Determinazioni planimetriche: angolo di direzione e calcolo della distanza

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si vuole effettuare un rilievo topografico, operazione piuttosto complessa, risulta necessaria la determinazione planimetrica di un notevole numero di punti, in modo da rendere possibile la ricostruzione di tutti i possibili particolari del terreno. A tal fine è importante sottolineare la necessaria suddivisione dei punti di cui sopra in due categorie principali: la prima riguarda i cosiddetti "punti di inquadramento", mentre la seconda comprende i "punti di dettaglio". Senza questa distinzione le determinazioni planimetriche non potrebbero consentire di determinare gli angoli di direzione e il calcolo della distanza, vale a dire gli argomenti della nostra guida.

26

Occorrente

  • Calcolatrice
36

Prima di passare a vedere come si determina l'angolo di direzione e come si calcola la distanza, è necessario un breve approfondimento sui punti di inquadramento e di dettaglio, altrimenti il discorso rischia di essere poco comprensibile. Cerchiamo di spiegare l'argomento nel modo più semplice e chiaro possibile. Come è facile immaginare dalla denominazione stessa, il numero dei punti di inquadramento risulta decisamente inferiore a quello dei punti di dettaglio, ma i primi costituiscono, in effetti, l'elemento portante del rilievo oggetto dello studio topografico. Data la loro importanza, infatti, i punti di inquadramento vengono determinati con l'ausilio delle più complesse tecniche topografiche e, ovviamente, puntando ad ottenere un'elevata precisione del posizionamento. I numerosi punti di dettaglio, invece, servono ad ottenere una visione molto particolareggiata del terreno e la loro determinazione non è così ricercata, se parliamo di precisione, come nel caso dei punti di inquadramento, ma in genere procede molto celermente. Bene, a questo punto possiamo passare alla descrizione di due tra le operazioni topografiche più comuni per le determinazioni planimetriche: l'angolo di direzione e il calcolo della distanza.

46

Immaginiamo un piano NE, dove N sta per l'asse verticale, mentre E corrisponde all'asse orizzontale. Sul piano NE prendiamo due punti: A e B, aventi coordinate note. La definizione di angolo di direzione, non semplice da afferrare al volo, è la seguente: si definisce "angolo di direzione", indicato con la notazione (AB), della direzione AB, considerata da A verso B, l'angolo di cui la parallela all'asse verticale N, tracciata per A, deve ruotare in senso orario affinché possa sovrapporsi alla direzione orientata AB. Lo so, la definizione di "angolo di direzione" è piuttosto complessa e non di facile comprensione! Detto questo, passiamo adesso al calcolo dell'angolo di direzione note le coordinate dei punti A e B: tan (AB) = [E (B)-E (A)]/[N (B)-N (A)].

Continua la lettura
56

Adesso possiamo passare al calcolo della distanza, che non avremmo potuto realizzare senza prima valutare l'angolo di direzione, che, come abbiamo detto precedentemente, si indica con la denominazione (AB). Bene, vediamo come si calcola la distanza. Procediamo nel seguente modo: AB = [E (B)-E (A)]/sen (AB) = [N (B)-N (A)]/cos (AB).

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di calcolare la distanza è necessario determinare l'angolo di direzione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la distanza su una mappa topografica

Molto spesso nella vita è capitato a tutti di dover calcolare la distanza su una mappa topografica. La carta topografica non è altro che la visione bidimensionale di un territorio su carta. Calcolare la distanza su una mappa non è difficilissimo, ma...
Superiori

Come Determinare Una Retta Inclinata Ad Un Angolo Dato

In questa guida ci occuperemo di vedere come determinare una retta inclinata ad un angolo dato. Se, infatti siete alle prese con un calcolo del genere, ecco come fare. Per determinare una retta inclinata ad un angolo dato, tracciandola per un punto appartenente...
Superiori

Come calcolare la distanza tra due parallele

La linea retta è uno degli enti geometrici basilari, priva di spessore e misurabile solo ed esclusivamente tramite la sua lunghezza. Se due rette, poste in uno spazio o in un piano, non si incontrano mai e non hanno alcun punto in comune, vengono definite...
Superiori

Come calcolare la distanza tra due rette parallele in un piano

La geometria è un ramo della matematica, in cui vengono studiate le figure piane geometriche oppure le figure solide e tridimensionali. Attraverso la geometria si studiano anche i perimetri, le aree e i volumi delle figure geometriche. Un altro studio...
Superiori

Dimostrazione della formula della distanza fra due punti

Spesso capita di dover calcolare la distanza tra due punti: quando ad esempio si progettano case, videogiochi o quando bisognerà montare delle mensole. Per farlo non occorrerà altro che sapere come utilizzare la formula della distanza. Se siete studenti...
Superiori

Come calcolare la distanza di un fulmine

In questo breve articolo abbiamo l'intenzione di aiutare tutti i nostri lettori a riuscire a comprendere come poter calcolare, nella maniera più precisa possibile, la distanza di un fulmine, in modo tale da sapere dove è caduto e dove è partito. Cominciamo...
Superiori

Come calcolare l'angolo di rifrazione

Quando si immerge una cannuccia in un bicchiere d'acqua trasparente, l'immagine all'interno del bicchiere appare deformata, sembra "spezzata" in due; è un fenomeno molto curioso dovuto ad una legge fisica: la rifrazione, definita come il cambiamento...
Superiori

Come determinare la distanza minima tra due rette sghembe

La prima cosa da fare in questa guida è spiegare cosa siano due rete sghembe: sono due rette che si trovano su piani diversi e perciò non hanno nulla in comune. Infatti queste rette non avendo un piano comune non sono ne parallele e non hanno un solo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.