Come verificare un transistor bipolare

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli apparati elettronici sono dotati di "scatola di contenimento" denominata chasses e componenti elettronici. I componenti elettronici sono istallati su una basetta in bachelite o vetroresina, insieme danno vita alla componentistica del circuito analogico o logico. Il circuito logico, lavora con segnali da 0 o 5 V, mentre quello analogico, funziona elaborando direttamente le onde sinusoidali e quindi interagisce direttamente con il segnale da amplificare. Ambedue gli apparati funzionano, grazie ad un insieme di componenti: condensatori, resistenze, circuiti integrati, induttanze, quarzi e transistor. Qualora uno di questi elementi si rompa, o vada in perdita, si rileverà un guasto dell'apparecchio. Vediamo insieme come verificare un transistor bipolare.

26

Occorrente

  • Transistor
  • Tester
36

Il tester è un apparecchiatura elettronica utilizzata per effettuare misurazione elettriche: tensione, amperaggio, resistenza. Alcuni tester possiedono funzioni aggiuntive come il "prova giunzione", utilizzato per testare specificatamente diodi e transistor. Per testare un transistor si utilizzerà il tester come un "ohmmetro", misurando la resistenza di giunzione, il valore medio dovrà essere interno ai 500/600 ohm (empiricamente), ciò serve per verificare che la giunzione non sia aperta, nel qual caso, il tester non misurerà nessun valore, indicando che è presente un guasto del transistor.

46

Ovviamente, per avere una misurazione affidabile del transistor si dovrà conoscerne la tipologia, ossia PNP, o NPN. I transistor PNP devono presentare una giunzione aperta invertendo la polarità (base collettore o base emettitore); mentre un transistor NPN, utilizzato solitamente con polarizzazione inversa, dovrà presentare una misurazione ohmica invertita, cioè con il polo negativo sulla base e quello positivo sul collettore. Quando si opererà la misurazione con il tester la misura "aperta" che non rileva nessun valore ohmico, indicherà che è presente un guasto del transistor che, in tal caso, andrà sostituito con uno nuovo e funzionante.

Continua la lettura
56

I transistor, come abbiamo visto, fanno parte della componentistica di un circuito, spesso, la loro funzione, è quella di amplificare un segnale elettrico e trasmetterlo ad un altoparlante che diffonderà il suono mentre, in altri apparati, servirà ad amplificare e rendere stabile un segnale. Il guasto ad un transistor, determina il malfunzionamento del circuito che, nel caso di un amplificatore, sarà determinato da un mancato segnale in uscita, o un segnale distorto e comunque basso e anomalo del suono.

66

Per sincerarsi che il danno rilevato dipenda da un guasto al transistor, si dovrà "verificare" il componente elettronico. I transistor possono essere normali, bipolari e tripolari. A seconda del tipo si avranno delle funzioni specifiche del transistor. Le giunzioni di connessione PNP, e NPN differenzino le varie tipologie di transistor che potranno avere bipolarità positiva o negativa. Per verificare l'integrità ed il buon funzionamento di un transistor bipolare, si dovrà verificarne le giunzioni, per far ciò si adotterà un tester.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come verificare se una funzione è continua

Durante lo studio di funzione uno dei passi principali per arrivare a rappresentare graficamente la funzione e per analizzare le proprietà della stessa, è quello di verificare se la funzione è continua, cioè se si esplicita come una curva continua,...
Superiori

Come verificare se una funzione è limitata

In questa guida ti insegnerò a verificare se una funzione è limitata. Metti da parte la matematica che hai studiato fino ad ora. Quello che ti insegnerò adesso sarà un metodo innovativo e alternativo. Quindi mettiti comodo e iniziamo questa fantastica...
Superiori

Come verificare se due rette sono complanari

Tra i vari esercizi di matematica o di geometria che possono svolgersi in classe o durante alcune verifiche, è possibile che possa essere richiesta una dimostrazione o la verifica legata alle due rette complanari. Per molti ragazzi svolgere esercizi...
Superiori

Come Verificare Se Una Funzione è Pari O Dispari

Quando ci si trova a studiare una materia molto complicata come la matematica o altre materie scientifiche, sicuramente si troveranno argomenti molto difficili da comprendere, ma in questi casi potremo ricorrere alle moltissime guide presenti sul web...
Superiori

Come verificare un limite finito

La matematica è una delle materie più difficili e meno amate dagli studenti. Ma certamente è una delle materie fondamentali, che aiuta a ragionare e allo stesso tempo è tra le più ricercate nel mondo del lavoro. Coloro i quali hanno in progetto di...
Superiori

Come verificare le condizioni di esistenza di una frazione algebrica

La matematica è certamente una materia ostica per molti studenti. È necessario approcciarsi alla materia con uno sprito positivo, con l'intento di capire quello che si sta studiando. Vi sono senza dubbio alcune tematiche della matematica che possono...
Superiori

Come verificare se una funzione è invertibile

Le funzioni rappresentano relazioni fra due insiemi di numeri, detti dominio e codominio. Quando si definisce una funzione f (x)=y, dove x rappresenta il dominio e y il codominio, dobbiamo sempre domandarci se sia anche possibile effettuare il percorso...
Superiori

Come verificare se due circonferenze si intersecano in due punti

Nella geometria piana, due circonferenze possono non avere punti in comune e ciò accade quando le loro aree sono distanti, oppure nel caso in cui un'area sia ricompresa completamente all'interno dell'altra. Ma esiste anche la possibilità che le due...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.