Consigli per fare ripetizioni ai ragazzi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Sempre più studenti che attraversano il periodo universitario, laureati e altre figure come ex professori ormai in pensione, cercano di arrotondare i propri guadagni mettendo le proprie competenze didattiche e culturali al servizio di bambini che frequentano le scuole elementari e medie o anche come supporto per ragazzi delle superiori o dell'Università.
Si sa, guadagnare attraverso le ripetizioni è una possibilità che fa gola un po' a tutti, sopratutto a chi sente di possedere le giuste abilità didattiche e di proporre un efficace metodo di studio. Infatti, in gran parte dei casi non sono tanto le scarse capacità dello studente a essere di impedimento al profitto scolastico, bensì un errato metodo di studio dettato principalmente da alcune brutte abitudini che vanno trascinandosi fin dalle scuole elementari. Non ci resta che scoprire insieme alcuni utili consigli per fare ripetizioni ai ragazzi.

26

Usate il primo incontro per conoscere il vostro allievo

Come in tutti gli incontri lavorativi il primo è sempre il più duro: è proprio durante questo momento che ci si impara a conoscere, a parlare la stessa lingua. Se si tratta di una prima lezione di ripetizione, ci sono alcuni punti cruciali da chiarire, come il metodo di studio da applicare, gli orari degli incontri e capire quali sono le difficoltà maggiori del vostro allievo. Superata questa fase preliminare, è bene iniziare a testare di persona le capacità del vostro allievo, lasciandogli svolgere una prima parte dello studio in totale autonomia. Questo vi permetterà di capire dove è necessario intervenire e su quali aspetti lavorare nei prossimi incontri.

36

Mantenete una certa autorità

Durante il susseguirsi delle lezioni è propedeutico mantenere sempre un atteggiamento sempre amichevole e mai ostile. Allentate la tensione e diminuite quanto possibile la pressione: questo aiuterà il vostro allievo ad agire in maniera più libera e serena e tutto ciò non potrà che alzare il livello del rendimento e la qualità delle lezioni. Tuttavia non mancate mai di conservare una certa autorità; se da un lato la comprensione e la tolleranza metteranno a proprio agio chi vorrete seguire, dall'altro potrebbero causare un eccessivo rilassamento. Tutto ciò, potrebbe far passare quello che dovrebbe essere un incontro produttivo per una vacanza o peggio, per un incontro di piacere. Ricordate però che voi siete, almeno per quelle due ore, un professore e come tale dovrete agire e farvi rispettare. Tutto ciò renderà il vostro compito non solo più semplice ma estremamente più produttivo.

Continua la lettura
46

Assumete un approccio flessibile

Una cosa da tenere a mente soprattutto per ragazzi più giovani, è l'approccio. Essere poco pazienti, dare molto per scontato rischia di intaccare la sicurezza e l'autostima del vostro allievo. Dategli tempo e fiducia, saranno le vostre migliori alleate e aiuteranno il vostro allievo a non sentirsi uno stupido e ad acquisire sicurezza nei propri mezzi. Non mancate, comunque, di essere sempre esigenti e presenti: accompagnate passo per passo chi è venuto in cerca del vostro aiuto non abbandonatelo alla prima difficoltà. Siate tolleranti e sorridenti: un'atmosfera distesa è molto più utile di una tensione perenne che, se prolungata, non solo risulterà un ostacolo ma potrebbe anche portare alla perdita del vostro allievo, che potrebbe scegliere di rivolgersi ad altri.

56

Proponete una tariffa adeguata

Un altro utile consiglio per fare ripetizioni ai ragazzi è quello di proporre sempre una tariffa monetaria che sia in linea con il servizio che intendete offrire.
Prima di proporre le vostre tariffe cercate magari di informarvi su quanto in media un professore della zona richiede per le sue prestazioni didattiche: in questo modo sarete certi di proporre dei prezzi abbordabili a tutti e sopratutto coerenti con le vostre effettive capacità.
Considerate, inoltre, che più i vostri titoli saranno adeguati maggiore sarà il compenso che potrete richiedere, che nel caso lavoraste a domicilio, sarà molto utile per ricoprire le spese dovute a eventuali spostamenti.

66

Acquistate la stima dei genitori

In caso di ragazzi più giovani, non dovrete solo preoccuparvi dell'impressione che darete al diretto interessato: fondamentale è l'impressione da dare ai genitori. A tal proposito presentatevi fin da subito adeguatamente e con professionalità, in questo modo riuscirete a trasmettere ai genitori del vostro allievo affidabilità e sicurezza nei vostri mezzi. In questo modo avrete molte chance di ottenere la loro fiducia, e di conseguenza, qualora il vostro operato si riveli positivo a livello didattico, anche un compenso sempre più cospicuo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come dare ripetizioni efficacemente

Dare delle ripetizioni agli studenti è un modo abbastanza efficace per guadagnare qualcosina, soprattutto per i neo-laureati, in attesa di un'occupazione vera e propria. Questo, però, non significa che si tratta di un'attività poco impegnativa: anche...
Superiori

Come instaurare un buon rapporto con i professori

In questa guida spiegheremo come instaurare un rapporto positivo tra studenti e professori, in quello che rappresenta un periodo particolarmente delicato della vita dell'individuo in cui viene fortemente condizionata la sua crescita. In questa fase, maggiore...
Superiori

Come prepararsi per gli esami di riparazione

Una volta si diceva "essere rimandati a settembre", poiché proprio i primi giorni di quel mese, poco prima dell'inizio del nuovo anno scolastico, si veniva chiamati a sostenere un'esame per dimostrare di aver recuperato le insufficienze su una o più...
Elementari e Medie

Insegnanti: come prepararsi per una riunione scolastica

Gli insegnanti organizzano periodicamente le cosiddette "riunioni scuola-famiglia" per poter informare i genitori dell'andamento scolastico dei loro figli. È importante inoltre che i genitori affrontino le riunioni evitando di fare sfoggio di inutili...
Elementari e Medie

Consigli per dare efficaci ripetizioni a un bambino

Con l'inizio della scuola molti bambini si ritrovano ad avere difficoltà nello svolgimento dei compiti a casa, ritenendo ostiche alcune materie, come in particolare la matematica e l'italiano. Spesso diventa difficile per un genitore stare dietro alle...
Elementari e Medie

Come prepararsi per dare ripetizioni

Se è la prima volta che ci si trova a dare ripetizioni allora bisogna essere consapevoli di ciò che si sa: dare ripetizioni significa conoscere bene la materia che si sta affrontando e che richiedono nello specifico. Questo accade prevalentemente per...
Elementari e Medie

Come scegliere un insegnante per ripetizioni

Quando i nostri figli hanno difficoltà in alcune materie scolastiche, c'è bisogno di un insegnante privato che li aiuti con delle ripetizioni. Lo scopo di questa guida è quello di fornire un aiuto nella scelta della figura adatta. I criteri di scelta...
Superiori

Come farsi promuovere a scuola

La scuola è un importante momento di formazione culturale e personale, che propone molte sfide didattiche e personali. Sebbene queste possano essere fonte di stress e ansia, esse sono importanti per testare le capacità dei ragazzi ed aiutarli a crescere....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.