Conseguenze crollo muro di Berlino

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

9 Novembre 1989. È questa la data del crollo del muro di Berlino, giorno in cui il governo della Germania Est approva che i propri cittadini possano andare in visita a quelli dell' Ovest e di conseguenza l' apertura delle frontiere, dopo ben 28 anni di chilometri e chilometri di cemento armato che spaccava la città di Berlino in due.
Ovviamente questo ebbe delle ripercussioni in tutta Europa, sia geografiche che ideologiche, soprattutto nell' Est.
Di seguito troveremo elencate le conseguenze del crollo del muro di Berlino.

27

La fine della guerra fredda

Quel muro lungo 155 km costruito in una sola notte, così come fu costruito, proprio in una sola notte venne demolito dal popolo tedesco. Il crollo del muro segna la fine di un'epoca buia, la fine della guerra fredda e la fine di tutti i regimi comunisti dell' est europa. Questo portò quindi a un cambio ideologico e di conseguenza politico che portò alla creazione di nuovi stati, nuove costituzioni e soprattutto libertà di espressione.

37

Riunificazione della Germania

Ci volle poco per capire che dopo la caduta del muro di Berlino c'era possibilità di riunificare la Germania. Il primo passo fu approvare i viaggi dall' Ovest all' Est e viceversa, fino a quando il leader della Germania Ovest chiese un summit con gli altri cinque rappresentanti delle potenze tedesche per riappacificarsi e riunirsi, dato che con la caduta del muro ormai era inutile restare divisi. E così fu.

Continua la lettura
47

L'Ungheria diventa repubblica

L' Ungheria ebbe un ruolo chiave in questa storia, infatti il governo ungherese decise di aprire le frontiere con l' Austria. Così facendo si ebbe un incredibile flusso migratorio di persone proveniente dalla Germania occidentale che, passando per l' Ungheria, riuscivano a raggiungere i proprio cari che abitavano nell' Est. Dopo pochi mesi nuove leggi, libertà di stampa e soprattutto una nuova costituzione democratica portano l' Ungheria a diventare Repubblica d' Ungheria.

57

La rinascita della Polonia e la fine della Cecoslovacchia

Anche in Cecoslovacchia si aprirono le frontiere, con l' Austria e con la Germania Ovest, e ben prestò crollo il regime comunista, ci furono nuove elezione e addirittura una rivoluzione pacifista che porto all' indipendenza delle due regioni della Cecoslovacchia, attaccate geograficamente ma con etnie, usi e costumi diversi. Nacquero così la Repubblica Ceca e la Repubblica Slovacca.
In Polonia invece continuavano le migliaia di manifestazioni pacifiste, e ci teniamo a sottolineare pacifiste, fino a quando il Presidente polacco ordinò di sparare sulla folla. I morti quel giorno furono 40 ma da lì a poco assisteremo alla vittoria della democrazia.

67

La fine dell'Unione Sovietica

Dopo due anni dalla caduta del muro di Berlino, il regime comunista in URSS va sempre più affievolendosi e ci fu un golpe da parte del partito comunista per riprendersi illegalmente il potere.
La Russia sovietica si oppose e riuscì a fare arrestare i golpisti e sciogliere il partito comunista. Con la sconfitta del regime comunista sovietico possiamo finalmente dire che l' URSS cessa di esistere e con esso la guerra fredda.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Le conseguenze della guerra fredda

La guerra fredda è stato uno degli eventi più rilevanti e importanti del XX secolo, così rilevanti che gli effetti si fanno sentire ancora oggi.. Al termine della seconda guerra mondiale, le nazioni erano divise in due blocchi principali: il mondo...
Superiori

Le conseguenze della caduta del Sacro Romano Impero

La caduta del Sacro Romano Impero nel 1806 ebbe conseguenze drastiche per la storia tedesca del diciannovesimo secolo. Per circa un millennio un conglomerato di diversi regni semi-autonomi di lingua tedesca sotto il nome latino di Sacrum Romanum Imperium...
Superiori

Le conseguenze sociali della crisi del '29

La grande fase di sviluppo attraversata dagli Usa durante i ruggenti e prosperosi anni Venti si interruppe nel 1929, quando il crollo della Borsa di Wall Street segnò l'inizio della cosiddetta "grande depressione", che interesserà l'America, ma anche...
Superiori

Le conseguenze della caduta del fascismo in Italia

Le conseguenze della caduta del Fascismo in Italia furono dapprima molto gravi visto che coincidevano con le conseguenze di una guerra catastrofica che fu la Seconda Guerra Mondiale. Il Fascismo cadde ufficialmente nel 1943 con l'arrivo degli Alleati...
Superiori

Le conseguenze della scoperta dell'America

Come tutti sappiamo, la scoperta dell'America nel 1492 da parte di Cristoforo Colombo fu un avvenimento che rivoluzionò per sempre la storia di tutto il mondo; causò infatti inevitabili conseguenze in tutti i campi di maggiore importanza: sociale, economico,...
Superiori

Le conseguenze della riforma protestante

La Riforma Protestante vede il suo fondatore in Martin Lutero, un frate agostiniano che diede ufficialmente il via alla Riforma con la pubblicazione delle 95 tesi. La convinzione profonda di Martin Lutero riguardava l'operato del clero e della Chiesa...
Superiori

Le conseguenze delle crociate

Col termine "Crociate" si intende una serie di guerre di religione con importante valenza politica che hanno avuto luogo fra il 1096 e il 1291. Si tratta di guerre di riconquista dei luoghi sacri alla tradizione cristiana, caduti in mano agli eserciti...
Superiori

Le conseguenze della guerra in Vietnam

La guerra del Vietnam è stato un conflitto combattuto dal 1955 al 1975 nell'omonimo paese. Le due parti contrapposte erano rappresentate dal Vietnam del Sud, filo-comunista e rivoluzionario, e dalla Repubblica del Vietnam, un troncone filo-statunitense...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.