Consigli per fare una fedele traduzione dall'arabo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'arabo è una delle quattro lingue semitiche maggiormente parlate in Africa e in Asia.
Le altre tre lingue semitiche sono l'amarico, l'ebraico e il tigrino.
La lingua araba prende in prestito da altre lingue sia parole profane che parole sacre (usate nel Corano).
La sua grammatica non è affatto semplice e va riconosciuta l'esistenza di moltissimi dialetti che hanno poco in comune con la lingua classica usata dai media e dalle istituzioni.
Ecco alcuni consigli per fare una fedele traduzione dall'arabo classico.

26

Partire dalle basi: l'alfabeto (vocali e consonanti)

L'alfabeto arabo è composto da ventotto consonanti, un grafema, tre suoni vocali e alcuni simboli grafici particolari. Tre delle ventotto consonanti hanno un valore semi-vocalico, allungano cioè i suoni vocalici; esse sono:
a → ا
i → ي
u → و
Le vocali (a, u, i) sono indicate da tre specifici segni posti sopra o sotto la consonante che precede tale vocale: piccolo tratto obliquo sopra la "a" (detto: fatha); piccolo tratto obliquo sopra la "i" (detto: kasra); piccolo nove sopra la "u" (detto: damma). La lingua araba si scrive da destra verso sinistra. Le 28 lettere che compongono l'alfabeto hanno 4 forme differenti a seconda che si trovino all'inizio di una parola, in mezzo, alla fine o isolate. Solo 6 lettere non legano a sinistra con le altre e perciò hanno solo la forma iniziale e finale (Alif: ا - Ra: ر - Zai: ز - Dal: د - Dhal: ذ - Waw: و).

36

Riconoscere i simboli

Esistono alcuni simboli particolari che sono costituiti dall'unione di 2 lettere o caratteri:
am-alif (لا) nata dall'incontro appunto di una Lam (ل) e di un'Alif (ا);alif madda (آ) composta da un'Alif con una linea ondulata al di sopra ed è come se fosse un'alif seguita da un'altra alif (il suono che rappresenta è una A lunga);alif wasla composta da un'Alif con una specie di ricciolo al di sopra di essa; in corpo di frase non viene pronunciata;alif masqura (ى) che ha il suono di una "a" lunga posta in fine di parola.

Continua la lettura
46

Fare attenzione ai verbi

In arabo non si usa il verbo "essere" che è sempre sottinteso (es. Chi sei? Viene tradotto come: Chi tu?). Il vero arabo possiede solo due tempi: l'imperfetto e il perfetto.
L'imperfetto indica un'azione che si svolge nel presente o che avverrà nel futuro. È composto dai modi: indicativo, il congiuntivo, l'imperativo, l'infinito sostantivato (maṣdar), il participio attivo/presente sostantivato (ism al-fāʿil, letteralmente "nome del facente"), il participio passivo/passato sostantivato (ism al-mafʿūl; letteralmente "nome del fatto") e il condizionale iussivo.
Il perfetto si riferisce al passato ed ha solo il modo indicativo.

56

Individuare gli articoli

In arabo esiste un solo articolo determinativo, invariabile: "al" -ﺍﻟ
L'articolo viene unito alla parola (es. "il muro" diventa الجدار)
La frase è formata da un soggetto (nome o pronome) e dal predicato. L'aggettivo contenuto in una frase segue sempre il nome e ne segue genere e numero.

66

Non confondere i numeri

In arabo, i numeri arabi orientali sono chiamati numeri indiani. A differenza della scrittura che procede da destra verso sinistra i numeri sono disposti, come per noi europei, con l'unità di ordine minore a destra e l'unità di ordine superiore a sinistra.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Consigli per imparare l'arabo

Studiare lingue è uno dei metodi migliori per conoscere nuove persone, nuove culture, studiarne la storia e avvicinarsi di più alla conoscenza di società ed individui diversi da noi. Molte sono le lingue che si possono studiare, ma quelle orientali...
Lingue

Come cercare un vocabolo arabo sul dizionario arabo/italiano

La lingua araba è una lingua in fortissima espansione e, sempre più persone si stanno preoccupando di impararla per aprirsi nuove possibilità in paesi nei quali la forza lavoro specializzata è richiestissima e profumatamente pagata. Va subito però...
Lingue

Come fare una traduzione da una lingua straniera all'italiano

Durante il periodo degli studi, soprattutto alle superiori, si dovrà avere sicuramente a che fare con una o più lingue straniere. Questo significa che, molto probabilmente, ci sarà la necessità di fare delle traduzioni e tante volte uno studente,...
Lingue

Inglese: come fare una traduzione endolinguistica

La traduzione endolinguistica è un particolare tipo di traduzione che consiste nell'interpretazione dei segni di una stessa lingua per mezzo degli altri segni presenti nell'altra lingua. Nessuno, secondo questa teoria, potrebbe mai capire il significato...
Lingue

L'alfabeto arabo completo di varianti

L'arabo rappresenta una lingua abbastanza elaborata, sia a livello grammaticale che fonetico; non è facile imparare l'arabo e né tanto meno scriverlo, in quando le lettere e i caratteri sono molto diversi dalla lingua italiana e anche dall'inglese e...
Lingue

Scuole di arabo a Roma

Imparare l'arabo, parlato da oltre 200 milioni di persone e considerato una delle lingue più importanti al mondo, richiede molto studio e costanza ma soprattutto grande passione. Frequentare i corsi giusti è sicuramente un ottimo punto di partenza....
Lingue

Arabo: i verbi ausiliari

La lingua araba fa parte alle lingue semitiche. L'arabo è parlato da circa duecentocinquanta milioni di persone in tutto il mondo. Esso crea però non pochi grattacapi alle persone che si vogliono approcciare ad essa, soprattutto per coloro che si affacciano...
Lingue

Appunti di arabo

In questo articolo/guida, viene affrontato un argomento particolare, cioè, la lingua araba; una lingua con una lunga storia alle spalle, la storia di un popolo che ha dato tanto dal punto di vista scientifico con degli appunti basilari. La lingua araba...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.