con i cittadini. In poche parole, il diritto amministrativo si occupa di regolare le modalità...
Università e Master

Appunti di diritto pubblico

Per affrontare qualsiasi esame di giurisprudenza, non si può mancare un approfondito studio dei due temi principali della materia: il diritto pubblico ed il diritto privato.Con una buona conoscenza di queste due materie, risulterà notevolmente più...
Università e Master

Appunti di diritto privato

All'interno della guida che andremo a sviluppare nei passi che seguiranno, la tematica che svilupperemo sarà il diritto. Più precisamente, ci dedicheremo al diritto privato, andando a valutare una serie di appunti su questa materia giuridica. Cominciamo...
Università e Master

Come superare un esame di filosofia del diritto

La filosofia del diritto ha il compito di fornire un'analisi filosofica generale del diritto e delle istituzioni giuridiche. I problemi nel settore vanno dalle questioni concettuali astratte sulla natura del diritto, all'ordinamento giuridico di questioni...
Università e Master

Appunti di istituzioni del diritto romano

Per chi si è iscritto o vuole iscriversi alla Facoltà di Giurisprudenza l'esame di Istituzioni di diritto Romano rappresenta solitamente il primo esame da sostenere. Esso è propedeutico ad altri esami, come quello di Diritto romano, e quindi dovrà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.