Differenze tra present perfect e present perfect continuous

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Oggi daremo spazio a due coniugazioni in inglese molto importanti: il Present Perfect Simple e il Present Perfect Continuous. Il primo si utilizza quando vogliamo esprimere un'azione che pur essendo già accaduta nel passato, non è ancora conclusa, ha ancora qualche collegamento con il presente. Con il Continuous, il discorso è lo stesso, abbiamo ancora un rapporto col passato ma qui l'azione è avvenuta più recentemente.
Approfondiamo meglio scoprendo le loro differenze.

27

Forma

Essendo due tempi verbali "vicini" ma differenti, hanno sicuramente delle forme diverse.
Il Present Perfect Simple si costruisce con Soggetto + HAVE/HAS + Participio Passato, per esempio I have -already- done that (Ho già fatto quella cosa).
Il Present Continuous per creare la sua forma si appoggia a quella del primo utilizzando il Present Simple del verbo essere I HAVE BEEN + la forma in -ing del verbo. Ad esempio, I have been doing that all day (Ho fatto questo per tutto il giorno).

37

Rapporto col presente

Abbiamo già detto che in entrambe le coniugazioni c'è un rapporto col presente che le differenzia l'una dall'altra. Il Present Simple può essere utilizzato in due opzioni, o specificando il tempo in cui si è svolta l'azione, oppure specificando l'azione stessa che non è ancora terminata.
Il Continuous invece si esprime quando la frase deve riguardare un'azione già compiuta prima ma che si sta continuando a svolgere anche nel momento in cui si parla.

Continua la lettura
47

Intenzione

Le due coniugazioni hanno ovviamente anche una differente intenzione da dare al significato delle frasi. Il Continuous infatti vuole evidenziare il fatto che ci sono segni evidenti ancora adesso dell'attività appena svolta e pone il discorso su di essa.
Il Simple invece vuole mettere in risalto quello che ha ottenuto da quell'azione del passato, il risultato di questa, e non l'azione stessa.

57

Avverbi collegati

Solitamente alle due coniugazioni si appoggiano degli avverbi necessari per il significato della frase.
Per quanto riguarda il Present Simple spesso nelle frasi troviamo gli avverbi come just (appena), already (già), recently (recentemente), yet (ancora).
Nel Perfect Continuous troveremo invece molto spesso how long (da quanto tempo -lo fai?-..) per le frasi interrogative, e for e since per dare la risposta (significano entrambi da - es. Lo faccio DA tot. Tempo).

67

Esempi

Vediamo ora degli esempi pratici per capire come dobbiamo utilizzare le due coniugazioni quando parliamo.
Simple: He hasn't talked yet (Lui non ha ancora parlato); We have just finished (Abbiamo appena finito); I have never risked in life (Non ho mai rischiato in vita mia); They have already listened to me (Mi hanno già ascoltato).
Continuous: It has been raining all night long (Ha piovuto per tutta la notte); She has been dancing since she was 3 (Lei danza da quando aveva tre anni); You have been talking too much (Hai già parlato troppo).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come usare il present perfect continuous

Il present perfect continuous è una delle regole grammaticali inglesi più ostiche in quanto può essere utilizzato per indicare diversi tipi di azioni ovvero un'azione iniziata nel passato recente e di una determinata durata, per sottolineare il prolungarsi...
Lingue

Come utilizzare il past simple o il present perfect in inglese

Per poter viaggiare in tutto il mondo e conoscere nuove culture è bene prima imparare a parlare in inglese, ormai diventata la lingua più famosa e diffusa al mondo, partendo comunque dalle basi, necessarie per poter apprendere via via argomenti sempre...
Lingue

Inglese: present continuous and present simple

Al giorno d'oggi, la conoscenza della lingua inglese è fondamentale e costituisce un requisito indispensabile per presentarsi al mondo del lavoro e non solo. Per essere in grado di affrontare dei dialoghi in inglese è importante disporre di una solida...
Lingue

Come Utilizzare Il Past Perfect Continuous

Il past perfect continuous è un costrutto utilizzato dagli inglesi per indicare un'azione che si è verificata nel passato ma le cui conseguenze sono ancora visibili nel presente; questa costruzione è utilizzata meno frequentemente delle altre. Nei...
Lingue

Come usare il Present Continuous

Nella lingua inglese per esprimere il presente possono essere utilizzati sia il Simple Present che il Present Continuous (chiamato anche Present Progressive). In questa breve guida vi illustrerò la differenza tra i due tempi verbali e, soprattutto, come...
Lingue

La forma interrogativa in inglese

Negli ultimi anni, conoscere e parlare bene lingue straniere è davvero molto importante. Soltanto in questo modo è possibile viaggiare tranquillamente all'estero e cercare lavoro quasi dovunque. Tra le numerose lingue esistenti, quella da conoscere...
Lingue

Inglese: discorso diretto e indiretto

Il discorso diretto e il discorso indiretto sono i due modi in cui può essere riportata una conversazione. Il discorso diretto, usato di solito nelle narrazioni, riporta le parole tra virgolette così come vengono esposte dall'interlocutore. Quello indiretto,...
Lingue

Inglese: il periodo ipotetico

Il periodo ipotetico rappresenta quella struttura sintattica che indica, appunto, un'ipotesi oppure una congettura, nonché la conseguenza che essa comporta. In buona sostanza esso è formato da una proposizione principale, detta anche reggente, e da...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.