Consigli per relazionarsi a un professore difficile

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Frequentare la scuola, oltre a studiare, significa anche relazionarsi a più persone, in primis compagni di classe ed insegnanti. Con loro si trascorrono molte ore ed è fondamentale saper gestire i rapporti. In particolare è importante non attirare le antipatie dei professori. Se ne possono trovare di diversi tipi: dal simpatico al serioso, dal generoso al pignolo, da quello esigente a quello più permissivo, e così via. Fin quando è un professore " alla mano" non ci sono problemi, ma se così non fosse? Vediamo di seguito alcuni consigli per relazionarsi ad un professore difficile.

26

Interessarsi alla materia

I professori si dedicano all' insegnamento della materia che li appassiona. Vedere che anche i propri alunni apprezzano e si interessano ala materia fa piacere, in quanto il suo interesse viene recepito positivamente dai suoi allievi. Siate proattivi all' apprendimento. Mostrare interesse e voglia di imparare conquisterà anche il professore più difficile.

36

Non mostrate aria di sfida

Spesso capita che tra professori ed alunni si innanzi un muro dovuto al crearsi di antipatie, talvolta anche reciproche. Nulla di più errato. Essi ci accompagneranno per più anni e da loro dipende la nostra media e gli eventuali debiti. Non state sulla difensiva ad ogni sua parola. Mostratevi accondiscendenti, studiate la materia e pensate solo che lo fate per il vostro bene.

Continua la lettura
46

Siate educati

Anche il professore più difficile può essere smussato con l' educazione. Spesso capita che si risponde male o si battibecchi anche con il proprio insegnante. In tal modo si attirano solo le sue ire. Ricordate che il professore è lì per insegnarci ed è comunque a noi preposto. Rispondere con garbo, anche su cose su cui non concordiamo, è uno dei primi passi per relazionarsi in modo positivo.

56

Non lasciarsi ingannare dalle apparenze

Talvolta alcuni professori hanno la fama di " difficile" tramandata di classe in classe. E ciò finisce con influenzare negativamente il nostro pensiero su di lui. Ogni insegnante vuole solo che i propri alunni siano attenti e studiosi. Diventano severi quando questi ultimi discostano dalle loro aspettative. Mostrarsi in tal modo significa anche mostrare la loro autorevolezza. I professori hanno comunque anche il compito di educarci. Quindi prima di giudicare un professore " difficile", è bene imparare a conoscerlo. Tutti hanno pregi e difetti e magari apprezzandone le doti risulta anche più facile relazionarsi.

66

Distinguere i ruoli

Per relazionarvi ad un professore, anche se intrattabile, ricordate sempre che il suo compito è quello di insegnare e il vostro quello di apprendere. In linea di massima esiste un semplice rapporto professionale secondo cui lui deve adempiere al suo dovere e voi al vostro. Siate disciplinati, studiosi e volenterosi. Anche il più complicato insegnante non avrà nulla da ridire.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come rimediare ad un voto basso in condotta

Andare bene a scuola è sicuramente un qualcosa di fondamentale importanza. Può capitare ad alcuni alunni di ricevere un voto molto basso in condotta, trovandosi così forse un po' disorientatati, non sapendo bene come poter fare a rimediare questa situazione...
Superiori

5 cose da non dire mai ad un professore

Come tutti sappiamo, la scuola è un'ottima opportunità per i ragazzi di approfondire il loro bagaglio culturale, nonché di socializzare ed imparare a vivere nella società degli adulti, dove ci sono problemi ed obblighi. Ad esempio, uno degli obblighi...
Elementari e Medie

5 comportamenti che disturbano un insegnante

Un buono studente dovrebbe essere in primo luogo rispettoso dei compagnie degli insegnanti, ma non in tutte le classi questo succede. Infatti spesso i ragazzi tendono ad avere dei comportamenti esagerati e irrispettosi che possono, nel tempo, andare anche...
Elementari e Medie

Come evitare un compito in classe

Il compito in classe è, di solito, uno dei momenti più delicati per uno studente. Cresce ben presto la tensione e, con essa, anche la paura di non essere preparati e, quindi, di non farcela. Ma uno studente intelligente può anche escogitare un modo...
Superiori

5 modi per non farsi interrogare

Le interrogazioni rappresentano il momento più temuto da ogni studente. Quando il professore annuncia un'interrogazione imminente, sale la paura di essere lo sfortunato di turno. Nessuno può avere la certezza di sfuggire alle domande dell'interrogazione,...
Superiori

10 cose da fare l'ultimo giorno di scuola

Che suoni la campanella dell'ultimo giorno di scuola dell'anno o della nostra vita, è obbligatorio per i ragazzi, dopo tanti sacrifici, festeggiare il meritato riposo.  Ma come celebrare la fine delle interrogazioni, dei compiti in classe, dello studio...
Università e Master

Come verbalizzare un esame universitario

Come studente universitario, può capitarti di ritrovarti nella difficile situazione di dover affrontare un esame mentre sei sprovvisto di libretto accademico o non puoi ancora ufficializzare il voto conseguito. Le motivazioni alla base di questo problema...
Maturità

5 modi per rimediare ad un brutto voto

Può succedere che l'insegnante porti a scuola la valutazione di un compito che si pensa di aver svolto bene e con grande sorpresa si scopre di aver preso un brutto voto. Il nostro stato d'animo subisce un contraccolpo e cominciano ad insinuarsi nella...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.