Consigli per le mappe concettuali per una lezione di storia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Utilizzare le mappe concettuali per studiare è un metodo davvero funzionale. Infatti, alla maggior parte dei ragazzi, soprattutto universitari, è di grande aiuto per memorizzare e ripetere il capitolo di un testo altrimenti difficile da comprendere. Per semplificare le cose, è possibile prendere spunto da delle mappe presenti già in internet. Tuttavia, in questo articolo, vi darò alcuni consigli specifici adatti ad una lezione di Storia.

26

Inquadrare l'argomento da schematizzare

Prima di iniziare a realizzare la nostra mappa concettuale, è bene inquadrare innanzitutto l'argomento di Storia che andremo a trattare. Che sia la "Seconda Guerra Mondiale" o la "Rivoluzione Francese" bisogna prendere un foglio e prelevare i punti più significativi dell'argomento, per poi trascriverli nero su bianco o altrimenti, sottolinearli direttamente sul libro con una matita.
Dopodiché, potremo tranquillamente passare alla fase successiva.

36

Ricercare i collegamenti adatti

Quando avremo finalmente un'idea chiara e coincisa sull'argomento che dobbiamo esporre, possiamo dare un titolo alla nostra mappa e a ricercare i collegamenti adatti.
Per fare ciò, bisogna rivedere i nostri appunti sul tema storico da studiare e congiungerli tra di loro in modo logico e minuzioso, onde evitare disordini temporali.

Continua la lettura
46

Creare la mappa concettuale

Fatto questo, procuriamoci un secondo foglio (o anche un programma al computer) e iniziamo col disegnare la mappa. Al centro e in alto del foglio, dovrà esserci l'argomento di Storia che tratteremo. In seguito poi, andremo a sviluppare i concetti correlati ad esso, strizzando un occhio in particolare per le date e i luoghi, fondamentali per un'esposizione ben riuscita del contenuto.
Molto importante inoltre, bisogna necessariamente fare in modo che i concetti principali siano sempre vicini al titolo della mappa e segnati con un colore diverso.

56

Aggiungere concetti di sottofondo

Oltre ai concetti già presenti estrapolati dal libro di testo che ci servono per creare la nostra mappa concettuale, possiamo anche aggiungerne di propri, in modo tale da ampliare il discorso e non solo, anche evitare l'effetto "ripetizione a pappagallo". Questi concetti personali, che andremo a chiamare di sottofondo o semplici ragionamenti, dovranno essere incastrati bene tra i concetti principali, cosicché il nostro discorso fili liscio e senza increspature.

66

Analizzare la mappa concettuale

Infine, dopo aver costruito la mappa concettuale sull'argomento storico interessato, dovremo analizzarla e valutarla per trovare eventuali errori, che potrebbero interferire con la nostra esposizione orale. Un importante criterio da seguire infatti, sarebbe quello di non "caricare" troppo la mappa concettuale, cercando possibilmente di non superare la soglia di nove collegamenti. Ricordiamo inoltre, che ogni mappa concettuale è formata da tre simboli, ovvero: ovale, linea e quadrato. Nell'ovale va inserito il concetto di base, sulla linea una breve frase che spiega un evento e che funge anche da collegamento tra l'ovale e il quadrato, mentre nel quadrato, bisogna introdurre la spiegazione dell'evento anticipato nell'ovale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Metodo di studio: le mappe concettuali

Studiare nel modo corretto è un valido aiuto per dedicare meno tempo allo studio ed apprendere, al tempo stesso, al meglio i concetti che si sono appena affrontati. Per questo motivo, a molti studenti, risulta molto pratico utilizzare come metodo di...
Superiori

Come realizzare mappe concettuali

Le mappe concettuali danno un aiuto importante allo studente, facilitando lo studio: essi sono la rappresentazione, attraverso un grafico, di concetti collegati tra loro. La frase Studio mnemonico, confusionario e scarsamente approfondito è quella che...
Superiori

Errori da evitare nella creazione di mappe concettuali

La mappa concettuale è un elemento essenziale per chi studia e deve esporre un determinato argomento. Ideale anche per fare un ripasso generale, in modo rapido e senza perderci troppo tempo. Rappresenta un ottimo metodo di studio che dovrebbero usare...
Superiori

Come prendere buoni appunti a lezione

Un buon metodo di studio è essenziale per un andamento scolastico ottimale. A supportare lo studio, però, è necessario avere altrettanto buoni strumenti che facilitino il lavoro a casa. Oltre al libro di testo, che non tutti i professori seguono alla...
Superiori

5 consigli per schematizzare gli appunti

Schematizzare gli appunti è un’operazione estremamente importante ed efficace. Una volta acquisita la giusta metodologia, si può risparmiare tempo nell'acquisizione dei concetti. Scrivere correttamente gli appunti, infatti, permette di migliorare...
Superiori

Come ottimizzare il metodo di studio

Avere un buon metodo di studio è fondamentale per memorizzare quanto si è studiato e riuscire a superare interrogazioni, esami universitari, concorsi pubblici e ogni altra situazione che richiede l'apprendimento di molte nozioni, spesso in un tempo...
Superiori

Come ripassare storia prima di un'interrogazione

Le interrogazioni, inevitabilmente interessano la vita di tutti gli studenti e, nonostante molti di questi cerchino di sfuggirvi, questo momento arriverà per tutti, quindi tanto vale studiare bene e affrontare la situazione. Hai cercato sempre più di...
Superiori

Come analizzare un testo storiografico

Il testo storiografico è, per definizione, un documento che raccoglie le esposizioni e le interpretazioni di un fatto storico. Un testo storiografico, quindi, analizza gli eventi del passato per poter ricostruire fasi storiche. I fatti storici di cui...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.