Differenze impero romano d'Oriente e d'Occidente

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le principali differenze fra l'Impero Romano D'Oriente e d'Occidente sono da considerarsi la religione, la ricchezza, l'area geografica la distribuzione delle popolazioni sul territorio.
Teodosio nominò suoi eredi con pari dignità i due figli: l'Impero romano d'Occidente al figlio Onorio, mentre l'Impero romano d'Oriente o Impero bizantino (da Bisanzio, la sua capitale) al figlio Arcadio. Alla sua morte, avvenuta nel 395, l'Impero si divise pertanto in due parti.

26

I due Imperi geograficamente

L’area tradizionalmente considerata come Oriente comprendeva: la Fenicia, la Grecia, la Siria, la Tracia, l’odierna Turchia, la Palestina, l’Arabia Settentrionale, l‘Egitto ed i territori dell’Africa Settentrionale fino a Cartagine (odierna Tunisia).
L'area Occidentale invece comprendeva le regioni occidentali d’Europa, cui Roma geograficamente apparteneva e dove, in primo tempo si era espansa:
l’Italia, la Gallia meridionale, l’odierna Provenza, le isole maggiori, le coste iberiche.

36

La povertà dell'Impero Romano D'Occidente

L’Impero romano d’Occidente è più povero. Molte terre non sono più coltivate perché mancano i contadini.
Nelle città ci sono meno abitanti perché ci sono molte epidemie. Gli abitanti sono diminuiti anche perché ci sono state tante guerre. Nelle città gli artigiani e i mercanti lavorano poco. Non si usa quasi più il denaro.
Le persone più ricche vanno ad abitare in campagna. I ricchi vivono nelle ville e cercano di difendersi dai ladri.

Continua la lettura
46

La ricchezza dell'Impero Romano Orientale

Nell’Impero d’Oriente ci sono molte grandi città e vi si continua ad usare il denaro.
In campagna ci sono dei campi con un ottimo terreno, come ad esempio in Egitto. I coloni che vivono in Egitto sono considerati molto fortunati e ricchi.
Con il denaro che l'Oriente guadagna prosperando paga i popoli vicini per aiutarlo nelle piccole guerre diventando sempre più forte.

56

Influenza della Chiesa e delle terre D'oriente

La Chiesa cristiana è molto forte. La Chiesa riconosce il potere dell’imperatore.
L'impero D'oriente era dichiarato Cristiano e la chiesa lo appoggiava senza riserve con risorse e aiuti di ogni genere.
L’essere ponte e porta verso l’Oriente più profondo (Persia, Mesopotamia, India) faceva di questa area un veicolo non solo per l’ingresso di merci pregiate ed esotiche, ma anche di, filosofie e più in generale costumi che contagiarono, o meglio ebbero influenza sia sul pensiero, sia sulla letteratura.

66

Riunione dell'Impero in un unica grande forza

A Costantino si deve quindi una nuova ed ultima riunificazione dell’Impero.
Costantino restò famoso nei secoli successivi, non solo per la sua politica
in quanto egli rimase, fino alla morte, pagano e devoto al culto del sol invictus,
di apertura al cristianesimo, ma perché, trasferì cioè la capitale a Bisanzio, da lui ribattezzata
Costantinopoli; la seconda Roma.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Breve storia dell'Impero romano

L'Impero Romano costituisce una delle fasi finali che riguardano la storia di Roma. Questo periodo storico si snoda per diversi secoli, durante i quali si susseguono numerose dinastie e tappe fondamentali che culminano poi nella caduta di Roma nel 476...
Superiori

Storia: il declino dell'Impero Bizantino

La storia dell'impero romano è una delle vicende più affascinanti. Si suddivide in impero romano d'occidente ed impero romano d'oriente, e, dipendentemente dal secolo cui si fa riferimento, è possibile inscrivere alcuni traguardi e delle scoperte importanti,...
Superiori

Storia: l'Impero bizantino

Il nome di Impero bizantino nasce dalla sua capitale Bisanzio (Costantinopoli) ed è il nome che viene attribuito all'Impero romano d'oriente, dopo la caduta dell'Impero d'occidente nel 476 d. C.. La sua storia non viene spesso degnamente analizzata ed...
Superiori

Storia: lo Scisma d'Occidente

Lo Scisma d'Occidente rappresenta uno dei capitoli più difficili della storia della Chiesa Romana. Tale evento si conosce anche con il nome di Grande Scisma e copre un periodo storico di 39 anni (1378-1417). La scissione che lacera la Chiesa porta all'elezione...
Superiori

Il medioevo in Europa: appunti

Per molto tempo il Medioevo è stato considerato un periodo buio della storia europeo, tormentato da guerre, epidemie e regresso scientifico: in realtà, quanto questa affermazione sia sbagliata lo dimostra il fatto che, proprio durante il Medioevo, si...
Superiori

Guida sull'Impero di Nerone

Personaggio molto complesso, la figura di Nerone attrae ancora oggi. Fu Anzio a dargli i natali nel 37 d. C. La madre era Giulia Agrippina Augusta (Agrippina minore). Ella fece si che l'imperatore Claudio lo nominasse come suo successore legittimo all'Impero....
Superiori

Storia: il Medioevo in breve

Il "Medioevo" è un’epoca che per oltre 1.000 anni ha interessato l’Europa. Durante questo periodo, sono state gettate le basi della moderna civiltà occidentale ed il centro è diventato dopo la caduta dell’Impero romano il nord Europa ossia paesi...
Superiori

Appunti di storia medievale

Medioevo significa, alla lettera, "età di mezzo". Il termine viene utilizzato, con valore negativo, da alcuni intellettuali del 1300. Per questi studiosi, amanti dei classici latini, si trattava di un periodo buio, lontano dai modelli dall'antica arte...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.